Accensione riscaldamenti a Milano: cosa cambia a Ottobre 2023

Accensione riscaldamenti Milano con alcune novità rispetto al passato. Infatti, l’amministrazione comunale ha deciso di ridurre il periodo di accensione dei caloriferi con un’ordinanza che prevede 15 giorni in meno, un grado in meno e un’ora in meno al giorno per questo autunno e inverno. Per saperne di più sui cambiamenti varati nel capoluogo lombardo c'è SOStariffe.it che propone anche una panoramica delle migliori offerte gas del Mercato Libero di ottobre 2023 per risparmiare sulle bollette. 

In 30 secondi

Accensione riscaldamenti Milano con una serie di novità per cittadini a ottobre 2023:
  1. Il Comune ha ridotto il periodo di accensione dei caloriferi per tagliare i consumi di metano
  2. Previsti 15 giorni in meno, un grado di temperatura in meno e un'ora in meno al giorno
  3. Il motivo: la salvaguardia dell'ambiente e il prezzo alto del gas
  4. Con SOStariffe.it le offerte gas del Mercato libero per risparmiare a ottobre 2023
Accensione riscaldamenti a Milano: cosa cambia a Ottobre 2023

Accensione riscaldamenti Milano all’insegna del taglio dei consumi. Una pratica virtuosa imposta da Palazzo Marino, sede dell’amministrazione municipale del capoluogo lombardo. Con tanto di ordinanza, il Comune ha imposto ai cittadini nuove limitazioni sull’accensione dei caloriferi.

Prima di esaminare nei dettagli la mossa decisa dall’amministrazione locale di Milano, c’è da evidenziare che il confronto tra le offerte gas dei gestori energetici del Mercato Libero è una delle operazioni che a ottobre 2023 consente di risparmiare sulla bolletta del metano. Per aiutare le famiglie ad abbassare le fatture per il riscaldamento di casa, un aiuto arriva dal comparatore di SOStariffe.it per offerte gas, che permette di paragonare le soluzioni attualmente più convenienti presenti sul mercato. Per conoscere il ventaglio di alternative della libera concorrenza, clicca sul pulsante verde qui di seguito:

CONFRONTA LE MIGLIORI OFFERTE GAS »

Accensione riscaldamenti Milano: le novità di Ottobre 2023

RISCALDAMENTI: LE TRE NOVITÀ DI MILANO
1 Accensione dei caloriferi dal 22/10/2023 all’8/4/2024, 15 giorni in meno rispetto alla scorsa “stagione termica”
2 Termosifoni accesi 13 ore al giorno (dalle 5 alle 23) e non più 14 ore
3 Temperatura massima in casa di 19°C più 2°C di tolleranza e non più 20°C come in passato

A causa dei cambiamenti climatici e della corsa al rialzo del prezzo del gas, il Comune ha preso la decisione di:

  • ridurre il periodo di accensione dei riscaldamenti di 15 giorni e degli orari giornalieri;
  • far abbassare le temperature in tutta la città.  

L’accensione degli impianti di riscaldamento nelle case e nei condomini inizierà il 22 ottobre 2023 e terminerà l’8 aprile 2024, riducendo di fatto di 15 giorni la durata complessiva della stagione termica, posticipandone la partenza (prevista per legge il 15 ottobre) e anticipandone il termine (stabilito il 15 aprile). E ancora l’ordinanza del Comune stabilisce che:

  • il funzionamento giornaliero dei termosifoni dovrà essere di un massimo di 13 ore (invece di 14), comprese tra le 5 e le 23;
  • la temperatura massima consentita per gli edifici residenziali sarà di 19°C + 2°C di tolleranza, ridotta di 1°C rispetto ai 20°C previsti per legge;   
  • da queste prescrizioni sono escluse alcune categorie di edifici, tra cui ospedali, cliniche e case di riposo, scuole materne e asili nido.

C’è inoltre da osservare che, stando a quanto ha fatto sapere l’amministrazione comunale, sulla base del rilevamento svolto dalla società multiservizi A2A, la stagione termica 2022-2023 a Milano (cominciata il 3 novembre 2022 e finita il 7 aprile 2023) si è chiusa con una riduzione del -19,4% del consumo di gas rispetto alla stagione precedente: un risparmio conseguito grazie agli effetti positivi delle prescrizioni dell’allora Decreto Cingolani. 

In una nota, l’assessora comunale all’Ambiente Elena Grandi afferma che “le misure che abbiamo adottato durante la scorsa stagione termica, prime fra tutte la riduzione del periodo di accensione e delle temperature, hanno prodotto risparmi oltre le aspettative, per questo intendiamo portare avanti queste ottime pratiche. Rinnoviamo l’appello ai cittadini, qualora le condizioni meteorologiche, come sta accadendo, lo consentiranno, si invitano tutti ad aspettare il più possibile per accendere il riscaldamento domestico. Ne avranno beneficio le bollette e l’ambiente“.

Come tagliare le bollette del gas a Ottobre 2023 con il Mercato Libero

“L’austerity dei termosifoni” in arrivo a Milano è solo una delle strategie che le famiglie italiane possono mettere in campo per alleggerire le bollette del metano, anche alla luce del nuovo rialzo delle tariffe gas in Maggior Tutela certificato dall’ultimo aggiornamento ARERA (+4,8% sui consumi di settembre 2023 rispetto a quelli di agosto 2023).

Oltre ad abbracciare comportamenti più virtuosi sul fronte dei consumi (isolamento termico della casa, termostati smart per il controllo da remoto del riscaldamento, temperatura tenuta sotto i 20°), le famiglie possono ridurre al minimo le spese puntando su offerte luce e gas del Mercato Libero che propongono un costo unitario della materia prima (espresso in costo metano al metro cubo) il più basso possibile.

Trovare le soluzioni gas più vantaggiose per rapporto qualità-prezzo è semplice e veloce se ci si affida al comparatore di SOStariffe.it per offerte gas. Grazie a questo strumento digitale e gratuito, i clienti domestici possono fare un confronto tra le numerose soluzioni proposte dai gestori energetici del Mercato Libero a ottobre 2023 e scegliere quella maggiormente cucita sul proprio fabbisogno energetico a partire dai consumi annuali del proprio nucleo familiare.

Il dato sulla “fame” di gas della propria famiglia è facilmente consultabile in una recente bolletta, nella sezione Consumi, oppure è calcolabile impostando i filtri integrati nel comparatore di SOStariffe.it tramite il widget qui sotto:

Controlla i tuoi consumi e scopri il risparmio Per quali scopi utilizzi il gas?