Acquisti online: come il lockdown ha cambiato le abitudini al consumo

Tra i principali effetti del lockdown c’è anche una trasformazione dei consumi. Gli utenti che erano abituati ad informarsi online per poi comprare dal vivo, infatti, stanno trasformando le loro abitudini puntando su di un’esperienza al 100% digitale. Il lockdwon ha mostrato il potenziale, di solito sommerso, dei comparatori online che da strumento di info-commerce si trasformano in un punto di riferimento per gli acquisti digitali. La conferma arriva da SOStariffe.it che registra un aumento del conversion rate del +60% per quanto riguarda il segmento di telefonia mobile. 

Con i negozi chiusi, è boom di acquisti online, in particolare per la telefonia mobile

Il lockdown cambia inevitabilmente le abitudini dei consumatori, sempre più indirizzati verso un’esperienza d’acquisto al 100% digitale. I comparatori online, infatti, in questo periodo si trasformano da strumenti di info-commerce, ovvero piattaforme dove poter ottenere le informazioni necessarie all’acquisto, in veri e propri punti di riferimento per l’acquisto stesso, sempre più “digitale”.  Questa tendenza risulta essere particolarmente chiara per il settore di telefonia mobile, tradizionalmente molto legato all’acquisto in negozio.

Coronavirus e comparatori: lo scenario

La chiusura delle attività commerciali “non essenziali” legata alla diffusione del Coronavirus in Italia ha comportato la perdita, per i consumatori, del riferimento rappresentato dal punto vendita in strada che, prima del lockdown, rappresentava la scelta principale per finalizzare l’acquisto.

Come confermato dal sito AJ-COM.net, in una situazione canonica “l’85% delle persone che finalizzano una scelta in negozio aveva prima ricercato informazioni su Internet”. Per molti consumatori, il meccanismo che si attiva è quello del “mi informo e compro dal vivo”. Questa tendenza, a causa del lockdown, è completamente mutata.

La temporanea mancanza del canale fisico va ad interrompere il meccanismo ibrido online/offline che rende difficile quantificare, in modo efficace, il successo dei comparatori in quanto non permette di tenere traccia dell’impatto avuto dal digital in fase di orientamento all’acquisto del consumatore.

Il lockdown cambia le tendenze d’acquisto dei consumatori e pone i comparatori online in una posizione strategica per quanto riguarda le conversioni. Da notare, inoltre, per i comparatori aumenta anche la responsabilità della presentazione puntuale delle informazioni e dell’agevolazione del processo d’acquisto.

La tariffa giusta per te

Cerca la tua tariffa

Chiamate
Consumo
100
1000
2000
Illimitati
Nessun filtro sui minuti
Messaggi
Consumo
50
200
500
Illimitati
Nessun filtro sugli sms
Internet
Consumo
1GB
10GB
30GB
+50GB
Nessun filtro sul traffico dati

Il termometro del fenomeno è la Telefonia Mobile. 10 player frammentano il mercato e gli utenti ora sono costretti a comprare online

Uno dei principali segmenti in cui il meccanismo ibrido online/offline è particolarmente diffuso è quello della telefonia mobile. In questo settore, infatti, i comparatori giocano un ruolo chiave in quanto consentono di confrontare le offerte online, semplificando la procedura di scelta della tariffa da attivare.

Considerando solo i “player” più importanti del settore, il mercato di telefonia mobile ha fatto registrare una forte frammentazione con almeno 10 operatori che possono contare su importanti numeri di clienti. Oltre agli operatori “tradizionali”, come TIM, Vodafone, WindTre e Iliad, ci sono anche gli operatori “virtuali”, come Kena Mobile, Fastweb Mobile, Ho. Mobile, Postemobile, Tiscali Mobile e Very Mobile.

Tutti questi provider propongono diverse tariffe con moltissimi Giga inclusi ogni e con condizioni e prezzi che, spesso, tendono ad essere molto differenti tra loro. Per individuare le offerte migliori per il proprio smartphone gli utenti sono, quindi, costretti a navigare tra almeno 10 siti Internet differenti e recuperare, di volta in volta, le informazioni in merito alle tariffe disponibili.

Per questo motivo, anche in una fase d’emergenza come quella che stiamo vivendo, il comparatore di telefonia mobile di SOStariffe.it si conferma il settore del sito con più visitatori e maggior numero di pagine viste. Questo strumento diventa, quindi, essenziale per poter confrontare le tariffe mobile disponibili in modo semplice e veloce.

In condizioni normali, gli utenti utilizzano il comparatore per scegliere l’offerta da attivare per poi procedere con la sottoscrizione in negozio. Questa scelta è legata a due motivi principali. In primo luogo, il processo di riconoscimento dell’identità dell’intestatario della SIM (obbligatorio per rispettare quanto prescritto dalla legge Pisanu sull’antiterrorismo) è ancora molto macchinoso.

Un secondo parametro che influenza, in modo considerevole, questa scelta dei consumatori è legato alle difficoltà del processo d’acquisto di uno smartphone da abbinare al proprio piano mobile, una procedura molto spesso più semplice e intuitiva se effettuata in negozio.

Per via di questi meccanismi, in condizioni normali non è facile tracciare e valorizzare a pieno l’efficacia del servizio di confronto e selezione delle tariffe offerto dal comparatore online. Con il lockdown dovuto all’emergenza sanitaria, in ogni caso, la situazione è cambiata in modo considerevole.

La conferma arriva dall’analisi del Conversion Rate tra click e sottoscrizione, ovvero il rapporto tra quante persone hanno scelto una tariffa su SOStariffe.it e quanti poi l’hanno effettiva sottoscritta online. Questo parametro, utile per capire l’efficacia dei comparatori come strumento di scelta della tariffa mobile è salito del +60% nel mese di marzo, rispetto al mese di febbraio.

In pratica, a parità di visitatori che consultano le tariffe e di utenti che cliccano sulla tariffa scelta, il numero di attivazioni online è cresciuto in modo considerevole nel giro di appena un mese. E’ facile dedurre, quindi, che oltre la metà degli utenti che scelgono quale tariffa sottoscrivere su SOStariffe.it, in condizioni normali e senza lockdown, procedono poi all’acquisto di tale tariffa tramite canali fisici. Si tratta di un dato che sottolinea sia l’importanza della comparazione online per gli utenti, sia per chi acquista online che per chi, di solito, preferisce l’acquisto in negozio.

Utenze e servizi attivati online: i settori interessati. Internet e modem su tutto, ma anche bollette in generale

Alcuni settori stanno registrando una crescita considerevole in questo periodo di quarantena. Per quanto riguarda la telefonia mobile, ad esempio, cresce il bisogno di un piano mensile con Giga illimitati inclusi da utilizzare come hotspot per connettersi ad Internet con altri dispositivi elettronici.

Da segnalare, inoltre, la crescita dell’84.6% dei visitatori che nel mese di marzo hanno cercato offerte Internet casa mentre la crescita delle offerte luce e gas è pari al +15%. Da notare, inoltre, che SOStariffe.it ha rilevato un incremento verticale della necessità di trovare modem più perfromanti o di strategie per rafforzare il segnale del Wi-Fi.

Paolo Benazzi, General Manager BU Telco & Utilities di SOStariffe.it, dichiara: “Ovviamente assistiamo a un forte aumento del bisogno di connettività senza limiti, che si traduce in forti richieste in ambito Adsl e Fibra, ma anche SIM con piani dati con capacità superiore o illimitata, fino ai device per il miglioramento della rete di casa, il tutto dovuto al forte bisogno di navigare con buone performance”

Secondo Benazzi, inoltre, questo periodo ha il potenziale “per modificare definitivamente e in favore del digital le nostre abitudini di consumo e di informazione. Registriamo infine una maggior propensione a sfruttare questo periodo per ottimizzare la finanza personale e l’economia famigliare, razionalizzando le proprie spese e dedicando tempo a bollette, fatture e altri aspetti che di solito preferiamo ignorare in favore di attività ben più appaganti.”

Ad oggi, quindi, i comparatori online rappresentano una risorsa essenziale da utilizzare per informarsi, comprare e imparare a risparmiare su fatture e pagamenti di tutti i principali servizi che utilizziamo quotidianamente. Per un accesso semplificato alla comparazione online, inoltre, è possibile utilizzare anche il proprio smartphone grazie ad app dedicate come l’app di SOStariffe.it, disponibile su smartphone e tablet Android, iPhone e iPad.

Commenti Facebook: