Alternative a WhatsApp: quanto consumano?

Durante il recente “down” di WhatsApp qualche giorno fa, si è verificato un incremento di download relativi alle applicazioni della concorrenza, da Telegram a Viber. Ma quanto consumano? SosTariffe.it ha analizzato i dati relativi a un’ora di utilizzo, in modo da individuare l’alternativa alla nota app di messaggistica in grado di genere il risparmio maggiore in termini di utilizzo di traffico dati.

Solo Telegram consuma meno dell'applicazione acquistata da Facebook

WhatsApp e le sue alternative

Telegram, Skype, Google Hangouts… anche se WhatsApp è di gran lunga il programma di messaggistica per smartphone più utilizzato, le alternative non mancano, così come gli utenti dell’una o dell’altra app che giurano sulle bontà della propria scelta.

Uno dei parametri che spesso ci si dimentica di prendere in considerazione è il consumo. Le offerte per Internet mobile oggi sono anche molto generose, con diversi GB a disposizione degli utenti, ma non infinite, e a furia di inviare video o messaggi vocali di cinque minuti l’uno il rischio è quello di vedere il proprio traffico a zero prima della fine del mese.

La prova di SosTariffe.it

Proprio per conoscere il consumo di WhatsApp e di ciascuna delle sue alternative, SosTariffe.it ha preso in esame le applicazioni più note del comparto, cioè Telegram, Hangouts, Line, Viber, Facebook Messenger e Skype. Per stimarne il consumo è stata effettuata una prova per un’ora di utilizzo su smartphone e su rete dati 4G/LTE, simulando tre diversi profili di consumo: light (20 messaggi inviati, 20 ricevuti, 5 foto ricevute, 2 inviate), medium (40 messaggi inviati, 40 ricevuti, 10 foto ricevute e 5 inviate) e strong (100 messaggi inviati, 100 messaggi ricevuti, 50 foto ricevute e 20 inviate).

Il risultato della prova è nella tabella qui sotto.

Chi consuma di meno?

WhatsApp, si nota subito, è messa piuttosto bene in classifica: merito anche dell’investimento continuo alla ricerca degli algoritmi più “risparmiosi”. Ma non è in cima alla lista. Telegram, infatti, è la sola app di messaggistica a risultare meno dispendiosa dal punto di vista del traffico dei dati, con un consumo dal 35% al 40% inferiore rispetto a WhatsApp: da 0,42 MB a 3,75 MB per un’ora di utilizzo.

Sotto WhatsApp, ma comunque a poca distanza, ci sono Google Hangouts e Line, che hanno consumi superiori dal 6% al 18% rispetto all’app acquistata da Facebook. Ma ci sono anche dei particolari interessanti da cogliere: ad esempio, per il profilo Strong la più conveniente è Line, che in questa modalità consuma il 6% in meno rispetto a WhatsApp.

Le cose non vanno bene invece per Viber, Facebook Messenger e Skype, che arrivano addirittura fino a 22,22 MB di consumo massimo (quasi sei volte tanto il massimo consumato da Telegram).

Meglio, quindi, avere la giusta offerta con traffico dati per utilizzare le alternative a WhatsApp, in modo da non rimanere senza MB da utilizzare. Cliccando sul pulsante qui sotto potete trovare le tariffe più convenienti.
Confronta le offerte Internet mobile

Commenti Facebook: