Telecom Italia San Marino si Autoregola

L’Amministratore Delegato di Telecom Italia San Marino, Cesare Pisani ha presentato il nuovo Codice di Autoregolamentazione per la vendita dei servizi a BANDA LARGA, di cui si doterà l’Azienda di Rovereta nei prossimi giorni.

Proprio la Banda Larga a San Marino è stata oggetto, nel corso del 2009, di particolare attenzione da parte di Telecom Italia San Marino e del Gruppo Telecom Italia in generale.

Una copertura del servizio in tecnologia ADSL2+ pari al 100% del territorio, una penetrazione del servizio prossima al 50%, un numero di clienti praticamente raddoppiato nel giro di pochi anni, una disponibilità di banda sempre crescente a prezzi sempre più contenuti, una velocità di navigazione media a livelli di eccellenza: questi sono i principali fatti che raccontano una storia di successo.

“Questi ottimi risultati” spiega Pisani “sono stati possibili grazie al continuo impegno di Telecom Italia San Marino che, con la sua visione strategica, è riuscita a valorizzare al massimo le risorse territoriali, riportando nel contesto sammarinese l’esperienza, le capacità e il know-how di uno dei principali player del mondo delle telecomunicazioni: Telecom Italia.

Con l’adozione del Codice di Autoregolamentazione la Società intende dare un ulteriore segnale della attenzione al mercato sammarinese, ponendo il Cliente al centro del processo di vendita: “Chiarezza, Trasparenza, Correttezza, Accessibilità, Equità sono solo alcuni dei principi che Telecom Italia San Marino adotterà nella sua relazione con il cliente per aiutarlo a scegliere la soluzione che meglio si adatta alle sue esigenze”, ha affermato Pisani, spiegando che “se non vengono raggiunti livelli minimi di servizio Telecom Italia San Marino è pronta a riconoscere ai suoi clienti, senza costi aggiuntivi, la possibilità di scegliere una differente soluzione o la cessazione del servizio”.

Con l’occasione la Società, attiva anche nel settore della telefonia internazionale e del wholesale, ha presentato i risultati del 2009 con ricavi per quasi 72 milioni di euro e una ricaduta sull’economia della Repubblica superiore a 4,3 milioni di euro.

“I risultati economici ottenuti” ha spiegato Pisani “confermano quindi come Telecom Italia San Marino rappresenti un’importante risorsa per il Paese grazie alle sue attività, all’indotto che è in grado di creare e ai livelli occupazionali che ha saputo raggiungere, seppure operando in un contesto internazionale estremamente competitivo”.

tratore Delegato di Telecom Italia San Marino, Cesare Pisani ha presentato il nuovo Codice di Autoregolamentazione per la vendita dei servizi a BANDA LARGA, di cui si doterà l’Azienda di Rovereta nei prossimi giorni.

Proprio la Banda Larga a San Marino è stata oggetto, nel corso del 2009, di particolare attenzione da parte di Telecom Italia San Marino e del Gruppo Telecom Italia in generale.

Una copertura del servizio in tecnologia ADSL2+ pari al 100% del territorio, una penetrazione del servizio prossima al 50%, un numero di clienti praticamente raddoppiato nel giro di pochi anni, una disponibilità di banda sempre crescente a prezzi sempre più contenuti, una velocità di navigazione media a livelli di eccellenza: questi sono i principali fatti che raccontano una storia di successo.

“Questi ottimi risultati” spiega Pisani “sono stati possibili grazie al continuo impegno di Telecom Italia San Marino che, con la sua visione strategica, è riuscita a valorizzare al massimo le risorse territoriali, riportando nel contesto sammarinese l’esperienza, le capacità e il know-how di uno dei principali player del mondo delle telecomunicazioni: Telecom Italia.

Con l’adozione del Codice di Autoregolamentazione la Società intende dare un ulteriore segnale della attenzione al mercato sammarinese, ponendo il Cliente al centro del processo di vendita: “Chiarezza, Trasparenza, Correttezza, Accessibilità, Equità sono solo alcuni dei principi che Telecom Italia San Marino adotterà nella sua relazione con il cliente per aiutarlo a scegliere la soluzione che meglio si adatta alle sue esigenze”, ha affermato Pisani, spiegando che “se non vengono raggiunti livelli minimi di servizio Telecom Italia San Marino è pronta a riconoscere ai suoi clienti, senza costi aggiuntivi, la possibilità di scegliere una differente soluzione o la cessazione del servizio”.

Con l’occasione la Società, attiva anche nel settore della telefonia internazionale e del wholesale, ha presentato i risultati del 2009 con ricavi per quasi 72 milioni di euro e una ricaduta sull’economia della Repubblica superiore a 4,3 milioni di euro.

“I risultati economici ottenuti” ha spiegato Pisani “confermano quindi come Telecom Italia San Marino rappresenti un’importante risorsa per il Paese grazie alle sue attività, all’indotto che è in grado di creare e ai livelli occupazionali che ha saputo raggiungere, seppure operando in un contesto internazionale estremamente competitivo”.

Commenti Facebook: