TIM annuncia la chiusura del Digital Divide nella prima regione italiana

Il Digital Divide è un problema che affligge molte aree del Paese. In queste ore, TIM ha annunciato un nuovo importante passo in avanti nel suo programma di espansione della banda ultra larga che punta a chiudere il divario digitale nel corso del prossimo futuro. Come annunciato da TIM, infatti, la Puglia è la prima regione italiana senza Digital Divide. Ecco cosa significa.

TIM annuncia la chiusura del Digital Divide nella prima regione italiana

L’accesso ad Internet ad alta velocità è precluso a molte famiglie italiane per via del Digital Divide. Ancora oggi, infatti, ci sono diverse aree del Paese che devono fare i conti con l’impossibilità di accedere alla banda ultra larga, dovendo accontentarsi di connessioni scadenti e oramai obsolete. Anche SOStariffe.it si è occupato del problema del divario digitale in Italia evidenziando alcuni modi per superare il Digital Divide.

Nel frattempo, questa settimana, arriva un’importante novità nel piano d’espansione della banda ultra larga di TIM. L’operatore, infatti, ha ufficializzato di aver eliminato il Digital Divide, per la prima volta, in una regione italiana. Ecco i dettagli:

La Puglia è la prima regione italiana senza Digital Divide

TIM ha accelerato il programma di espansione della banda ultra larga in questi ultimi mesi. Per effetto di quest’accelerazione, la Puglia è diventata la prima regione italiana a chiudere il Digital Divide. In questi giorni, infatti, TIM ha completato il piano di copertura in banda ultra larga della regione.

Il 99,4% delle famiglie pugliesi possono accedere alla rete FTTx (comprendente le tecnologie FTTC sino a 2000 Mbps e FTTH sino a 1000 Mbps). Il restante 0.6% può contare su connessioni ultrabroadband FWA (Fixed Wireless Access) e satellitari per compensare il divario digitale ed accedere ad Internet ad alta velocità.

In Puglia, fa sapere TIM, sono stati superati realizzati interventi infrastrutturali in circa 200 comuni per costruire nuove reti ed ampliare le reti già esistenti. In questo modo, è stato raggiunto l’obiettivo di chiusura del Digital Divide per le famiglie pugliesi.

Scopri la fibra TIM da 29,90 euro al mese »

Verifica la tua copertura Inserisci il tuo indirizzo e scopri se sei raggiunto da fibra o ADSL

Il programma nazionale di TIM

TIM, dall’inizio dell’emergenza COVID-19 ha accelerato il piano di copertura in fibra ottica in Italia. Tale piano coinvolge 3.500 comuni del nostro Paese, con una prevalenza per le aree bianche, ovvero le aree in cui non c’erano previsioni di investimenti per la realizzazione della banda ultra larga.

Secondo i dati forniti da TIM in queste ore, ad oggi la fibra TIM è disponibile per oltre il 91% delle famiglie italiane che utilizzano la rete fissa. A integrare la copertura dei servizi per l’accesso alla banda ultra larga ci sono le tecnologie FWA, mobile (4G/5G) e satellitare.

L’operatore ha anche confermato un’accelerazione per la realizzazione della rete secondaria in fibra ottica da parte della controllata FiberCop. Entro il 2025, grazie a questo programma, è prevista la copertura del 76% delle aree nere e grigie del Paese sfruttando la tecnologia Fiber to the Home FTTH.

Grazie al programma di espansione annunciato da TIM, quindi, nel corso dei prossimi mesi anche altre regioni avranno la possibilità di superare il Digital Divide con la possibilità per tutte le famiglie di poter accedere alla banda ultra larga.

Commenti Facebook: