Bollette luce e gas rinvio: come posticipare le bollette

I principali fornitori di luce e gas, oltre a seguire le direttive dell’ARERA su rinvii delle sospensioni per morosità, hanno anche annunciato che i propri clienti in difficoltà potranno richiedere di posticipare i pagamenti delle bollette. Ecco una panoramica sulle disposizioni prese dalle singole società, le decisioni dell’authority e i provvedimenti per gli 11 comuni dichiarati zone rosse nelle prime fasi di emergenza Covid-19. Tutto quello che serve sapere sul rinvio delle bollette luce e gas e come chiedere le proroghe

Come richiedere i rinvii delle bollette luce e gas

Il 4 Maggio si avvicina e il discorso dell’emergenza coronavirus in Italia vira sempre più verso le condizioni della Fase 2. A rendere possibile la discussione sull’allentamento delle restrizioni su spostamenti delle persone e riapertura delle attività è stata la progressiva discesa dei dati su contagi e guariti.

Durante la conferenza stampa della Protezione civile delle 18 del 20 Aprile è stato resto noto che nel nostro Paese i cittadini risultati positivi al Covid-19 sono 108.237, di questi i nuovi casi registrati rispetto al giorno precedente sono stati 2.256. I guariti in più tra il 19 Aprile e il 20 sono stati 1.822, questo porta il numero delle persone dimesse o dichiarate guarite a 48.877. I morti nelle ultime 24 ore sono stati 454, uno dei conteggi più bassi dall’inizio dell’epidemia.

Le misure speciali per l’emergenza coronavirus

Se dal lato dell’emergenza sanitaria si inizia a credere che il peggio sia passato, non altrettanto si può dire per quel che sarà la fase economica che seguirà il lockdown. Sono moltissimi i casi di disagio economico che stanno emergendo e il Governo, dal primo Decreto del 9 Marzo ad oggi, sta avviando misure speciali per supportare le famiglie e le imprese.

Una delle iniziative per alleviare i problemi economici, almeno nell’immediato, per migliaia di cittadini è stata la disposizione del rinvio del blocco delle utenze per morosità a cui poi ha fatto seguito da parte delle società di fornitura luce e gas la possibilità di rinviare i pagamenti delle utenze.

Le misure variano da operatore ad operatore, ecco come fare domanda per posticipare i pagamenti luce e gas di Marzo e Aprile con Eni, Enel, E.ON,  Sorgenia, Iberdrola, Heracomm e altri.
Scopri le offerte luce per risparmiare di più

ARERA, le disposizioni sui rinvii delle bollette

L’authority è stata incaricata dal Governo di studiare le soluzioni che permettano di gestire al meglio la grave situazione di disagio economico dei cittadini e i pagamenti delle utenze. L’ARERA l’11 Marzo, subito la pubblicazione del Decreto Cura Italia, data di inizio dell’isolamento dell’intera Penisola, ha pubblicato un documento in cui “sollecita tutti gli operatori responsabili per l’erogazione di servizi di pubblica utilità nei settori di propria competenza a dare priorità assoluta alla garanzia della continuità e disponibilità dei servizi in condizioni di sicurezza”.

Il giorno successivo inoltre ha fornito la seguenti direttive agli operatori dei settori luce e gas: “Tutte le eventuali procedure di sospensione delle forniture di energia elettrica, gas e acqua per morosità – di famiglie e piccole imprese – vengono rimandate dal 10 marzo scorso e fino al 3 aprile 2020. Viene inoltre istituito un conto presso la Cassa per i servizi energetici e ambientali, con disponibilità fino a 1 miliardo, per garantire la sostenibilità degli attuali e futuri interventi regolatori a favore di consumatori e utenti”.

Ad oggi il termine di questa misura di sostegno alle famiglie e alle imprese dovrebbe terminare con la data del 4 Maggio. L’unica zona per cui non sono mai cambiate le direttive iniziali date dalla authority è quella degli 11 comuni della zona rossa. Per Bertonico, Casalpusterlengo, Castelgerundo, Castiglione D’Adda, Codogno, Fombio, Maleo, San Fiorano, Somaglia, Terranova dei Passerini e Vo’ (unico comune Veneto della lista) la moratoria di sospensione dei pagamenti di luce, acqua e gas terminerà il 30 Aprile come da primo documento dell’ARERA.

Rinvii e proroghe, chi beneficia di questo posticipo

La misura dell’ARERA permette a coloro che avevano già una procedura di sospensione dei servizi di fornitura perché morosi di continuare ad utilizzare luce, gas e acqua nel periodo di isolamento domestico. Al termine del lockdown inoltre l’iter per procedere ai distaccamenti per mancati pagamenti ripartiranno da zero, permettendo ai cittadini di avere qualche altra settimana per tentare di sistemare la situazione.

Per quanto riguarda i rinvii dei pagamenti le condizioni saranno poi da contrattare con il singolo fornitore del libero mercato o del Servizio a Maggiori tutele, ci sono però dei punti fissi:

  • nessuna mora per versamenti in ritardo
  • prolungamento delle date delle bollette
  • no interessi sulla rateizzazione dei pagamenti delle utenze

Il blocco delle interruzioni dei servizi per i clienti rimasti indietro con i versamenti delle bollette secondo quanto disposto dall’ARERA interesserà:

  • gli utenti con contratti domestici in bassa tensione del settore energetico
  • per il gas sono coinvolti i clienti domestici e quelli non domestici che abbiano un consumo non superiore ai 200.000 smc/anno
  • coloro che hanno dei contratti per la fornitura dell’acqua, sia domestici e non domestici

Per le stesse categorie sarà anche applicata la sospensione delle more per i pagamenti in ritardo. Sono stati invitati anche gli operatori del libero mercato ad attivare le stesse procedure per aiutare i cittadini con problemi economici. Inoltre è diventato possibile modificare le proprie condizioni di pagamento, chi non avesse attivato in fase di contratto l’abilitazione ai processi telematici di versamento e invio delle bollette potrà farlo senza costi aggiuntivi.

La rateizzazione dei pagamenti, alle condizioni che vedremo tra poco, è stata proposta per i clienti dei servizio a Maggiori tutele, chi ha un’offerta PLACET. Le stesse iniziative valgono anche per i clienti con contratti per la fornitura idrica.

Pagamenti a rate, come richiederli

Uno dei maggiori aiuti per tutti i cittadini che, a causa delle attuali restrizioni per il contenimento del contagio da Covid-19, hanno perso il lavoro, sono in Cassa integrazione, o che stanno vivendo delle situazioni di difficoltà, è la dilazione dei pagamenti delle utenze.

Le categorie di clienti per cui l’ARERA per cui ha previsto questa possibilità sono quelle descritte sopra, quindi clienti del servizio a Maggiori tutele e quelli con contratti PLACET. Per questi utenti è previsto che le prossime fatture contengano i dettagli su come dilazionare i pagamenti. Ciò non toglie che tutti gli operatori invitano i clienti che non riescano a rispettare le scadenze delle bollette, per motivi economici e non, a comunicarlo tramite il servizio clienti per concordare un piano di pagamento a rate.

I piani a rate e i rinvii di A2A ed Eni

Ogni compagnia, oltre ad adeguarsi a quanto deciso dalla authority, ha pubblicato le proprie iniziative a sostegno dei propri clienti. A2A è stato tra i primi gruppi ad annunciare di aver attivato la sospensione delle interruzioni per i clienti morosi fino al termine dell’emergenze, anche l’invio delle lettere di solletico è stato bloccato.

Le bollette con scadenze fino al 18 Aprile sono state in automatico prorogate fino all’8 Maggio per consentire agli utenti di pagare le utenze, non saranno addebitati i costi per il ritardo. Si può anche attivare il servizio bollett@smart per poter ricevere le fatture in formato digitale e pagare per via telematica.

Per richiedere il rinvio delle bollette Eni gas e luce potete scrivere alla società o chiamare l’assistenza clienti di questo operatore. La società ha previsto che sia possibile avere un posticipo dei tempi di scadenza delle bollette emesse dal 12 Marzo.

Le bollette inviate in questi giorni hanno già delle nuove scadenze e conterranno anche i dettagli su come rinviare le fatture e chiedere la rateizzazione delle utenze. Anche con questa società non sono attive al momento le ordinarie procedure per il distacco per morosità.

Attiva le migliori tariffe Eni Gas e Luce

Iberdrola, passaggio alle tariffe più convenienti

Con Iberdrola i clienti luce e gas i piani a rate potranno essere attivati tramite il numero verde 800.690.960 o scrivendo una mail a servizioclienti@iberdrola.it. La società ha annunciato che gli importi non pagati durante questa fase di emergenza potranno essere restituiti con piani dilazionati in un massimo di 12 rate. Anche in questo caso senza more o interessi da versare.

La società in questo momento così particolare e visto l’isolamento prolungato per molte persone ha anche stabilito che per il periodo della crisi si potrà cambiare offerta senza costi extra. Si tratta di un’opzione che può permette dei risparmi importanti per le famiglie, coloro che avevano scelto una tariffa bioraria infatti si troverebbero a pagare bolletta più salate del previsto.

La convenienza di queste promozioni è dovuta al fatto che l’offerta è costituita da due diversi costi dell’energia a seconda delle fasce orarie di utilizzo. Il prezzo migliore è quello applicato di sera, nei weekend e nei festivi. L’improvviso cambio di abitudini vedrebbe un aumento consistente delle bollette per queste persone.

Ecco come modificare le offerte Iberdrola

E.ON ed Heracomm, i numeri da contattare

E.ON i termini per il rinvio delle bollette possono essere discussi chiamando i numeri verdi 800.999.777 per i clienti domestici e 800.999.222 per i professionisti. La società ha sospeso i distacchi per morosità fino a Maggio, per chi pagasse in ritardo o avesse problemi a coprire gli importi delle bollette saranno dedicati dei piani a rate.

Solo per  i residenti nelle zone rosse è già prevista la sospensione dei pagamenti delle fatture fino al 1 Luglio 2020 e poi si studieranno con gli utenti le condizioni delle dilazioni. Gli importi potranno essere ripagati in rate per 12 mesi.

Le promozioni E.ON più vantaggiose

Il gruppo Hera ha previsto anche le sue condizioni di rinvio delle bollette. Per le famiglie e i singoli impossibilità a rispettare le scadenze dal 13 Marzo al 30 Giugno sarà possibile chiedere il posticipo di 30 giorni per una singola fattura o piani con pagamenti a rate.

La dilazione per i clienti domestici Heracomm sarà suddivisa in 3 rate mensili distribuite su 3 mesi. Sono previste fino a 6 rate per i pagamenti dei clienti che sono disoccupati o che hanno dovuto richiedere il bonus da 600 euro e per chi è in cassa integrazione. Un’eccezione sarà costituita da clienti con importi superiori a 4.500 euro, per questi si potrà studiare un piano a rate ad hoc. Non saranno applicati interessi.

Le migliori offerte Heracomm

Tutte le società invitano i clienti che possano a pagare le bollette attivando i servizi telematici, tramite app o con i sistemi collegati a Pago PA.

I piani di pagamenti a rate, le condizioni

Il rinvio delle bollette prevede per ciascuna società dei piani dalle caratteristiche particolari. Ci sono però delle condizioni a cui devono sottostare tutti i gruppi e sono i punti chiave stabiliti dall’authority:

  • pagamenti a rate senza interessi
  • inizio degli addebiti dal 1° Luglio
  • rate periodiche come quelle delle normali fatture
  • periodo di rateizzazione compreso tra 2 e 12 mesi con rate non superiori a 50 euro

Essendo saltati i pagamenti della prima parte dell’anno i clienti dovranno anche rimborsare il canone RAI, la quota del versamento per la tv pubblica sarà addebitata per intero con la prima bolletta utile. Per il ritardo nel versamento non saranno applicate le more in genere previste per queste situazioni.

 

Commenti Facebook: