Bonus luce e gas Luglio 2023: requisiti e richiesta per avere lo sconto in bolletta

Ecco una fotografia dei bonus luce e gas a luglio 2023, anche alla luce della recente decisione del governo di prorogare lo sconto aggiuntivo in bolletta per tutto il terzo trimestre 2023. Beneficiari, requisiti di accesso e importi su SOStariffe.it.

In 30 secondi

Bonus sociali luce e gas, la fotografia degli aiuti a luglio 2023:
  1. Il governo Meloni ha confermato i bonus luce e gas potenziati fino al 30 settembre 2023
  2. Chi ha diritto agli sconti in bolletta e come ottenerli a luglio 2023
  3. Quali sono gli importi dei bonus elettrico e gas a luglio 2023
  4. Come massimizzare gli aiuti statali risparmiando con le offerte luce e gas del Mercato Libero
Bonus luce e gas Luglio 2023: requisiti e richiesta per avere lo sconto in bolletta

Le famiglie italiane più vulnerabili potranno fare affidamento, anche a luglio 2023, sui bonus luce e gas potenziati per pagare le bollette dell’elettricità e del metano. Il governo di centrodestra guidato dalla premier Giorgia Meloni ha, infatti, deciso di prorogare (sino al 30 settembre 2023) gli aiuti statali contro il caro energia, estendendo di fatto l’efficacia temporale delle misure già contenute nel decreto Bollette, ma in scadenza il 30 giugno 2023.

Alla luce di queste novità, gli esperti di SOStariffe.it tracciano un identikit dei bonus sociali luce e gas a luglio 2023, chiarendo ai consumatori chi siano i beneficiari, quali siano i requisiti di accesso per beneficiare dello sconto in bolletta e i nuovi importi dei bonus appena comunicati da ARERA, l’Autorità di regolazione per energia, reti e ambiente.

È inoltre bene ricordare che il comparatore di SOStariffe.it per offerte luce e gas aiuta i clienti domestici a caccia di minori uscite per le utenze di casa a confrontare le soluzioni proposte dai gestori energia e gas del Mercato Libero e a individuare la promozione più vantaggiosa sulla base del proprio fabbisogno energetico.

Clicca al link di seguito per accedere gratuitamente al comparatore di SOStariffe.it. Una volta approdati sulla pagina, basterà inserire il dato riferito al proprio consumo annuo di energia elettrica o metano (lo si trova facilmente in bolletta o lo si può stimare usando i filtri integrati nel comparatore stesso) per avere una classifica delle offerte con il miglior rapporto qualità/prezzo a luglio 2023.

SCOPRI LE MIGLIORI OFFERTE LUCE E GAS »

Bonus luce e gas: chi ne ha diritto e come ottenerli a Luglio 2023

BONUS LUCE E GAS: DOMANDE BONUS LUCE E GAS: RISPOSTE
Che cosa sono i bonus luce e gas?
  • Sono speciali sconti in bolletta che aiutano le famiglie più vulnerabili a pagare le spese di energia e metano
Quanti tipi di bonus esistono?
  • Bonus luce e gas per disagio economico
  • Bonus elettrico per disagio fisico
Qual è la loro principale differenza?
  • I bonus luce e gas per disagio economico sono subordinati alla presentazione dell’ISEE, mentre l’erogazione del bonus per disagio fisico non dipende dalla situazione reddituale del richiedente
Cosa significa che i bonus luce e gas sono potenziati fino a settembre 2023?
  • Significa che allo sconto ordinario sarà applicato agli aventi diritto un bonus aggiuntivo (o straordinario) così da irrobustire l’ammontare complessivo dell’agevolazione in bolletta
Fino a quando è in vigore la proroga varata dal governo?
  • Fino al 30 settembre 2023

I bonus luce e gas sono speciali sconti in bolletta che aiutano le famiglie in condizioni di disagio economico e fisico a far fronte alle spese di elettricità e metano. Di conseguenza, i bonus sociali sono rivolti a:

  • titolari di utenze domestiche/nuclei familiari in condizioni di disagio economico;
  • nuclei familiari in cui è presente un componente che si trova in condizioni di disagio fisico.

Bonus luce e gas per disagio economico

A luglio 2023 possono beneficiare dei bonus luce e gas per disagio economico:

  • i nuclei familiari con ISEE non superiore a 15.000 euro;
  • i nuclei familiari titolari del Reddito o della Pensione di Cittadinanza;
  • le famiglie numerose (almeno 4 figli a carico) con ISEE non superiore a 30.000 euro.

A questo proposito, è bene però precisare che solo le famiglie con meno di 4 figli e ISEE non superiore a 9.530 euro potranno beneficiare dell’importo al 100% del bonus. I nuclei familiari che abbiano un ISEE compreso tra 9.530 euro e 15.000 euro riceveranno, invece, bonus dall’importo ridotto all’80% rispetto alla quota totale.

Ai lettori di SOStariffe.it che si stiano chiedendo in che modo si possano ottenere i bonus luce e gas per disagio economico, ecco la risposta: essi sono erogati in automatico alle famiglie che soddisfino i requisiti ISEE richiesti, purché abbiano presentato la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU).

Bonus elettrico per disagio fisico

Cambia, invece, la procedura per vedersi riconosciuto il bonus elettrico per condizioni di disagio fisico. In questo caso, serve fare un’apposita richiesta ai Comuni o ai CAF abilitati. Tra i documenti indispensabili c’è anche un certificato ASL che possa attestare:

  • la situazione di grave condizione di salute;
  • la necessità di utilizzare apparecchiature elettromedicali per supporto vitale;
  • il tipo di apparecchiatura utilizzata e le ore di utilizzo giornaliero;
  • l’indirizzo presso il quale l’apparecchiatura è installata.

Da ARERA fanno sapere che il bonus elettrico per disagio fisico può essere cumulato con i bonus luce e gas per disagio economico a fronte dei rispettivi requisiti di accesso.

Bonus luce e gas: quanto si risparmia con lo sconto a Luglio 2023

TERZO TRIMESTRE 2023 (1° LUGLIO – 30 SETTEMBRE) IL RISPARMIO IN BOLLETTA
Bonus Luce per disagio economico Da 50,6 euro a 67,16 euro (importo del bonus al 100%)
Bonus Gas per disagio economico Da 11,04 euro a 42,32 euro (importo del bonus al 100%)
Bonus elettrico per gravi condizioni di salute Da 59,80 euro a 210,68 euro

Di seguito analizziamo gli importi dei bonus luce e gas per disagio economico e fisico in vigore per tutto il terzo trimestre 2023.

Il bonus elettrico per disagio economico, erogato sulla base del numero dei componenti del nucleo familiare, si traduce in un risparmio complessivo in bolletta che va da un minimo di 50,6 euro per famiglie con uno o due componenti al suo interno a 67,16 euro per le famiglie con oltre quattro componenti. Gli importi riportati qui sopra, che includono anche il bonus straordinario, sono quelli previsti per le famiglie aventi diritto all’importo pieno del bonus (ISEE fino a 9.530 euro).

Per quanto riguarda il bonus gas per disagio economico, invece, il risparmio complessivo (assegno ordinario + bonus integrativo) nel terzo trimestre si attesta tra gli 11,04 euro e i 42,32 euro. Anche in questo caso le cifre si riferiscono all’ammontare pieno del bonus. Ricordiamo che, per il bonus gas, lo sconto dipende da:

  • il numero di componenti del nucleo familiare;
  • il tipo di utilizzo del gas (acqua calda e/o uso cottura oppure riscaldamento e acqua calda e/o uso cottura);
  • la zona climatica dove è ubicata la fornitura.

I beneficiari del bonus elettrico per gravi condizioni di salute potranno, invece, contare su uno sconto variabile in un range tra i 59,80 euro nel corso del terzo trimestre e i 210,68 euro sempre. L’importo effettivo attribuito a ciascun richiedente dipenderà dalla tipologia di apparecchiature elettromedicali salvavita utilizzate, dalla potenza contrattuale e dal tempo giornaliero di utilizzo.