Intermediari assicurativi e lockdown: con l’online si recuperano i guadagni mancati

Tra i settori più colpiti dall’emergenza  sanitaria e dalle misure restrittive necessarie per limitare la diffusione del Coronavirus sul territorio nazionale troviamo il settore dell’intermediazione assicurativa. Il fatturato dei subagenti che operano nel settore può essere risollevato grazie agli strumenti di vendita online delle polizze come, ad esempio, SOStariffe.it Business. Stando ai dati raccolti da SOStariffe.it, sfruttando questi strumenti gli intermediari assicurativi possono ottenere guadagni sino al 120%. 

Per gli intermediari assicurativi l'online è una risorsa per incrementare i guadagni

Il settore della distribuzione assicurativa “tradizionale“, nonostante rientri tra le attività considerate come “strategiche” dal decreto Cura Italia, sta attraversando una crisi molto importante legata all’emergenza sanitaria in corso. Broker, agenti e subagenti devono fare i conti con un netto calo del fatturato registrato in queste settimane di emergenza.

A causa della situazione di forte difficoltà, infatti, gli accessi nelle agenzie sono fortemente calati a causa della quarantena e, in ogni caso, sono disponibili esclusivamente tramite appuntamento. Settori come quello delle polizze viaggio stanno registrando un totale appiattimento della domanda così come il ramo RCA è in crisi a causa della ridotta mobilità e del prolungamento del periodo di tolleranza, la cui durata è stata raddoppiata per decreto governativo.

Sulla base delle richieste dei sindacati e delle associazioni di categoria, alcune delle principali compagnie assicurative hanno avviato una serie di misure di sostegno alla rete agenziale con risorse a fondo perduto utilizzate per rimborsare gli agenti dei mancati introiti provvigionali (con rimborsi che coprono la metà o i 2/3 dei mancati guadagni).

Per la rete di subagenti, che rappresentano la stragrande maggioranza della filiera assicurativa, l’emergenza in corso assume dimensioni decisamente maggiori.

Il calo del fatturato dei subagenti

I provvedimenti indicati in precedenza rappresentano un sostegno importante agli agenti assicurativi. Nel frattempo però i subagenti (sezioni E del RUI) devono fare i conti con una situazione di profonda emergenza. La rete di subagenti rappresenta circa l’86% della filiera di distribuzione in Italia e, al momento, attraversa la crisi maggiore del settore assicurativo.

La conferma di quanto detto arriva anche da una recente lettera inviata da Sebastiano Spada, presidente ULIAS (Unione Liberi Intermediari di Assicurazione) a Maria Bianca Farina, presidente dell’ANIA, in cui vengono esposte le situazioni di difficoltà in cui si trovano i subagenti assicurativi in Italia.

Da notare, inoltre, che per questa categoria diventa sempre più forte la concorrenza delle Compagnie dirette. Da notare, inoltre, che il calo dei sinistri comporta una sensibile riduzione dei prezzi delle polizze RCA delle compagnie dirette che, nelle ultime 5 settimane, hanno fatto registrare un calo del -12%, come conferma un recente Studio di SOStariffe.it.

Per i subagenti ci sono strumenti online in grado di garantire la possibilità di recuperare i guadagni persi nell’ultimo mese a causa dell’emergenza sanitaria in corso. Tra queste risorse troviamo la piattaforma SOStariffe.it Business Partner accessibile a tutti gli intermediari che operano nel settore assicurativo.

I vantaggi del web per gli intermediari assicurativi

Con SOStariffe.it Business Partner i subagenti avranno la possibilità di lavorare da casa con i prodotti assicurativi delle compagnie dirette ed ottenere anche ottimi guadagni, grazie a compensi sopra la media di mercato e con la possibilità di sfruttare una remunerazione su base settimanale, per risolvere i primi di liquidità in questo periodo di emergenza.

Grazie al supporto di SOStariffe.it Business Partner, per gli intermediari è possibile emettere polizze da casa, con pochi clic e, soprattutto, con la possibilità di vendere le compagnie dirette che offrono soluzioni sempre più competitive per il mercato assicurativo di oggi. Rispetto ai canali di vendita tradizionali, tramite la piattaforma online di SOStariffe.it per un subagente c’è la possibilità di guadagnare, considerando le sole polizze Rc auto, sino all’80% in più. 

Roberto Pierri, Manager responsabile della Business Unit Assicurazioni di SOStariffe.it, sottolinea: “Gli Intermediari assicurativi – soprattutto le reti subagenziali che rappresentano l’86% dell’intera distribuzione fisica – registrano significative difficoltà in questi momenti delicati di costrizione domestica

Continua Pierri: “Noi da oltre un anno abbiamo creato una piattaforma online dedicata agli intermediari assicurativi, mediante la quale è possibile utilizzare il nostro comparatore per intermediare i prodotti RC auto e moto delle principali Compagnie Dirette (Zurich Connect, ConTe, Linear, Pirma.it, Quixa, Verti e altre) più altri prodotti assicurativi innovativi; è un servizio estremamente semplice da usare, con provvigioni elevate e l’assistenza costante dei nostri Account Manager”.

L’infografica qui seguito riassume le potenzialità offerta da una piattaforma online come SOStariffe.it Business Partner per un subagente che avrà la possibilità concreta di incrementare, in misura significativa i suoi guadagni, sia nel breve che nel lungo periodo.

SOStariffe.it per gli Intermediari assicurativi: principale portale che consente la vendita anche di altri servizi

Come ulteriore vantaggio per gli intermediari assicurativi, la piattaforma SOStariffe.it Business Partner garantisce la possibilità di accedere alla vendita di altri servizi, come le tariffe Internet casa o le forniture di luce e gas. In questo modo, è possibile espandere il proprio business, sfruttando al massimo la possibilità di gestire la fase di vendita direttamente online.

Ad esempio, il settore delle tariffe luce e gas sta facendo registrare una notevole crescita delle vendite online, con i consumatori che, passando molto tempo a casa, cercano nuovi modi per risparmiare andando a tagliare le bollette energetiche. Per un subagente, la possibilità di accedere alla rete di vendita di servizi Internet, luce e gas permette un guadagno ulteriore del 37% con la possibilità di guadagnare complessivamente sino al 120% in più. rispetto alla sua precedente attività.

Pierri conclude: “Mettiamo a disposizione degli intermediari la nostra grande esperienza di vendita di contratti luce, gas e internet casa: servizi domestici essenziali, oggi più che mai ricercati dai clienti come mostrano i trend delle ultime due settimane (+50%); è un ottimo modo per differenziare i propri guadagni in questo momento particolare. Non c’è bisogno di esperienza specifica. Basta segnalarci l’interesse dei propri clienti. A concludere l’acquisto telefonicamente ci pensano i nostri esperti”

Commenti Facebook: