Consumi energetici: come ridurli con l’ecobonus

Per ridurre i consumi energetici in casa è possibile seguir diverse strade. Una delle soluzioni da valutare è rappresentata dall’Ecobonus. si tratta di un’agevolazione fiscale che viene concessa ai contribuenti che sostengono spese per interventi di riqualificazione energetica di un immobile. Ecco qualche dettaglio in più su questo bonus che verrà confermato anche per il prossimo anno dal Governo. 

Ecco tutti i vantaggi offerti dall'Ecobonus

Per ridurre i consumi energetici in casa è possibile valutare diverse opzioni. Dopo aver scelto la tariffa dell’energia più conveniente (è possibile sfruttare il comparatore di SosTariffe.it per offerte energia elettrica per individuare la tariffa più vantaggiosa) una delle opzioni da tenere in forte considerazione è, senza dubbio, l’Ecobonus.

Si tratta di un’agevolazione fiscale disponibile per tutti i contribuenti che vanno a sostenere spese per interventi di riqualificazione energetica di casa. L’Ecobonus è disponibile anche sugli edifici condominiali o per locali commerciali, uffici, negozi e capannoni.

Se la spesa viene effettuata da un contribuente privato, l’Ecobonus si traduce in una detrazione dall’Irpef mentre se la spesa di riqualificazione viene effettuata da un’azienda si registra una detrazione dell’Ires. In ogni caso, quest’agevolazione rappresenta un’occasione da non farsi sfuggire per ammodernare la casa o comunque il proprio immobile andando a migliorare l’efficienza energetica e, quindi, andando a ridurre il suo fabbisogno di energia e, quindi, i consumi e l’importo della bolletta.

Scopri le tariffe per l’energia elettrica più convenienti

Attualmente l’Ecobonus prevede una detrazione del 65% ma molti dettagli potrebbero cambiare con la nuova legge di bilancio 2018. In ogni caso, per chi vuole sfruttare quest’agevolazione è previsto un preciso tetto di spesa massima che va dai 30 mila Euro per la sostituzione di un impianto di climatizzazione invernale sino ai 100 mila Euro per gli interventi di riqualificazione energetica di un edificio esistente.

Con la nuova legge di Bilancio, inoltre, l’agevolazione garantita dall’Ecobonus scenderà al 50% per la sostituzione di infissi e schermature per un immobile e per l’installazione di caldaie a condensazione e a biomasse. Da notare, in ogni caso, che per quanto riguarda gli utenti privati, la detrazione può essere sfruttata anche dai familiari conviventi del soggetto che possiede l’immobile.

A conti fatti, quindi, per ridurre i consumi energetici di casa avviare interventi di riqualificazione energetica e, quindi, sfruttare l’Ecobonus rappresenta una soluzione sicuramente vantaggiosa.

 

Commenti Facebook: