Riaperture Apple Store di Maggio 2020: tutti i punti vendita e cosa si può acquistare

Gli Apple Store sono stati chiusi come le altre attività per il periodo di lockdown da Marzo a fine Aprile, in questo periodo è stata garantita solo l’assistenza ai clienti. Sembra ormai sicuro il ritardo nella produzione e presentazione dell’ultimo iPhone 12.  Il sito della compagnia ha permesso regolarmente di acquistare i prodotti e di seguire corsi e iniziative della Apple. Adesso dal 4 Maggio seguendo le norme imposte dal Decreto del 26 Aprile sarà possibile riaprire molti negozi al dettaglio, ecco con quali regole e quali prodotti saranno in vendita nei negozi della Mela

Le novità sulla riapertura degli Apple Store a Maggio

Dall’11 Marzo le serrande degli Apple Store italiani sono state abbassate fino a data da destinarsi “A seguito delle misure di precauzione sanitaria attualmente in vigore”. Nella nota diffusa dopo l’aggravarsi della situazione sanitaria e la dichiarazione del lockdown totale da parte del Governo la società ha fatto sapere: “Sosteniamo il lavoro per contenere e gestire la diffusione di COVID-19 e la nostra priorità rimane la salute e la sicurezza di tutti nelle comunità che serviamo. Per questo motivo, i nostri negozi in Italia rimarranno chiusi fino a nuovo ordine”.

La chiusura degli Apple Store è stata progressiva, nella stessa comunicazione infatti era contenuta una puntualizzazione: “Comprendiamo che i clienti potrebbero aver bisogno del supporto Apple in questo periodo di difficoltà e assicureremo che il nostro servizio di assistenza online e telefonico, così come il negozio online, restino aperti per i clienti. Monitoreremo attentamente la situazione e non vediamo l’ora di riaprire i nostri negozi il prima possibile”.

Come acquistare i migliori cellulari Apple

Melaphonini, pc, iPad e tutti i dispositivi Apple Tv sono stati disponibili negli store online e i clienti hanno continuato a poter acquistare gli smartphone della Apple con le offerte mobile telefono incluso dei gestori di telefonia. Per conoscere le migliori promozioni mobile per avere l’ultimo modello di iPhone o uno degli altri smartphone di Apple a rate potete utilizzare il comparatore di SosTariffe.it. Lo strumento vi permetterà di  filtrare le promozioni mobile che includono l’acquisto di uno smartphone a rate. Nella fase di avvio della ricerca si può anche decidere di analizzare solo le offerte con iPhone 11 o altri modelli specifici.

In questo modo in pochi secondi lo strumento di raffronto vi restituirà i risultati riportando non solo il costo del canone del piano telefonico, ma anche la rata mensile proposta e le condizioni delle proposte smartphone incluso. Queste offerte sono molto interessanti perché permettono di comprare a piccole rate mensili device da centinaia o migliaia di euro, ma nascondono delle insidie. In particolare è importante fare attenzione alle condizioni su anticipo e rate finali, soprattutto le promozioni che prevedono un versamento importante alla fine del periodo di rateizzazione sono poco poco convenienti. Per conoscere in dettaglio le condizioni dovrete semplicemente cliccare sul pulsante Maggiori dettagli che si trova accanto a ciascuna offerta.

Scopri le promozioni telefono incluso

Se per esempio volete acquistare un iPhone 11 128GB potrete averlo con le promozioni Iliad o con i piani di TIM Advance 4.5G, i primi sono senza vincoli contrattuali mentre con TIM l’offerta smartphone è condizionata ad un periodo di fedeltà al gestore di 30 mesi.  Con Iliad il melafonino sarà vostro con il versamento di 189 euro in fase di acquisto e poi con 3o rate da 21 euro. Con TIM Advance il contributo iniziale sarà di 149 euro e poi 10 euro al mese per 30 mesi.

Riapertura degli Store e assistenza clienti Apple

In questi mesi i prodotti informatici e di elettronica non hanno subito un arresto, anzi sono stati uno dei settori che ha visto un’impennata delle vendite data l’improvvisa domanda degli utenti che si sono dovuti attrezzati in pochi giorni per adattare una postazione di lavoro nelle proprie abitazioni. In Italia è stato dunque possibile fare acquisti, seguire i webinar e avere assistenza tramite il sito e canali social della Apple. Anche dopo l’annuncio della chiusura il servizio di supporto clienti e riparazione hardware Genius Bar ha continuato a funzionare con regolarità. Sono stati potenziati i numeri per chattare e chiamare i tecnici per l’assistenza di programmi e dispositivi Apple. Per i problemi meno urgenti il canale suggerito era quello del supporto via mail. Per chi avesse necessità poi di spedire il proprio device danneggiato è sempre rimasta attiva la possibilità di spedizione tramite corriere o presso un fornitore autorizzato.

I negozi della Mela avrebbero potuto rimanere in attività durante il lockdown, secondo le disposizioni dei decreti infatti i negozi di apparecchi informatici e di telecomunicazioni erano ritenuti necessari vista la necessità di implementare lo smart working e la didattica a distanza. La riapertura degli Apple Store non dipende a pieno quindi dall’allentamento delle misure restrittive per diversi settori produttivi e per varie fasce del commercio al dettaglio che è stata decisa per il 4 Maggio. La vice presidente di Apple e responsabile dei negozi al dettaglio e del personale Deirdre O’Brien ha annunciato, durante il settimanale incontro virtuale con i dipendenti per aggiornarli sulla situazione, che molti Apple Store riapriranno a Maggio.

Non c’è un elenco preciso o una data univoca per la ripresa, ma solo un riferimento della stessa O’Brien che avrebbe dichiarato che la società continuare a monitorare gli sviluppi dell’emergenza coronavirus in diversi paesi del mondo e che le aspettative sono di poter riaprire molti negozi. Nel frattempo i dipendenti hanno continuato la formazione online e a meeting aziendali.Gli unici ad aver sempre continuato la propria attività sono stati i tecnici dei servizio di supporto e i Genius per la riparazioni e l’assistenza a distanza.

Le misure di sicurezza

Le misure per la riapertura dei 458 punti vendita chiusi nel mondo sarà differente da Paese a Paese, in Italia secondo le più recenti disposizioni i negozi dovranno adattarsi per far rispettare il distanziamento di almeno 1 metro tra una persona e l’altra, ingressi contingentati, gel disinfettante per le mani, le mascherine per il personale e le operazioni di sanificazione dei locali e dei prodotti. In dettaglio le disposizioni del Decreto del 26 Aprile prevedono che i negozi al dettaglio che riapriranno dovranno garantire una pulizia degli ambienti almeno due volte al giorno, si dovranno anche indossare guanti usa e getta.

Per i negozi come quelli della Apple in cui ci sono tablet, tastiere e oggetti touch sarà necessario disporre di gel e sistemi per disinfezione della mani accanto alle postazioni, o comunque in numero sufficiente a coprire le esigenze dei clienti e la sanificazione dei dispositivi tra un utente e l’altro. Sul contingentamento degli ingressi il numero massimo di clienti che potranno accedere ai locali dipenderà dalle dimensioni dello Store.

Per esempio in negozio fino a quaranta metri è esplicitato nel documento che potrà accedere un solo cliente per volta e che potranno esserci solo 2 commessi o addetti alle vendite. In ogni caso si dovranno stabilire dei precisi percorsi di entrata ed uscita degli utenti, si dovranno indicare con dei segnali visibili le raccomandazioni sul distanziamento e sul rispetto delle norme sanitarie. I negozi potranno decidere di ampliare le fasce orarie di apertura per poter garantire un minore affollamento.

 

Sulle possibilità di acquisto per i clienti non sono ancora disponibili delle informazioni dettagliate, se si seguirà quanto fatto dalla società a Seoul sarà permesso sia portare i propri prodotti in negozio per avere assistenza che comprare merce. Nei punti vendita della Corea del Sud però è anche stato imposto di misurare la temperatura a chiunque entrasse negli Store. Riguarda a quello che si potrà acquistare ci sono i dispositivi mobili e i pc, le stampanti, i tablet e ogni device elettronico disponibile.

Le novità in vendita e i ritardi per l’uscita del nuovo iPhone

Gli ultimi modelli di smartphone lanciati prima di questa emergenza sono gli iPhone 11 e gli X, la crisi del coronavirus avrebbe rallentato i lavori e portato alla posticipazione del lancio del nuovo cellulare della Mela l’iPhone 12. Il Wall Street Journal solo qualche giorno fa riportava la notizia di una riduzione della produzione del 20% per i prossimi 6 mesi del 2020 da parte dell’azienda di Cupertino. Non è ancora chiaro quale sarà l’effetto finale sui prezzi dei nuovi apparecchi. Il nuovo modello di smartphone tra l’altro dovrebbe essere il primo iPhone compatibile con la navigazione in 5G.

In questi mesi di chiusura non sono però mancate le novità nel catalogo della Apple. Sono stati presentati:

  • un nuovo Mac Book Air con Magic Keyboard e spazio di archiviazione duplicato (256 GB) e con processore Intel Core di decima generazione con Turbo Boost fino a 3,8GHz
  • l’iPad Pro con  chip A12Z Bionic, l’innovativo scanner LiDAR e la Magic Keyboard con trackpad, tra le caratteristiche segnalate ci sono il display Retina, una batteria che dura fino a 10 ore, connessione LTE migliorata del 60% e supporto di più bande. Il dispositivo è disponibile sia nella versione da 11” che in quella da 12.9”
  • e il nuovo iPhone SE con chip A13 Bionic, lo stesso dei modelli iPhone 11,  display Retina HD da 4.7” e Touch ID, questo modello è resistente all’acqua (fino a 1 metro di profondità per 30 minuti). Anche se è un modello a singola fotocamera è uno smartphone con grandangolo da 12MPX. Il costo è di circa 500 euro

 

 

 

 

Commenti Facebook: