Tutte le novità sulle utenze domestiche che troveremo nel 2022

Il 2022 sarà contrassegnato da una serie di rincari sulle utenze domestiche: nonostante gli interventi del Governo, la stangata per le famiglie sarà comunque molto elevata. Analizziamo quali sono le diverse soluzioni che sono state messe in campo per combattere gli aumenti previsti sulle utenze domestiche e come si può risparmiare passando al mercato libero. 

Tutte le novità sulle utenze domestiche che troveremo nel 2022

Per i clienti domestici (e non solo) con all’attivo una fornitura di luce e gas, il 2022 inizierà in modo non troppo felice, a causa dei rincari delle bollette di luce e gas

Non si tratta di certo di una novità, in quanto una situazione simile si era verificata già più di una volta nel corso del 2021, e il Governo era già intervenuto con misure di diverso tipo. Cosa succederà nel nuovo anno?

Prendendo in considerazione l’intero 2022, Assoutenti (AU) – Associazione Nazionale Utenti Servizi Pubblici – ha previsto un aumento del costo dell’energia elettrica pari al 77% se confrontato con quello del 2019. Il picco sarà per le imprese, che dovranno sostenere il 200% in più. 

Nello specifico, gli aumenti potrebbero ammontare a 2.558 euro in più, per le forniture sia di luce, sia di gas, per una famiglia di 3 persone, mentre nel 2021 sono stati spesi (in media) 1.964 euro nel 2021, dei quali:

  • 1.162 euro per il gas;
  • 802 euro per la luce

Secondo le stime di Furio Truzzi, il presidente dell’associazione nata a tutela dei diritti dei consumatori, nel 2022 si potrebbero toccare i seguenti record:

  • 1.042 euro all’anno per la bolletta della luce;
  • 1.516 euro per la bolletta del gas. 

 A conti fatti, una famiglia nel 2022 potrebbe spendere 1.110 euro in più rispetto a quanto sostenuto nel 2019

Confronta le offerte luce e gas »

Strategie del Governo contro i rincari

Quali sono le misure che saranno messe in atto dal Governo per riuscire a supportare le famiglie italiane contro i rincari di luce e gas? In primo luogo, è bene sapere che sono stati stanziati ben 3,8 miliardi di euro, ma l’enorme finanziamento potrebbe risultare insufficiente. 

In aggiunta, per fare in modo di bloccare i rincari delle bollette, l’intera Europa sta puntando non solo sul gas americano, ma anche sul gasdotto Nord Stream 2, che è ancora in fase di approvazione. 

Scopri le migliori offerte gas »

Il nostro continente ha ormai superato l’Asia come principale destinazione del gas che arriva dall’America: i prezzi continuano a salire e, tra temperatura gelide e una produzione di energia derivante da fonti alternative ridotta, hanno praticamente raggiunto i massimi storici

Il Governo italiano è intervenuto con il bonus bollette 2022: vediamo di seguito in cosa consiste questa novità sulle utenze domestiche 2022. 

Scopri le migliori offerte luce e gas »

Bonus bollette 2022: cos’è

Il bonus bollette 2022 è un’agevolazione che si basa su 3 novità:

  1. la riduzione delle aliquote che riguardano gli oneri generali di sistema, le quali dovranno essere ridotte da ARERA;
  2. lo sconto sull’IVA sul metano;
  3. la possibilità di pagare le bollette a rate. 

Nei primi 3 mesi del 2022, gli oneri di sistema sull’energia elettrica saranno aboliti per le famiglie e le piccole imprese, come quelle di artigiani e commercianti, che non superano i 16 kWh. 

Scopri le offerte luce del mercato libero »

A chi viene applicata la riduzione delle aliquote

Nello specifico, lo sconto applicato non scatterà in automatico per tutti, ma soltanto per i nuclei familiari che:

  • hanno un ISEE sotto gli 8.255 euro all’anno;
  • hanno un ISEE inferiore ai 20.000 euro all’anno, nel caso di famiglie numerose, con almeno 4 figli;
  • si sia titolari del reddito o della pensione di cittadinanza;
  • si abbiano condizioni di salute precarie, per le quali si ha la necessità di utilizzare apparecchiature elettromedicali per poter restare in vita. 

Per la riduzione delle aliquote relative agli oneri generali di sistema sono stati stanziati 2 miliardi di euro: chi rientra nelle categorie appena elencate non dovrà presentare una domanda, in quanto lo sconto previsto sarà applicato automaticamente in bolletta. 

Scopri le migliori offerte luce »

Pagamenti delle bollette in 10 rate

Un’altra importante novità, che si rivolge alle famiglie che si trovano in situazioni di maggiore disagio economico, consiste nella possibilità di pagare in 10 rate le fatture luce e gas che saranno emesse tra il 1° gennaio e il 30 aprile 2022. 

L’obiettivo è quello di cercare di arginare in qualche modo gli aumenti del costo di luce e gas, i quali, come si legge nella relazione tecnica all’emendamento, “hanno raggiunto livelli senza precedenti e determinato consistenti incrementi dei prezzi dell’energia elettrica”.

Alle rate non sarà applicato alcun interesse: sarà ARERA a stabilire quelle che saranno le modalità e le tempistiche con le quale si potrà procedere con la rateizzazione dei pagamenti, così come quelli che saranno gli anticipi da girare ai fornitori di luce e gas, necessari a compensare le rate, entro il limite di 1 miliardo di euro stanziati. 

Confronta le migliori offerte luce »

Lo sconto sull’IVA del gas metano

In merito al gas metano, che viene utilizzato per combustione per usi civili e industriali, sarà applicata un’aliquota IVA al 5% per il primo trimestre 2022, quindi per i mesi di gennaio, febbraio e marzo. 

Confronta le migliori offerte gas »

Come risparmiare con il mercato libero dell’energia e del gas naturale

Come ribadito nelle righe precedenti, il bonus bollette 2022 sarà applicato nel primo trimestre del nuovo anno: ai sensi di quanto previsto dal 1° gennaio 2021, come effetto del Decreto Legge 26 ottobre 2019, n. 124, convertito (con modificazioni) dalla Legge 19 dicembre 2019, n. 157, le novità saranno applicate in modo automatico ai soggetti che vi rientrano. 

Cosa succede, invece, a chi non avrà diritto a ricevere le agevolazioni che sono state previste dallo Stato? Cosa si potrà fare per riuscire a contenere in qualche modo gli aumenti luce e gas che ci saranno nel 2022? 

La soluzione consiste nel passaggio al mercato libero dell’energia e del gas naturale, attraverso un’analisi comparativa che si basa sul confronto tra i migliori fornitori luce e gas del mercato libero. 

Passa al mercato libero »

Il comparatore di offerte di SOStariffe.it permette di effettuare delle simulazioni che si basano sui dati di consumo reali, oppure sull’utilizzo dei seguenti filtri:

  • il numero di componenti del proprio nucleo familiare;
  • la grandezza della propria abitazione;
  • gli elettrodomestici dai quali deriva principalmente il consumo di energia elettrica;
  • gli utilizzi che si fanno del gas in casa, come per esempio il riscaldamento, l’acqua calda e il cucinare. 

Si potrà in questo modo capire quanto si potrà risparmiare in un anno rispetto al prezzo del mercato tutelato se si sceglie di attivare le offerte di un determinato fornitore luce e gas. 

In generale, anche se il mercato libero sarà obbligatorio per tutti soltanto a partire dal 1° gennaio 2023, è consigliabile effettuare il passaggio in questo momento e di risparmiare tramite:

  1. la scelta di una promozione con prezzo bloccato, attraverso la quale sarà possibile difendersi, per un determinato periodi di tempo, dagli eventuali incrementi previsti dal mercato;
  2. una promozione di tipo Dual Fuel, attraverso la quale si attiverà un contratto per la luce e per il gas con lo stesso gestore, ottenendo in questo modo un duplice risparmio, ovvero economico e pratico. 

Scopri le offerte luce e gas più economiche »