Dove conviene chiedere un prestito?


Richiedere un prestito personale, per accedere a della liquidità extra in modo da realizzare un progetto specifico, necessita una valutazione attenzione di svariati fattori. L’accesso ad una linea di finanziamento, infatti, prevede il rispetto di determinati requisiti, richiesti dall’ente che eroga il denaro richiesto, e una serie di costi. La valutazione dei costi del prestito e le sue caratteristiche (in particolare la struttura del pagamento rateale) sono elementi fondamentali, da analizzare con molta attenzione.

prestito personale

Dove conviene chiedere un prestito? Una risposta assoluta non esiste. Il mercato finanziario italiano presenta tantissime opzioni e individuare la scelta migliore per accedere ad un prestito richiede la massima attenzione ed un’analisi approfondita di tutti gli elementi in gioco. Anche quando si ha bisogno di un prestito con urgenza, è fondamentale non trascurare la fase di analisi delle proprie opzioni e delle caratteristiche dei vari prestiti. Solo in questo modo, infatti, si avrà la certezza di poter accedere alle soluzioni migliori.

Di seguito andremo ad analizzare alcuni elementi fondamentali che caratterizzano la richiesta di un prestito. Ogni utente che si trova nelle condizioni di dover richiedere un prestito presenta necessità specifiche. Per individuare la soluzione più conveniente per richiedere un prestito bisogna, quindi, considerare, caso per caso, le esigenze del richiedente.

Verificare le credenziali dell’operatore che eroga il prestito

Prima di richiedere un prestito è opportuno effettuare sempre una verifica iniziale che rappresenta un requisito essenziale della scelta del soggetto finanziario a cui affidarsi per l’erogazione del prestito stesso. È fondamentale, infatti, assicurarsi che l’operatore del mercato finanziario a cui ci si rivolge sia effettivamente autorizzato ad esercitare l’attività e, quindi, ad erogare il prestito.

Per evitare problemi di vario tipo è fondamentale evitare in modo assoluto di richiedere prestiti di denaro a soggetti non regolarmente autorizzati dagli enti che regolano il mercato italiano. Per quanto, spesso, tali soggetti propongano condizioni apparentemente vantaggiose per l’accesso ad un prestito si tratta di una pratica assolutamente da evitare.

Il rischio di dover fare i conti con usura e criminalità organizzata è elevato. Il mercato finanziario e tutte le opzioni di prestiti e finanziamenti a disposizione degli utenti sono regolamentate da precise normative. Tutti i soggetti autorizzati ad esercitare quest’attività finanziaria devono sottostare a tali normative, garantendo la massima trasparenza ai clienti.

Per questo motivo è opportuno verificare sempre le credenziali dell’operatore finanziario a cui ci si vuole affidare per la richiesta del prestito. In particolare, tale operatore, per poter esercitare la sua attività sul mercato italiano dovrà essere regolarmente registrato nel registro dei mediatori creditizi o degli agenti in attività finanziaria. Tali registri sono consultabili tramite i portali web www.organismo-am.it o su www.bancaditalia.it.

L’accesso a somme di denaro in prestito è sempre una procedura delicata. Per evitare qualsiasi tipo di problema, è sempre buona norma effettuare tutti i controlli del caso al fine di avere la garanzia assoluta di poter completare l’operazione nel migliore dei modi. Per quanto riguarda i prestiti, la fretta di completare l’operazione può comportare il rischio di trascurare dettagli fondamentali che, invece, vanno analizzati con molta attenzione.

Individuare il miglior prestito con il confronto online

Per orientarsi nel mercato dei prestiti, valutare con attenzione le migliori opzioni disponibili ed evitare di imbattersi in soggetti non autorizzati all’erogazione di un prestito è possibile utilizzare uno strumento online per il confronto delle varie soluzioni a disposizione degli utenti italiani. Tramite il comparatore di SOStariffe.it per prestiti, disponibile anche tramite l’App di SOStariffe.it per Android e iOS, sarà possibile individuare, in poco tempo ed in modo completamente gratuito, le migliori soluzioni per l’accesso a un prestito personale.

Il servizio di comparazione proposto da SOStariffe.it fornisce all’utente anche un’altra importante garanzia. Gli operatori finanziari che vengono inclusi nella comparazione, infatti, sono tutti rigorosamente verificati da SOStariffe.it che controlla che tali soggetti abbiano i requisiti per poter proporre un prestito personale agli utenti italiani.

Grazie alla comparazione, quindi, si avrà la certezza di individuare l’opzione di prestito migliore valutando solo le proposte degli operatori che rispettano al 100% la normativa vigente. In questo modo, quindi, si azzererà il rischio di imbattersi in soggetti non autorizzati e nel rischio di truffe, raggiri, tentativi di usura e di qualsiasi altro pericolo connesso all’attività di operatori illeciti.

La documentazione necessaria

Optare per un prestito online permette di massimizzare la convenienza, riducendo i tempi. A prescindere dall’opzione scelta per l’ottenimento del finanziamento, i prestiti online non differiscono in modo particolare rispetto a quelli richiesti tramite i canali “tradizionali”. Per l’accesso alla liquidità messa a disposizione dall’operatore finanziario sarà necessario presentare una determinata documentazione.

Per l’approvazione del prestito bisognerà fornitore tutti i dati anagrafici richiesti. Se il prestito viene richiesto come impresa e non come privato, bisognerà fornire dettagli aggiuntivi come il numero di partita IVA. L’intera documentazione andrà inviata in versione digitale in modo da semplificare e velocizzare l’iter di verifica.

L’ultimo passaggio necessario all’ottenimento del prestito è rappresentato dalle garanzie. Banche e finanziarie richiederanno, infatti, documenti che confermano che il richiedente sia in grado di restituire l’importo preso in prestito (più gli interessi). È necessario fornire una documentazione reddituale che attesti la possibilità di restituire il prestito. In aggiunta, per l’accesso agevolato al prestito, sarà possibile indicare un garante.

Banche e finanziarie: come scegliere l’opzione migliore

Individuare la soluzione più conveniente a cui affidarsi per l’ottenimento di un prestito richiede opportune valutazioni. Il mercato dei prestiti in Italia propone svariate realtà (regolarmente autorizzate) che mettono a disposizione degli utenti molte opzioni per l’accesso a prestito e finanziamenti con tanta flessibilità ma anche con la necessità di rispettare precisi requisiti.

La maggior parte delle banche propone ai loro clienti delle soluzioni per l’accesso a prestiti personali con le rate che verranno addebitate direttamente sul conto corrente. Trattandosi di attività “accessorie”, le banche tendono ad essere abbastanza rigide sulle modalità di accesso e sulle caratteristiche dei prestiti. Per l’accesso ad un prestito tramite una banca sarà necessario presentare garanzie molto forti.

La stessa banca, inoltre, conosce già la situazione finanziaria e patrimoniale del cliente (nella maggior parte dei casi) e avrà già un’idea ben precisa in merito ai margini di fattibilità del prestito. Chi ha un conto corrente attivo con una banca che propone anche soluzioni di prestiti personali può, quindi, contattare il proprio istituto e valutare le eventuali proposte.

Naturalmente, è possibile affidarsi anche ad una banca in cui non si ha un conto corrente, valutando l’accesso alle soluzioni di prestiti e finanziamenti disponibili per i nuovi clienti. In questo caso, tornerà utilissimo affidarsi alla comparazione online dei prestiti in grado di offrire, in poco tempo, tutte le informazioni relative alle migliori soluzioni disponibili.

Le finanziarie rappresentano un vero e proprio riferimento del mercato dei prestiti. La loro attività principale e, quindi, la principale fonte di profitto è rappresentata dall’erogazione di finanziamenti. Di conseguenza, le finanziarie potrebbero essere più “flessibili” e meno esigenti nella valutazione delle richieste di prestito.

Sia per quanto riguarda le garanzie che i tassi di interesse, le finanziarie potrebbero offrire condizioni favorevoli ma saranno più attente per quanto riguarda il saldo delle rate, proponendo meno soluzioni per agevolare la restituzione di quanto dovuto da parte del cliente. Anche in questo caso, è opportuno affidarsi ad un’attenta comparazione delle offerte per valutare le soluzioni migliori.

Come valutare la convenienza di un prestito

La comparazione online è, chiaramente, uno strumento fondamentale per poter accedere ad una panoramica completa delle varie opzioni disponibili per l’accesso a un prestito personale. È compito del richiedente, in ogni caso, analizzare le opzioni più vantaggiose nei minimi dettagli al fine di valutare, con la massima precisione, quelle che sono le soluzioni migliori a cui affidarsi.

Per valutare l’effettiva convenienza di un prestito è, quindi, necessario:

  • analizzare con attenzione gli interessi richiesti e, in particolare, il TAEG che rappresenta l’indicatore principale da considerare per valutare l’effettivo costo dell’operazione; un TAEG molto elevato comporterà un costo notevole per l’accesso al prestito e renderà l’accesso alla liquidità meno conveniente

  • verificare con attenzione le condizioni contrattuali; prima di attivare un qualsiasi prestito è opportuno consultare, nei minimi dettagli, le varie clausole previste dal contratto assicurandosi che non vi siano elementi in grado di rendere svantaggiosa l’operazione

  • verificare la presenza di polizze assicurative incluse; il richiedente non è obbligato a sottoscrivere una polizza assicurativa al momento della firma di un contratto di prestito ma molte finanziarie tendono ad incentivare tale pratica che fa lievitare i costi (per il cliente) andando a ridurre i rischi (per chi eroga il prestito); l’attivazione di una polizza assicurativa non è obbligatoria

  • evitare di versare un anticipo, ad esempio come compenso per un intermediario, prima dell’effettiva erogazione del prestito al fine di scongiurare la presenza di truffe; in questo caso, per evitare problemi di questo tipo, conviene fortemente seguire i canali online che eliminano la presenza di intermediari

I tempi di erogazione del prestito: le migliori soluzioni

Per quanto riguarda le tempistiche di erogazione del prestito, di solito, le finanziarie tendono a presentare tempi inferiori, grazie anche alla minore burocrazia ed alla maggiore flessibilità dovuta alla volontà di “accaparrarsi” un maggior numero di clienti, a fronte di un fattore di rischio maggiore. Le banche presentano, invece, tempi più lunghi, legati soprattutto all’analisi più approfondita dei requisiti.

Quanto detto nel paragrafo precedente può essere considerato come una regola generale ma che presenta le dovute eccezioni all’interno del mercato finanziario. È sempre importante valutare caso per caso la situazione e verificare, quindi, ogni volta le tempistiche per l’effettiva erogazione del prestito da parte dell’operatore finanziario a cui ci si rivolge.

La strada migliore per accelerare le tempistiche di erogazione di un prestito è rappresentata dai prestiti online. Anche in questo caso, quindi, torna in gioco il ruolo di primo piano della comparazione online. Scegliendo il prestito direttamente online, grazie al confronto delle varie opzioni disponibili, si ridurranno drasticamente i tempi.

Una volta inviata la richiesta di prestito tramite procedura online, inoltre, i tempi di attesa per una risposta saranno decisamente più brevi rispetto alle normali tempistiche. In sostanza, quindi, “digitalizzando” l’intero processo di scelta e richiesta di un prestito personale sarà possibile accelerare, in modo notevole, la procedura per l’ottenimento della liquidità.

Da notare, inoltre, che, nella maggior parte dei casi, la scelta di effettuare online la richiesta di prestito si traduce anche in una riduzione dei costi, grazie all’eliminazione di intermediari e dei vari costi collegati ai canali tradizionali.

Mutui

Quanto detto per i prestiti personali si estende anche ai mutui. Le soluzioni di finanziamento per l’acquisto di immobili, infatti, rappresentano una delle operazioni finanziarie più importanti per moltissimi utenti ed è, quindi, fondamentale prendersi tutto il tempo necessario per valutare le opzioni a propria disposizione per individuare la soluzione più conveniente.

Anche in questo caso, per l’accesso al mutuo, è opportuno verificare che l’operatore che erogherà il finanziamento sia regolarmente autorizzato ad esercitare la sua attività. È opportuno evitare di affidarsi a canali non affidabili per evitare qualsiasi tipo di rischio. Il mutuo è, infatti, un’operazione molto importante che va valutata con la massima attenzione.

Per individuare le migliori soluzioni a disposizione degli utenti per l’accesso a questo tipo di finanziamento è possibile, ancora una volta, affidarsi alla comparazione online. Grazie al comparatore di SOStariffe.it per mutui, infatti, sarà possibile accedere alle migliori opzioni per questo tipo di finanziamento. L’utente potrà ottenere informazioni precise sulle caratteristiche e sui costi del mutuo, con informazioni preziose per individuare la soluzione migliore.

Per accelerare la procedura di erogazione del mutuo, direttamente dal comparatore, sarà possibile affidarsi alla richiesta online contando la banca senza la necessità di recarsi in filiale. La procedura di richiesta online del mutuo funziona in modo analogo a quanto avviene con un normale prestito personale. La documentazione richiesta dall’istituto dovrà essere inviata tramite canali digitali.

Successivamente, dopo la valutazione della fattibilità da parte della banca, inizierà la pratica per l’erogazione del mutuo che, in breve tempo, consentirà all’utente di accedere alle risorse finanziarie per l’acquisto di un immobile.

Prestiti per cattivi pagatori senza garante: possibile?

Orientarsi nel mondo dei prestiti non è semplice. In particolare, per chi rientra nella categoria dei cosiddetti "cattivi pagatori" accedere ad un prestito può essere, in diversi casi, complicato. Nonostante ciò, esistono delle soluzioni per ottenere prestiti per cattivi pagatori anche senza garante. Ecco, quindi, quali sono le opzioni a disposizione di chi rientra nella categoria di "cattivi pagatori" e come fare a scegliere la soluzione più in linea con quelle che sono le proprie esigenze.

Ecobonus 110%: le ultime notizie

Nonostante sia ufficialmente in vigore dal 1° luglio 2020, l’ecobonus 110% sarà realtà molto probabilmente tra le fine di agosto e i primi di settembre. Di recente sono state introdotte delle modifiche rispetto al testo iniziale del bonus, che hanno inglobato anche le seconde case e ampliato il numero di interventi per i quali sarà possibile utilizzare tale agevolazione fiscale. 

Superbonus 110% per ristrutturazione: come funziona e domanda all'Agenzia delle Entrate

La nuova detrazione per chi esegue lavori per aumentare l'efficienza energetica e sismica o per chi installi pannelli fotovoltaici per alimentare la propria abitazione è stata fissata al 110% dal Decreto Rilancio. Ecco come funzionerà il Superbonus ristrutturazioni e cosa sarà richiesto per presentare la domanda per ottenere la detrazione
Hai bisogno di maggiori informazioni?