Rischi del Mercato Libero dell’Energia Elettrica: conoscerli ed evitarli

Sono molti gli studi e indagini che indicano che passare al Mercato Libero dell’Energia Elettrica conviene, perché consente un risparmio sulla bolletta di circa 70 euro per la luce e 107 euro per il gas ogni anno. Tuttavia, sono in molti gli italiani che ancora non hanno cambiato fornitore, spesso a causa di dubbi ed incertezze infondate. Vediamo quali sono i potenziali “rischi” di passare al mercato libero, e come superarli, tenendo conto che il passaggio entro il 1° luglio 2020 sarà obbligatorio.

mercato libero energia
Passare al mercato libero conviene: ecco a cosa fare attenzione

In fase di cambio di fornitore, corro il rischio di rimanere senza luce?

No, non ci sono rischi di interruzione, perché non ci sono modifiche sugli impianti. Quando si cambia fornitore, è solo una questione commerciale e amministrativa perciò la continuità del servizio è assicurata.

Se il nuovo venditore dovesse fallire, potrei rimanere senza luce?

No. Se dovesse fallire la compagnia di vendita, c’è un meccanismo di protezione dell’ARERA che garantisce che nessun cliente rimanga, nemmeno temporaneamente, senza energia elettrica.

Per passare al Mercato Libero devo cambiare il contatore o modificare l’impianto?

No, non occorre alcun intervento sul contatore o sugli impianti elettrici.

Se cambio fornitore rischio di pagare due volte gli stessi consumi?

No. Quando si cambia venditore si registra la lettura del contatore, che serve al vecchio venditore per emettere l’ultima bolletta e al nuovo come punto di partenza per conteggiare i consumi.

Nel mercato libero le bollette sono meno trasparenti?

No: tutte le bollette devono rispettare le stesse regole di trasparenza stabilite dall’Autorità. Questo non vuol dire che tutte le bollette saranno identiche, ma che la terminologia impiegata sarà la stessa, e che tutta l’informazione obbligatoria sarà riportata in bolletta. Leggi il nostro articolo sulla Bolletta Trasparente per maggior informazione.

Offerte Mercato Libero dell’Energia »

Ha un costo cambiare venditore?

Scegliere di passare al Mercato Libero dell’Energia non comporta mai spese per il cliente, a prescindere dall’offerta o la promozione del fornitore.

Tuttavia, potrebbe essere richiesto il pagamento dell‘imposta di bollo di 14,62€ sul nuovo contratto in alcuni casi particolari.

Se passo al Mercato Libero, potrò ritornare al servizio di Maggior Tutela?

Si, puoi sempre ritornare al servizio di Maggior Tutela, a condizioni monorarie e biorarie standard.

Per farlo dovrai farne richiesta all’impresa locale che lo fornisce e recedere dal contratto in vigore, rispettando naturalmente i termini e le modalità di preavviso. Attenzione, però: il 1° luglio 2020 la Maggior Tutela finirà e sarà per tanto obbligatorio passare al mercato libero una volta per tutte.

Conviene cambiare venditore o contratto di energia elettrica?

Per sapere se ti conviene aderire ad una determinata offerta commerciale devi leggere attentamente non solo il prezzo finale del servizio ma tutte le possibili voci di spesa.

In più, devi informarti sui tuoi diritti e obblighi, e su quelli del venditore (ad esempio, quanto dura il contratto, ogni quanto verrà letto il contatore, con che frequenza riceverò la bolletta, come dovrò pagare, ecc.).

Passando al mercato libero attualmente è possibile risparmiare cifre considerevoli, grazie alle nuove proposte commerciali delle società. Ad esempio, con E.ON LuceClick di E.ON Energia una famiglia di 5 persone (consumi annui 6.300 kWh) può risparmiare circa 112.90 euro sulla luce, e con Illumia Luce XMas Edition, attivabile solo fino al 31 dicembre 2018, ben 210, 44 euro.

Scopri LuceClick di E.ON »

Dal punto di vista economico, per scegliere la tariffa energia elettrica più conveniente per te, devi prima conoscere i tuoi consumi per stabilire il tuo profilo cliente, e poi confrontare tutte le offerte. Vedi: Osservatorio SosTariffe.

Questa procedura potrebbe risultare abbastanza complessa se decidessi di visitare ogni sito internet dei diversi fornitori, e analizzare ciascuna tariffa individualmente.

Per semplificare lo studio, hai a disposizione il nostro comparatore gratuito, che ti consente di conoscere il tuo profilo con poche e semplici domande e di mettere a confronto tutte le offerte insieme e trovare quella che risulta più conveniente secondo i tuoi consumi.

Confronta Tariffe Energia Elettrica »

Commenti Facebook: