Qual è il limite ISEE per il bonus bollette di Settembre 2023?

Ecco qual è il tetto ISEE per beneficiare dei bonus luce e gas a settembre 2023 e come fare a ridurre le spese di energia e metano scegliendo le migliori offerte luce e gas del Mercato Libero con il comparatore di SOStariffe.it.

In 30 secondi

Bonus Bollette, ecco il limite ISEE per ottenere gli sconti sulle spese di luce e gas a settembre 2023:
  1. Per tutto il 2023, possono accedere ai bonus luce e gas famiglie con ISEE fino a 15mila€
  2. Il limite ISEE sale a 30mila€ per le famiglie numerose (con almeno 4 figli a carico)
  3. Non solo aiuti: come ridurre il costo di energia e gas con le migliori offerte luce e gas del Mercato Libero
Qual è il limite ISEE per il bonus bollette di Settembre 2023?

Qual è il requisito di reddito necessario per beneficiare dei bonus sociali luce e gas, gli sconti in bolletta che aiutano le famiglie a più basso reddito a far fronte alle spese di energia elettrica e metano? Ecco la risposta a questa domanda nel paragrafo che segue. Prima di procedere oltre, è importante ricordare che il bonus bollette non basta.

Per risparmiare sulla spesa per le bollette è fondamentale trovare le migliori offerte luce e gas del Mercato Libero a settembre 2023 con il comparatore di SOStariffe.it, accessibile al link di seguito. Bastano pochi clic per individuare le tariffe più vantaggiose da attivare oggi.

SCOPRI LE MIGLIORI OFFERTE LUCE E GAS »

Bonus luce e gas: ecco il tetto ISEE per ottenerli a Settembre 2023

LE DOMANDE LE RISPOSTE
Qual è il limite ISEE per ottenere i bonus luce e gas per disagio economico?
  • Fino a 15.000€ 
  • Fino a 30.000€ (per famiglie numerose, con almeno 4 figli a carico)
Entro quale fascia di reddito si ottiene l’importo pieno dei bonus?
  • Le famiglie con ISEE inferiore a 9.530€ riceveranno il 100% dell’importo previsto dai bonus
  • Le famiglie con ISEE tra 9.530€ e 15.000€ otterranno il bonus all’80% dell’importo ordinario
Fino a quando è in vigore questa soglia ISEE?
  • Fino al 31 dicembre 2023, come prevede la manovra di Bilancio 2023 (Legge 197/2022)

A settembre 2023, è possibile beneficiare delle riduzioni in bolletta garantite dai bonus luce e gas per disagio economico nei seguenti casi:

  • qualora si appartenga a un nucleo familiare con ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) inferiore a 15.000 euro;
  • qualora si appartenga a un nucleo familiare con almeno 4 figli a carico (famiglia numerosa) e indicatore ISEE inferiore a 30.000 euro;
  • nel caso in cui si faccia parte di un nucleo familiare titolare di Reddito o Pensione di cittadinanza.

All’interno di questa classificazione, va poi fatta un’ulteriore differenziazione:

  • le famiglie con meno di 4 figli e con ISEE inferiore a 9.530 euro si vedranno riconosciuti bonus luce e gas dall’importo pieno (al 100%);
  • le famiglie con ISEE compreso tra 9.530 euro e 15.000 euro otterranno uno bonus ridotto all’80% rispetto all’assegno ordinario.

Ricordiamo, inoltre, che i bonus luce e gas per disagio economico non dovranno essere richiesti: gli sconti sono accreditati in automatico ai cittadini o ai nuclei familiari che presentino annualmente la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) e che abbiano un ISEE valido ed entro la soglia stabilita. Questo significa che gli aventi diritto si vedranno lo sconto accreditato in automatico in bolletta.

Mentre i bonus luce e gas per disagio economico sono vincolati al rispetto delle soglie ISEE elencate qui sopra, l’erogazione del bonus elettrico per disagio fisico non è in alcun modo vincolato al reddito. Al contrario, esso dipende, tra l’altro, dalla situazione di grave condizione di salute e dalla necessità di uno dei componenti del nucleo familiare ad utilizzare apparecchiature elettromedicali per supporto vitale.

Potenziati a più riprese prima dal governo Draghi e poi dall’esecutivo Meloni per mitigare l’impatto della crisi energetica, i bonus luce e gas sono stati un vero e proprio salvagente a cui le famiglie più vulnerabili si sono aggrappate nei mesi scorsi. Il rafforzamento di questi sconti in bolletta è finora garantito, con decreto del governo, sino al 30 settembre 2023. Leggi qui cosa succederà dopo questa data e quali sono i possibili scenari.

Come risparmiare scegliendo il Mercato Libero a Settembre 2023

Al di là delle agevolazioni statali, una mossa per alleggerire le bollette è quella di ridurre quanto più possibile il costo unitario dell’energia elettrica e del metano (costo kWh e costo metano al metro cubo), che rappresenta la voce di spesa più cospicua in bolletta (circa il 70% dell’importo complessivo).

Per farlo, basta individuare le offerte luce e gas del Mercato Libero più competitive a settembre 2023 con il comparatore di SOStariffe.it per offerte luce e gas, accessibile al link qui sotto:

SCOPRI LE MIGLIORI OFFERTE LUCE E GAS »

Questo strumento (semplice, intuitivo e gratuito) aiuta i clienti domestici a setacciare le soluzioni luce e gas proposte dai gestori energetici del Mercato Libero, a confrontarle a partire dai propri dati reali di consumo e a scegliere la promozione più vantaggiosa sulla base del proprio fabbisogno energetico.

Una volta scelta l’offerta che si sposa con le proprie abitudini di consumo, si potrà procedere con l’attivazione online, raggiungendo il sito del fornitore. Per ultimare questa procedura, è necessario tenere a portata di mano le seguenti informazioni:

  • i dati anagrafici dell’intestatario della fornitura;
  • i dati della fornitura stessa (codice POD per l’energia e codice PDR per il metano);
  • eventuali coordinate bancarie per l’addebito diretto delle bollette su conto corrente.

Aggiornamenti all’8 Settembre 2023

Il Bonus Bollette si compone, per tutto il terzo trimestre del 2023, di un bonus ordinario e di un bonus integrativo. La somma dei due bonus permette di incrementare lo sconto in bolletta previsto per tutti i beneficiari dell’agevolazione. Per il momento, per il quarto trimestre del 2023 non è previsto alcun potenziamento dei bonus.

Il Governo ha, però, confermato di essere al lavoro su un nuovo intervento sui Bonus Bollette. Le soglie ISEE incrementate sono valide per tutto il 2023 e, quindi, per il momento, non sono in arrivo novità in merito.

Per il prossimo trimestre (ottobre – dicembre 2023) è previsto, però, l’arrivo di un nuovo potenziamento per i bonus, grazie a un nuovo decreto energia che dovrebbe essere definito entro fine settembre, comprendendo anche misure destinate a contrastare il caro carburanti.

Al momento, non ci sono dettagli precisi in merito all’intervento che dovrebbe tradursi in una proroga di quanto già fatto in passato. Sarà necessario verificare quale sarà lo stanziamento dedicato al potenziamento dei Bonus. In base ai fondi disponibili, infatti, ARERA, l’Autorità italiana per l’energia, potrà definire l’importo effettivo dei bonus per il quarto trimestre.