Consolidamento prestiti: come unire i debiti in un'unica rata


e state affrontando la rate di diversi finanziamenti e le scadenze sono troppe, potete pensare di attivare una soluzione consolidamento prestiti. Grazie a questo prodotto, potrete rivolgervi ad un unico istituto di credito che vi permetterà di unire i debiti in un’unica rata, semplificandovi la vita e alleggerendo il peso della somma di denaro da versare ogni mese.

requisiti prestito personale

In questa guida, presentiamo nel dettaglio questa tipologia di prestito e vediamo quando conviene optare per questa specifica soluzione. Nella ricerca del migliore prodotto creditizio per voi, ricordate sempre di valutare con attenzione tutte le proposte sul mercato attraverso un servizio di comparazione come quello gratuito e affidabile di SOSTariffe.it. Alcuni esempi considerati sono Saldarate IBL di IBL Banca, BancoPosta Consolidamento di Poste Italiane e CreditExpress Compact di UniCredit.

Che cos’è consolidamento prestiti

Quando si parla di consolidamento prestiti si intende la possibilità di stipulare un finanziamento specifico allo scopo di unire tutti i debiti precedentemente accumulati ed estinguerli attraverso il pagamento di un’unica rata mensile più “leggera”Questa soluzione è indicata per tutti coloro che si trovano a dover fare fronte a diversi prestiti con tassi di interesse spesso troppo elevati e quindi difficili da affrontare nell’immediato.

Come funziona consolidamento prestiti

Nella sezione iniziale di questa guida abbiamo visto come il consolidamento prestiti garantisce un nuovo finanziamento finalizzato a saldare tutti i prestiti già in corso attraverso un’unica rata. Descriviamo ora come funziona.

Innanzi tutto, è bene sapere che esistono diverse forme di erogazione in questa categoria. Ad esempio, l’istituto di credito può saldare in prima persona i debiti già stipulati dal contraente, oppure è la stessa persona a doversene occupare attraverso la somma di denaro ricevuta ad hoc attraverso questa soluzione.

Una delle condizioni fondamentali da ricordare è però quella legata a chi può richiedere questa forma di finanziamento. Si tratta di un prestito concesso di norma a coloro che possono fornire solide garanzie reddituali, ad esempio i dipendenti con un contratto a tempo indeterminato. Al contrario, chi non si trova nelle condizioni di poter presentare la ricezione di una busta paga con frequenza regolare, oppure è iscritto alla lista cattivi pagatori Crif, avrà difficoltà ad accedere a questo prodotto. Come regola generale, chi richiede questo prestito deve essere in possesso di una busta paga il cui valore sia superiore almeno del 20% all’importo della rata unica stabilita.

Quando conviene consolidamento prestiti

La finalità del consolidamento prestiti può rappresentare un deciso vantaggio per tutti coloro che si trovano a fronteggiare una serie di debiti precedentemente stipulati, spesso con un tasso di interesse divenuto troppo alto. Uno degli aspetti più positivi del consolidamento debiti è la possibilità di rinegoziare le condizioni del saldo dei debiti, ad esempio attraverso l’allungamento del periodo utile.

Allo stesso tempo, è importante valutare anche quando non è conveniente. Una delle questioni più importanti è quella legata al pagamento degli interessi. Se si decide di aumentare il numero di rate utili, la somma degli interessi da versare in relazione a questi crescerà e quindi, nel complesso, la spesa finale sarà maggiore rispetto a quella originariamente pianificata.

Come scegliere consolidamento prestiti

Prima di procedere con una richiesta di consolidamento prestiti, è consigliabile informarsi nel dettaglio su come ottenere un prestito e sulle opportunità offerte dai principali istituti di credito che offrono questo prodotto. È ad esempio consigliabile affidarsi ad un consulente che sappia consigliare la soluzione migliore alle vostre esigenze. In particolare, potrà verificare in modo dettagliato la fattibilità dell’operazione, oltre che i costi e gli interessi necessari.

Un servizio utile nella fase di ricerca delle soluzioni consolidamento prestiti è quello di comparazione tariffe, proposto online in modo gratuito da SOSTariffe.it. Per utilizzarlo, cliccate in Homepage alla voce Prestiti e Mutui del menu principale. A questo punto, scegliete la categoria Prestiti. Si aprirà una pagina in cui vi verranno richieste le informazioni necessarie per selezionare la soluzione migliore rispetto alle vostre esigenze. Inserite:

  • l’importo desiderato;

  • la durata del finanziamento (da 12 a 120 mesi);

  • la finalità del finanziamento (come ristrutturazione casa, arredamento, auto nuova, formazione e università, estetica e benessere);

  • impiego del richiedente.

La ricerca vi restituirà una serie di soluzioni prestito tra quelle proposte dai principali istituti di credito, tra cui Banca IBL, BancoPoste di Poste Italiane e UniCredit.

Soluzioni consolidamento prestiti

Una ricerca accurata delle soluzioni consolidamento prestiti attualmente disponibili sul mercato vi aiuterà nell’identificare l’istituto di credito che meglio risponde alle vostre esigenze.

Tra i principali prodotti, troviamo ad esempio Prestito Personale Consolido di Compass, società leader del credito al consumo e banca parte del Gruppo Mediobanca. Questo finanziamento è infatti pensato per tutti coloro che hanno più finanziamenti in corso e che desiderano estinguerli attraverso un nuovo e unico prestito sotto forma di un’unica rata mensile.

In generale, una soluzione di questo tipo vi consente i seguenti vantaggi:

  • estinguere uno o più finanziamenti accorpandoli in un unico prestito;

  • avere una sola rata e un’unica scadenza mensile;

  • avere un'unica persona di riferimento a cui chiedere consigli e supporto;

  • richiedere liquidità aggiuntiva per finanziare nuovi progetti.

Le principali caratteristiche sono:

  • gestione unica di tutti i finanziamenti da parte dell’istituto di credito;

  • tempi rapidi di erogazione;

  • semplificazione delle scadenze;

  • possibilità di personalizzare la soluzione;

  • consulenza professionale inclusa.

Nel caso del prodotto Compass, è possibile effettuare la richiesta da parte di tutte le persone residenti in Italia, di età compresa tra 18 e 75 anni (al termine del rimborso), che siano lavoratori dipendenti, autonomi e pensionati. L’importo massimo finanziabile è pari a 30.000 Euro. Una volta presentati i documenti necessari, Compass promette l’erogazione dell’importo richiesto entro una sola giornata lavorativa, tramite bonifico bancario oppure assegno.

Una soluzione alternativa presente sull’attuale mercato consolidamento prestiti è Saldarate di IBL Banca. Questo prodotto vi assicura la possibilità di estinguere i finanziamenti attivi ed ottenere allo stesso tempo condizioni più vantaggiose, ad esempio allungando la durata del prestito.

Vediamo i principali vantaggi della proposta IBL Banca:

  • unica rata mensile;

  • possibilità di richiedere liquidità aggiuntiva;

  • possibilità di allungare la durata del prestito fino a 120 mesi;

  • rate e tassi fissi comprensivi di tutte le spese, che possono essere anche più bassi rispetto a quelli previsti con i finanziamenti già in corso;

  • nessuna garanzia ipotecaria richiesta;

  • ove consentito, servizio gratuito di estinzione dei precedenti finanziamenti.

Aggiungiamo tra gli aspetti più interessanti di Saldarate IBL il fatto che vi sarà imposto di motivare la richiesta di questo tipo di finanziamento e che saranno prese in considerazione anche le domande di soggetti che hanno già subito disguidi bancari in precedenza.

Banca Intesa Sanpaolo propone Servizio Monorata, che consente di riunire in un unico prestito tutti i finanziamenti attivi, fino ad un massimo di 75.000 Euro. Gli aspetti vantaggiosi presentati da questa banca in merito al proprio prodotto consolidamento prestito includono:

  • singola rata mensile, più facile e veloce da controllare;

  • rata mensile più leggera;

  • risparmio sulle spese di gestione di più prestiti;

  • erogazione rapida del finanziamento;

  • consulenza rapida e personalizzata (24 ore è il tempo medio di risposta a una richiesta di prestito).

Appoggiandovi al servizi di Intesa Sanpaolo potrete dunque richiedere la consulenza di un professionista specializzato che saprà consigliarvi in merito a quale sia la rata migliore per la vostra disponibilità. L’assistenza del vostro gestore rimarrà disponibile per tutta la durata del prestito. In più, potrete usufruire di una Polizza Proteggi Prestito, da abbinare al finanziamento, così da tutelarsi in caso di eventi che potrebbero impedire il rimborso del prestito, l’opzione posticipo rate, per spostare le scadenze della rata in caso di necessità, e l’opzione cambio rata, per modificare l’importo delle rate nel corso del finanziamento.

Nonostante la buona flessibilità offerta, in generale, è importante sapere però che questo servizio è legato ad alcune condizioni. Si tratta di:

  • la durata massima del nuovo prestito non può superare i 10 anni;

  • l’importo massimo totale dei vecchi finanziamenti non può andare oltre il totale di 75.000 Euro;

  • la rapidità dell’erogazione del finanziamento dipende dal numero di vecchi finanziamenti che desiderate riunire nel prestito.

CreditExpress Compact è il prodotto consolidamento crediti di UniCredit, dedicato a chi desidera estinguere i finanziamenti in essere presso altri istituti di credito o società finanzia attraverso un’unica rata mensile. Anche questa soluzione inoltre prevede la possibilità di effettuare la richiesta di un importo aggiuntivo.

Per quanto riguarda le sue caratteristiche, con CreditExpress Compact è possibile richiedere un importo minimo di 3.000 Euro, fino ad un massimo di 50.000 Euro, oltre che l’eventuale premio finanziato della polizza assicurativa facoltativa. La durata dell’erogazione può variare da un minimo di 36 mesi, fino ad un massimo di 120 mesi. È prevista l’applicazione di un tasso fisso per tutta la durata del prestito. I documenti richiesti per effettuare la domanda sono l’anagrafica dei richiedenti e di eventuali coobbligati/garanti, oltre che a quella relativa alla loro capacità reddituale.

Anche Agos è tra le società che propongono una delle principali soluzioni consolidamento debiti. Agos è una società finanziaria leader in Italia nel settore da oltre vent’anni, specializzata nell’erogazione del credito attraverso differenti linee di prodotto come prestiti personali, finanziamenti finalizzati, carte di credito, cessione del quinto stipendio e leasing, oltre ad una serie di servizi assicurativi. Agos è una società partecipata da Crédit Agricole Consumer Finance e Banco BPM.

La proposta Agos è vincolata ad una richiesta di importo tra un minimo di 500 Euro e un massimo di 10.000 Euro, da pagare in un massimo di 120 rate mensili. Uno dei vantaggi di scegliere Agos è rappresentato dalla possibilità di optare per il prestito flessibile Duttilio, che consente di saltare una rata, modificarne l’importo e variare le durata del finanziamento senza alcun costo aggiuntivo.

Infine, una proposta da considerare è certamente prestito BancoPosta Consolidamento di Poste Italiane. Si tratta di una soluzione semplice e flessibile, la cui richiesta è effettuabile recandosi di persona in qualsiasi ufficio postale e rivolgendosi al personale qualificato a disposizione. Questo prestito permette di riunire quelli precedenti in un'unica rata mensile ed evitare di dover fare fronte a troppe scadenze. Inoltre, è possibile richiedere maggiore liquidità per dare vita a nuovi progetti.

Possono richiedere questo prestito i residenti in Italia con un reddito da lavoro o pensione dimostrabile prodotto in Italia. Basterà presentare un documento di identità personale, la tessera sanitaria e un documento di reddito. I titolari di Conto BancoPosta potranno richiedere un importo minimo 3.000 Euro e un importo massimo 50.000 Euro, con una durata del rimborso a partire da 24 fino a 96 mesi. Per i titolari di Libretto di Risparmio Postale Nominativo Ordinario, è prevista una richiesta di importo minimo pari a 3.000 Euro e un importo massimo fino a 30.000 Euro, con durata tra 24 e 96 mesi.

Prestiti per cattivi pagatori senza garante: possibile?

Orientarsi nel mondo dei prestiti non è semplice. In particolare, per chi rientra nella categoria dei cosiddetti "cattivi pagatori" accedere ad un prestito può essere, in diversi casi, complicato. Nonostante ciò, esistono delle soluzioni per ottenere prestiti per cattivi pagatori anche senza garante. Ecco, quindi, quali sono le opzioni a disposizione di chi rientra nella categoria di "cattivi pagatori" e come fare a scegliere la soluzione più in linea con quelle che sono le proprie esigenze.

Ecobonus 110%: le ultime notizie

Nonostante sia ufficialmente in vigore dal 1° luglio 2020, l’ecobonus 110% sarà realtà molto probabilmente tra le fine di agosto e i primi di settembre. Di recente sono state introdotte delle modifiche rispetto al testo iniziale del bonus, che hanno inglobato anche le seconde case e ampliato il numero di interventi per i quali sarà possibile utilizzare tale agevolazione fiscale. 

Superbonus 110% per ristrutturazione: come funziona e domanda all'Agenzia delle Entrate

La nuova detrazione per chi esegue lavori per aumentare l'efficienza energetica e sismica o per chi installi pannelli fotovoltaici per alimentare la propria abitazione è stata fissata al 110% dal Decreto Rilancio. Ecco come funzionerà il Superbonus ristrutturazioni e cosa sarà richiesto per presentare la domanda per ottenere la detrazione
Hai bisogno di maggiori informazioni?