Velocità Internet in Italia: nel 2020 aumenta del 25%

La velocità della connessione Internet da rete fissa in Italia è in netta crescita. Rispetto allo scorso anno, infatti, le rilevazioni di SOStariffe.it confermano un incremento medio del 25% per quanto riguarda la velocità in download della rete. Tale incremento, però, non è omogeneo su tutto il territorio nazionale. Alcune regioni, infatti, registrando dati addirittura in calo. Ecco i risultati del nuovo Osservatorio di SOStariffe.it sulla velocità della connessione Internet in Italia.

Velocità Internet in Italia: nel 2020 aumenta del 25%

Le connessioni Internet casa da almeno 30 Mbps in download sono in netta crescita tra gli utenti italiani. Nello stesso tempo, quindi, aumenta la velocità media della connessione Internet. L’ultimo studio d SOStariffe.it, sfruttando i dati raccolti dallo speed test del comparatore di offerte Internet casa, ha messo a confronto i risultati del 2020 con quelli del 2019. L’indagine ha, inoltre, analizzato l’andamento della velocità di connessione nelle varie regioni italiane.

Aumenta la velocità media di connessione in Italia

La rete Internet domestica in Italia registra un incremento della velocità media. I dati raccolti da SOStariffe.it, infatti, confermano un incremento medio del 25% sul territorio nazionale per quanto riguarda la velocità in download. Nel 2019, l’indagine aveva evidenziato una velocità media di 38 Mbit/s. Le rilevazioni del 2020, invece, confermano un netto aumento del valore medio delle connessioni che si attestano a 48 Mbit/s.

Tale incremento non è omogeno su tutto il territorio nazionale. Alcune regioni, infatti, fanno segnare un sostanziale miglioramento della velocità media di connessione, con risultati ben al di sopra della media nazionale. E’ il caso, ad esempio, Lazio (+59%), della Campania (+50%) e del Trentino Alto Adige (+43%). Dati positivi arrivano anche dalla Basilicata (+41%) oltre che dai dati relativi all’Abruzzo (+39%) ed alla Liguria (+36%).

Come anticipato in precedenza, i risultati registrati da SOStariffe.it non sono omogenei su tutto il territorio nazionale. Alcune regioni registrano una crescita minima, o addirittura nulla. In alcuni casi, nonostante la diffusione della banda ultra larga, la velocità media rilevata da SOStariffe.it è inferiore rispetto ai dati raccolti nel corso del 2019. In Piemonte, ad esempio, non si registrano differenze nel confronto tra il 2019 ed il 2020. I dati sono sostanzialmente gli stessi. In Friuli-Venezia Giulia, Valle d’Aosta e Sardegna si registrano dati negativi.

La tabella qui di sotto riassume i risultati registrati dall’indagine di SOStariffe.it in merito all’andamento della velocità di connessione in download in Italia e nelle varie regioni del Paese.

Da notare che l’indagine mette in evidenza gli ottimi risultati ottenuti dalla Campania e dalla Liguria, regioni in cui la velocità media in download raggiunge un picco (rispettivamente 63 e 62 Mbit/s). Dati positivi anche dal Lazio che, oltre ad essere la regione con il miglior incremento rispetto allo scorso anno, fa segnare anche un ottimo valore medio, pari a 56 Mbit/s. Bene anche la Sicilia e la Basilicata, rispettivamente con valori medi di 59 e 55 Mbit/s. Tutte le altre regioni si collocano nella fascia tra i 30 ed il 49 Mbit/s con un’unica eccezione, la Valle d’Aosta. In questo caso, infatti, la piccola regione del Nord Italia è ancora molto indietro dovendo accontentarsi di una velocità di 21 Mbit/s.

Verifica la tua copertura Inserisci il tuo indirizzo e scopri se sei raggiunto da fibra o ADSL

Banda ultra larga: ancora poco diffusa

L’indagine di SOStariffe.it ha anche analizzato la diffusione della banda ultra larga, ovvero delle connessioni in grado di superare una velocità massima di 100 Mbps in download. La percentuale di diffusione su base nazionale di queste connessioni è stabile al 22%. Ci sono, però, alcuni dati positivi come Molise (80% in più), Trentino Alto Adige (+60%) e Veneto (+31%).  Da notare, invece, il calo registrato in come Liguria (-12%), Abruzzo (-13%), ma anche Calabria e Sicilia (-14%).  Dati negativi anche in Puglia (-25%) e Valle d’Aosta (-60%).

Ricordiamo che per accedere alla banda ultra larga, le famiglie italiane con ISEE inferiore a 20.000 euro hanno la possibilità di puntare sul Bonus PC e Internet ed, in particolare, sul voucher da 500 euro previsto per la Fase 1 dell’agevolazione. Tale voucher può essere utilizzato per la copertura dei costi di un abbonamento Internet casa da almeno 30 Mbps e per l’acquisto di un PC o un tablet fornito direttamente dall’operatore. Nelle prossime settimane partirà la Fase 2 dell’agevolazione che metterà a disposizione un voucher da 200 euro per la copertura dei costi di un abbonamento Internet casa. Potranno accedere alla Fase 2 le famiglie con ISEE inferiore a 50.000 euro.

Per maggiori dettagli sul bonus è possibile cliccare sul link qui di sotto.

Scopri qui le offerte per il Bonus PC e Internet »

Connessione veloce: i fattori che incidono sulle prestazioni

Spesso ad eseguire gli speed test sono utenti che non sono soddisfatti della propria rete o che, più semplicemente, vogliono confrontare i valori reali della connessione con quelli dichiarati dall’operatore. In molti casi, una connessione ad Internet può registrare un rallentamento dovuto a svariati fattori. Le cause alla base di una connessione Internet lenta possono essere dovute sia all’impianto di casa che ad un malfunzionamento della rete. Per quanto riguarda l’impianto di casa è opportuno verificare che il dispositivo che si sta utilizzando per accedere ad Internet non sia eseguendo degli aggiornamenti o che non ci siano problemi di configurazione (soprattutto in caso di connettività Wi-Fi).

Ad influire negativamente sulle prestazioni della rete, soprattutto per chi non ha la banda ultra larga, potrebbe essere la presenza di troppi utenti connessi in contemporanea. Da notare che anche gli agenti atmosferici, in alcuni casi, possono influire negativamente sulle prestazioni dell’impianto domestico. I problemi di connessione, in ogni caso, possono essere legati ad un malfunzionamento della rete. Per le connessioni in rame (ADSL e fibra mista rame FTTC), a pesare sulla velocità effettiva della connessione è anche la distanza dall’armadio stradale. Se questo valore è troppo elevato, infatti, le prestazioni saranno ridotte.

Connessione veloce: i fattori che incidono sulle prestazioni

Effettuare uno speed test consente di avere un’idea ben precisa sulle prestazioni della propria rete Internet. Si tratta di un tool semplice ed intuitivo. Ad esempio, bastano pochi secondi per utilizzare lo speed test di SOStariffe.it ed avere un’idea ben precisa in merito alle reali prestazioni della propria connessione Internet. Lo speed test offre informazioni precise in merito alla velocità in download ed upload della connessione ed anche in merito al ping e al jitter, parametri che misurano il tempo di latenza e la sua variazione nel corso del tempo della connessione. Lo speed test va eseguito assicurandosi che non ci siano ulteriori dispositivi collegati alla rete o altri programmi e app che stanno utilizzando la banda disponibile.

Per eseguire uno speed test ed ottenere informazioni complete sulle prestazioni della tua rete Internet puoi cliccare sul link qui di sotto eseguire la procedura di pochi secondi per avviare il test della tua connessione Internet.

Scopri le prestazioni della tua rete Internet con uno speed test »

Come scovare la connessione più performante

Per individuare con la massima precisione le migliori offerte disponibili per la propria rete domestica è opportuno analizzare tutte le opzioni disponibili sul mercato. Grazie al comparatore di SOStariffe.it per offerte Internet casa ed all’App di SOStariffe.it, disponibile su Android e iOS, individuare le migliori offerte del momento sarà facile. Una volta scelta la tariffa da attivare, basterà procedere con l’attivazione online per velocizzare al massimo i tempi e iniziare a sfruttare la banda ultra larga per connettersi da casa nelle migliori condizioni possibili.

Commenti Facebook: