Sicurezza Internet: come tutelare bambini e adolescenti a casa?

Ormai Internet è alla portata di ogni bambino, non solo a casa ma anche a scuola, dagli amici e dai cellulari con Internet mobile. Il problema è spesso i contenuti non sono adatti alla sua età. Come tutelare i bambini e adolescenti a casa fare per garantire la sicurezza su Internet?

Confronta Tariffe Internet Mobile

Spesso una ricerca su Google porta a risultati pericolosi per i più piccoli, immagini pornografiche e/o violente. Questo è molto pericoloso, perché quando i bambini si abituano a vedere immagini erotiche, diventano meno reattivi di fronte alle proposte dei pedofili.

Ma oltre alla pornografia, sul web ci sono molti altri pericoli: siti che promuovono anoressia e bulimia, pagine razziste, a favore della droga o che insegnano a costruire bombe.

Occorre dunque utilizzare un filtro o un sistema di “controllo genitori” (parental control). Questi sistemi di vigilanza della navigazione sono utili anche per gli adulti, per evitare trappole pornografiche che molte volte sono una minaccia di furto di identità e di credenziali di conti correnti bancari.

Due strategie diverse si possono seguire per difendersi al meglio: accettare solo quello “sano” oppure bloccare ciò che si considera negativo.

Consentire unicamente i siti sicuri

Per farlo, basta impostare una “biblioteca di casa” (walled garden). Tramite questa impostazione, si può navigare solo su siti prescelti secondo un criterio adatto all’età del navigatore. Si possono anche differenziare i diversi figli per età.

Per impostare una biblioteca di casa su Windows 7, si deve prima abilitare il “Controllo Genitori” dal Pannello di Controllo e installare gratuitamente Microsoft Windows Live Family Safety, selezionando il filtro “Rigido” che consente la navigazione solo sui siti per bambini e a quelli accettati dai genitori.

Un’altra alternativa gratuita è il programma ICRAplus che consente di navigare solo su certi siti.

Infine, ci sono i browser per bambini, che consentono la navigazione solo su siti sicuri, elencati su una “white list”. Tra questi, vi è KidZui (in inglese) o Il Veliero (in italiano). Lo stesso Firefox offre diversi estensioni utili, tra cui R-Kiosk, che modifica la visione del browser a tutto schermo senza possibilità di usare menù e tasti funzione, e Pro-Con, che consente di stabilire i siti visitabili e quelli bloccati.

Come bloccare i siti pericolosi

Oggigiorno sono disponibili diversi filtri, poco costosi o addirittura gratuiti, per bloccare i siti pornografici o poco sicuri.

Si deve scegliere quello più adatto alla propria situazione, impostandolo secondo gli orari di navigazione, le categorie da bloccare, i programmi che non si devono eseguire, ecc.

Alcuni tra i più usati sono Profil Parantal Filter 2, Kaspersky Internet Security 2012, Microsoft Windows Live Family Safety, Norton Online Family, Davide.it, Titanium Internet Security 2012, Zone Alarm Internet Security suite e CyberPatrol.

Infine, ci sono anche filtri adatti alle aziende, come Websense Web Security Suite o ISS Web Filter.

Bloccare siti senza installare programmi

Non è sempre necessario scaricare ed installare un software per bloccare i siti web pericolosi. Si può utilizzare anche ScrubIT, un servizio gratuito che, impiegando la risoluzione DNS, impedisce la navigazione su siti pericolosi (perché distributori di malware o con contenuti pornografici).

Come OpenDNS, ScrubIT protegge da siti maliziosi o errori di digitazione, ma anche dall’accesso a contenuti pornografici o pedo-pornografici.

Infine, è importante ricordare che non basta un filtro per garantire sicurezza: è indispensabile il dialogo aperto e costante genitore-figlio, per insegnare ai più piccoli sui pericoli potenziale ed evitare la frequentazione di siti maliziosi.

Commenti Facebook: