Tassazione conti correnti sopra i 10000 euro: quali sono

I correntisti sono spaventati da nuove ipotesi di patrimoniale e da possibili aumenti delle imposte sui conti. In questa guida vedremo come funziona la tassazione sui conti correnti sopra i 10000 euro e come si possono ridurre le spese per i privati, ad esempio scegliendo i conti correnti a zero spese

Tassazione conti correnti sopra i 10000 euro: quali sono

I correntisti italiani sono molto attenti ai propri risparmi, la pandemia ha portato ad un incremento della prudenza da parte dei cittadini. Secondo un’inchiesta pubblicata sul Financial Times ammonterebbero a 17 miliardi di euro circa i soldi messi da parte dagli italiani in questo periodo. Questa cifra va a sommarsi ad un patrimonio immobilizzato sui conti correnti e deposito che ha superato i 1.600 miliardi di euro.

Queste somme lasciate inattive sui conti o nei depositi non sono fruttosi, anzi portano i risparmi a perdere di valore. Secondo uno studio pubblicato dal Corriere della Sera, lasciare 10000 euro su un conto corrente tradizionale per 10 anni comporta un sottrazione di valore pari al 18%, tra tassazione, costi di gestione e potere d’acquisto.

Se si considerano i conti correnti online, le perdite per costi del canone, potere d’acquisto e tassazione dei conti correnti sopra i 10000 mila euro sono molto più contenuti. Lasciando i propri soldi sul conto senza investirli si dovreste inserire nel conteggio delle perdite anche i rendimenti che non potrete guadagnare, per alcune soluzioni parliamo anche del 4% lordo.

Tassazione conti correnti, sopra 10000 euro quali imposte pagate

Quando decidete di aprire un conto corrente dovete considerare che ci sono alcuni costi fissi che vi troverete a pagare. Ogni anno come proprietari di conti correnti sopra 10000 euro dovrete versare:

  • l’imposta di bollo
  • ritenuta fiscale sugli interessi

A condizionare il pagamento dell’imposta di bollo è il periodo in cui la banca vi invia il rendiconto, può essere annuale, trimestrale semestrale. In base a questo periodo di emissione dei documenti del conto vi troverete a pagare l’imposta in una, due, quattro o più rate.

Gli unici correntisti che possono non pagare l’imposta di bollo sono quelli che hanno una giacenza media inferiore a 5000 euro. Per capire se siete tra coloro che possono non versare i 34,20 euro di tassa sui conti dovrete calcolare il saldo medio giornaliero e dividerlo per i giorni del rendiconto. A chi chiude un conto in corso d’anno viene addebitata solo una parte dei 34,20 euro annuali. Per esempio se la chiusura avvenisse a giugno, il versamento dell’imposta di bollo sarà di 17,10 euro per quest’anno.

La ritenuta sugli interessi, fissata al 26% secondo le nuove norme, è invece una spesa variabile e viene richiesta sugli investimenti collegati al vostro conto corrente. Questa trattenuta viene applicato ad ogni prodotto finanziario (libretti, conti postali e altre forme di investimento).

Trovare i migliori conti a zero spese

Per poter individuare quali sono i migliori conti correnti potete usare il comparatore di SOStariffe.it. Questo strumento è gratuito e non vi impegna all’acquisto dei prodotti analizzati. Il confronto dei pacchetti offerta per aprire un nuovo conto vengono sintetizzati e schematizzati permettendovi di raffrontare le promozioni e le condizioni.

Il sistema vi permette di operare delle ricerche mirate scegliendo tra una serie di filtri. In pochi secondi questo strumento vi offrirà la possibilità di conoscere quali sono i conti a zero spese, quelli per i pensionati e i prodotti più adatti alle famiglie o ai single. Tra le opzioni per restringere il campo di ricerca è anche presente un pulsante che vi mostrerà le offerte per aprire i conti senza imposta di bollo.

Scopri i conti correnti a canone zero »

I conti più convenienti da aprire a Febbraio

Ecco una breve illustrazione delle caratteristiche dei conti correnti che vi offrono le migliori condizioni a Febbraio. Si tratta di prodotti online che non vi impongono dei costi di canone e che vi offrono dei bonus di benvenuto. Se avete 10000 euro il consiglio per ridurre le spese di tassazione è di distribuire la somma tra un conto e un deposito o magari di investire una parte delle cifra in BOT o altri prodotti a rendimento sicuro.

Se manterrete una giacenza inferiore a 5000 euro potrete non versare l’imposta di bollo e con i conti deposito avrete anche un guadagno dalle somme investite. In questo periodo i tassi di interesse non sono alti, ma almeno il rendimento minimo dello 0,10% lo avrete assicurato.

1. Conto Arancio

Conto Arancio di ING e il suo conto Modulo Zero Vincoli può essere attivato gratis e la banca include l’opzione con alcuni vantaggi come benvenuto per i nuovi clienti. La condizione che vi consentirà di sfruttare le condizioni di questa offerta è che provvediate all’accredito del vostro stipendio o della pensione sul conto (purché siano pari o superiori a 1000 euro).

I costi e le commissioni applicate alle operazioni dei clienti del conto senza vincoli sono:

  • accesso al servizio di banca online, al telefono o in filiale senza costi extra
  • inclusa anche l’emissione di una carta di debito
  • 1 carnet di assegni l’anno
  • prelievi gratis in Italia e in UE
  • zero commissioni su bonifici SEPA (fino a 50 mila euro)

Il prodotto è collegato all’app della banca e potrete avere piena autonomia nella gestione del vostro conto. Vi dovrete registrare online e potrete effettuare bonifici, controllare il saldo e i movimenti delle carte e del conto e se si fanno investimenti si potrà verificare l’andamento e i rendimenti.

Il conto per chi non rientra nelle condizioni della promozione imporrà altre condizioni:

  • 0,75 euro i prelievi
  • 2,50 euro bonifici in filiale o al telefono
  • carnet di assegni da 7,50 euro

Apri il conto corrente Arancio »

2. Conto Widiba

La Banca Widiba vi permetterà di aprire un conto a zero spese con un conto deposito che vi garantirà dei rendimenti convenienti. Con l’attuale offerta potrete avere il conto Widiba a costo zero, anziché pagando 20 euro di canone. Anche in questo caso per poter sfruttare questa promozione dovrete richiedere l’accredito dello stipendio.

I costi che saranno addebitati alle vostre transazioni sono:

  • bonifici online senza commissioni
  • bonifici agli sportelli 2 euro
  • operazioni di prelievo in UE 2 euro
  • prelievi gratis presso ATM  MPS o  altri istituti (se superiori a 100 euro)
  • prelievi allo sportello 3 euro
  • pec e firma digitali gratis

Per voi inoltre potrete anche avere un deposito vincolato a 6 mesi con un tasso di interesse dell’1%. Il tasso proposto con questa promozione è molto vantaggioso se pensate che le altre formule di deposito di Widiba sono le seguenti:

  • 3 mesi di vincolo allo 0,25%
  • 6 mesi 0,40%
  • 12 mesi 0,60%
  • 18 mesi 0,80%
  • 24 mesi 1%

Con il  pacchetto Widiba si possono ottenere anche delle carte ma a pagamento, il canone per la carta di debito è di 10 euro mentre per la carta di credito dovrete pagare 20 euro.

Scopri i vantaggi del conto Widiba »

3. Conto My Genius

L’ultima offerta che analizziamo è quella che vi permetterà di aprire il conto My Genius di UniCredit. Si tratta di un conto modulare che potrete arricchire con i pacchetti di servizi e condizioni proposti dalla banca. Il prodotto basico dell’istituto al momento vi offre come nuovi utenti il servizio Banca Multicanale (vi permetterà di sfruttare tutti i canali per gestire il conto, in genere costerebbe 3 euro), i prelievi gratis e anche la carta My One  di UniCredit senza canone.

L’offerta welcome è riservata a coloro che sottoscrivono l’apertura del conto entro il 30 Settembre 2021. Per questi utenti nella promozione è inclusa anche la possibilità di fare bonifici e giroconti via web o mobile senza costi di commissione.

Potrete decidere di aggiungere al vostro My Genius uno dei tre moduli a scelta tra Silver, Gold e Platinum. Se decidete di attivare una di queste opzioni e poi vorrete disattivarle e tornare al My Genius semplice perderete il diritto al servizio Banca Multicanale gratuito.

Per stabilire se una delle opzioni aggiuntive proposte può fare al caso vostro, ecco quali sono le caratteristiche dei diversi moduli e il costo del canone richiesto.

Con il piano Silver dovrete pagare 9 euro di canone al mese e potrete avere una seconda carta prepagata senza spese e potrete fare bonifici gratuiti online. Il conto Gold costa 12 euro al mese ed è un prodotto pensato per i clienti che necessitano di una carta di credito. Attivando questo modulo potrete contare sulla carta a canone zero per un anno e dal secondo anno il costo di tenuta della carta potrà essere azzerato se spenderete almeno 2000 euro.

Il modulo Platinum ha un canone da 22 euro, attivando questo conto modulare potrete avere tutti i servizi inclusi negli altri due pacchetti e in più:

  • assegni
  • 2 carte di debito
  • nessun canone per la carta di credito
  • prelievi gratuiti anche all’estero
  • zero commissioni sul pagamento fattura Telepass

Non potrete sfruttare la promozione My Genius se avete un conto aperto con Buddybank, o se avete una Genius Card e se nel contratto del conto attivo avete già incluso il servizio Banca Multicanale. Per gli underi 30 e chi accredita lo stipendio è possibile sfruttare degli sconti sui canoni dei moduli.

Approfitta della promozioni per aprire My Genius »

Commenti Facebook: