Assicurare il diritto alla banda larga a prezzi accessibili è urgente

Fabián E. Bustamante, docente di Informatica presso il Dipartimento di Ingegneria Elettrica e di Informatica della Northwestern University (Evanston, Illinois, USA), ha scritto un articolo per Forbes in cui traccia un panorama del mercato della banda larga statunitense e in cui sostiene l’urgenza di assicurare il diritto alla banda larga a prezzi accessibili. Non c’è soltanto un problema di disponibilità (diffusione delle infrastrutture). E non c’è soltanto un problema di velocità. Anzi, il vero limite del mercato della banda larga a stelle e strisce risiede nella scarsa accessibilità

Accedere a Internet con velocità adeguate e a costi ragionevoli significa poter fruire di servizi amministrativi, educativi e medici
Perché è urgente assicurare il diritto alla banda larga a prezzi accessibili

50 milioni di statunitensi non hanno accesso a Internet. Eppure, in materia di banda larga (ADSL, Fibra Ottica, Cavo, Internet Mobile), gli USA vantano buoni numeri con riferimento sia alla penetrazione presso la popolazione (84%) sia alla velocità di connessione (11,5 Mbps a fronte di una media globale di 4,5 Mbps, Akamai Technologies).

Sono i prezzi di accesso a Internet a tenere fuori dalla Rete quei 50 milioni di statunitensi, sostiene Fabián E. Bustamante, docente di Informatica presso il Dipartimento di Ingegneria Elettrica e di Informatica della Northwestern University (Evanston, Illinois, USA), in un articolo scritto per Forbes.

Confronta offerte ADSL

Quanto costa connettersi a Internet negli USA, in Asia e in Europa è stato illustrato da OTI (Open Technology Institute) nell’edizione 2014 del rapporto The Cost of Connectivity. E proprio al medesimo rapporto fa riferimento Bustamante per evidenziare quanto siano elevati, almeno in alcune città statunitensi, i prezzi praticati dagli ISP (Internet Service Provider).

Il docente cita inoltre uno studio del Pew Research Center’s Internet & American Life Project, stando al quale il 91% degli adulti statunitensi con un reddito annuo superiore ai 75.000 dollari utilizza servizi di connettività a Internet a banda larga ad alta velocità, mentre la percentuale scende al 52% tra chi ha entrate annue inferiori ai 30.000 dollari.

Confronta offerte Internet Mobile

Parte del problema è la mancanza di competizione, prosegue Bustamante. In uno studio pubblicato dalla Casa Bianca, si evidenzia che circa il 40% delle famiglie statunitensi non è nelle condizioni di poter acquistare servizi a banda larga fissa con velocità (nominali) pari a 10 Mbps e che tre cittadini su quattro non hanno possibilità di scegliere fra più ISP.

Barack Obama è impegnato proprio per favorire la competizione nel mercato dei servizi di accesso a Internet a banda larga e per favorire iniziative che possano estendere gli stessi alle aree più svantaggiate del territorio statunitense.

Il presidente degli Stati Uniti d’America, nello specifico, si è attivato affinché siano rimossi gli ostacoli legislativi che impediscono alle comunità locali (municipi, enti etc.) di implementare reti cittadine per offrire servizi di connettività a Internet a banda larga.

Con il pacchetto American Recovery and Reinvestment Act, sono stati destinati 4,7 miliardi alla NTIA (National Telecommunications and Information Administration) per sostenere lo sviluppo di infrastrutture per la banda larga, incoraggiare l’adozione di servizi broadband, sviluppare e mantenere una mappa nazionale dei servizi disponibili.

Si tratta del cosiddetto BTOP (Broadband Technology Opportunities Program), vale a dire dell’iniziativa BroadbandUSA. Non è certo l’unico modello di sviluppo perseguibile per favorire la penetrazione e l’adozione della banda larga. Altri Paesi hanno intrapreso percorsi diversi.

Qualunque sia il percorso, evidenzia Bustamante, è in ogni caso urgente assicurare il diritto alla banda larga a prezzi accessibili. Perché Internet è diventato uno strumento indispensabile per lo sviluppo e il progresso umano, perché accedere alla Rete con velocità adeguate e a costi ragionevoli significa poter fruire di servizi amministrativi, educativi e medici.

Commenti Facebook: