di

Iliad eSIM: quando arriveranno in Italia

Iliad eSIM: a breve l'operatore di telefonia mobile low cost adotterà questa tecnologia che porta con sé numerosi vantaggi rispetto alle SIM fisiche tradizionali

Iliad eSIM: quando arriveranno in Italia

Le eSIM o embedded SIM sono schede telefoniche virtuali che al contrario di quanto avviene con quelle tradizionali non devono essere inserite fisicamente all’interno dello smartphone. Questa tecnologia è in circolazione da qualche anno ma è sostanzialmente inutilizzata in Italia. Pochi operatori di telefonia mobile propongono le eSIM ai loro clienti nonostante gli evidenti vantaggi.

Iliad è un’azienda attenta alle ultime tendenze del settore, come dimostra il suo rapido successo commerciale che in poco più di un anni gli ha permesso di diventare il quarto provider mobile per numero di linee attive nel nostro Paese, e a breve potrebbe consentire ai propri clienti vecchi e nuovi di passare alle eSIM.

Iliad eSIM: come funzionano

Le eSIM dispongono delle stesse funzioni di una SIM tradizionale. Ad ognuna di esse è associato un numero di telefono e un ICCID (Integrated Circuit Card-Identity), un codice di 19 cifre che le identifica in modo univoco. L’utente può impostare un PIN di sicurezza e nel caso in cui lo si digiti in modo errato per più di 3 volte si può sbloccare il telefono con il PUK.

Attivare uns eSIM è semplicissimo. Solitamente si deve inquadrare con la fotocamera dello smartphone e scansionare un codice QR inviato dal proprio operatore che può essere stampato su un cartoncino o allegato ad un’email. Per l’attivazione è necessario disporre di una connessione Internet attiva sul telefono. Ci si può collegare alla rete di un qualsiasi provider o in modalità Wi-Fi a una rete fissa.

Iliad eSIM: i vantaggi rispetto alle schede tradizionali

Le eSIM sono una tecnologia nettamente superiore alle SIM fisiche per una serie di motivi. Il primo è che riducono enormemente le tempistiche per il passaggio verso Iliad e operazioni come la portabilità del numero, in quanto non è più necessario consegnare al cliente alcun tipo di prodotto.

Le schede telefoniche tradizionali possono essere perdute o danneggiate e la maggior parte degli operatori prevede un costo tra i 10 e 15 euro per sostituirle. Con le eSIM entrambi i problemi non possono presentarsi in quanto sono salvate in formato digitale sul telefono.

Le eSIM abilitano la funzionalità Dual SIM sugli smartphone compatibili. In questo modo è possibile disporre di due numeri di telefono differenti sullo stesso dispositivo (ad esempio uno per lavoro e uno per i contatti più stretti) e due piani di telefonia mobile distinti. Sul mercato esistono moltissimi telefoni che supportano questa tecnologia soprattutto con Android come sistema operativo. Da qualche anno anche Apple ha deciso di adottare la modalità Dual SIM (nano SIM + eSIM) a partire da iPhone XS, iPhone XS Max, iPhone XR con almeno iOS 12.1 e modelli successivi come iPhone 12.

Le eSIM possono dare slancio a nuovi e migliori modelli di smartphone non solo dal punto di vista del design ma anche delle funzioni e delle caratteristiche tecniche. Il fatto di poter eliminare lo slot per la SIM fisica permetterebbe ai produttori di telefoni di fare spazio per altre componenti come ad esempio una batteria più capiente e di rendere i dispositivi ancora più impermeabili e resistenti ai danni dovuti alla polvere o inflitrazioni di altro tipo.

Le eSIM si prestano all’utilizzo non solo su smartphone ma anche su altri dispositivi connessi come smartwatch, smart speaker, prodotti per l’Internet of Things in generale (IoT) come termostati, elettrodomestici, etc e terminali machine-to-machine (M2M) in generale.

Infine, le eSIM sono molto più sostenibili dal punto di vista ambientale in quanto non è previsto alcun tipo di imballaggio. Allo stesso tempo, senza la consegna di un prodotto fisico, si riduce anche l’inquinamento dovuto alla spedizione.

Iliad eSIM: quando arriveranno in Italia

Tim è stato il primo operatore a proporre ai clienti le eSIM. Anche WindTre prevede tale tecnologia ed entrambi permettono di acquistarle solo presso un proprio punto vendita o rivenditore autorizzato. WindTre propone le sue eSIM a 10 euro per chi attiva un nuovo numero o 15 euro per coloro che vogliono sostituirla e passare ad un altro numero.

Very Mobile, ovvero il marchio low cost di WindTre, consente di acquistare online la eSIM e di scaricarla sul proprio smartphone inquadrando con la fotocamera del telefono il QR Code ricevuto nell’email di riepilogo. L’attivazione avviene immediatamente dopo la videoidentificazione.

Anche Vodafone prevede le eSIM ma ad oggi ne limita l’utilizzo a specifici dispositivi come Apple Watch Cellular, ovvero la variante di smartwatch Apple in grado di connettersi a Internet senza avere con il telefono con sé.

Iliad dovrebbe adottare le eSIM molto presto. La conferma è arrivata dallo stesso amministratore delegato della divisione italiana, Benedetto Levi, durante una sessione di chat vocale sul nuovo social network Clubhouse. Levi ha ammesso che le eSIM sono ancora poco conosciute in Italia e la domanda da parte dei clienti e ridotta. Proprio per questo motivo Iliad ha deciso di concentrarsi su altri progetti come il debutto sulla rete fissa per la fibra ottica FTTH (Fiber to the Home). Nonostante ciò, l’AD ha confermato che l’azienda adotterà le eSIM nel nostro Paese tra “alcuni mesi” ma senza rivelare una scadenza più precisa.

Al contrario delle schede telefoniche tradizionali, le controparti virtuali potranno essere acquistate direttamente online senza però richiederne la spedizione via posta o corriere. Per avere la propria SIM non sarà nemmeno necessario recarsi in negozio o utilizzare le Simbox sparse negli oltre 600 Iliad Point presso GDO e centri commerciali.

Ovviamente sulle Iliad eSIM potranno essere attivate tutte le offerte dell’operatore low cost francese, che ricordiamo sono senza vincoli, costi nascosti e rimodulazioni. Gli utenti possono disattivare la linea in ogni momento e non sono previsti nemmeno vincoli alla velocità di navigazione. Fino al 30 marzo 2021 è disponibile Flash 100 5G, una tariffa con minuti e SMS illimitati e 100 GB per navigare in 5G fino a 855 Mbps in download.

Attiva Flash 100 5G »

Attualmente la copertura di Iliad in 5G raggiunge i Comuni di:

  • Alessandria
  • Bari
  • Bologna
  • Brescia
  • Cagliari
  • Como
  • Ferrara
  • Firenze
  • Genova
  • La Spezia
  • Latina
  • Messina
  • Milano
  • Modena
  • Padova
  • Perugia
  • Pesaro
  • Pescara
  • Piacenza
  • Prato
  • Ravenna
  • Reggio Calabria
  • Reggio Emilia
  • Roma
  • Torino
  • Verona
  • Vicenza

Gli smartphone compatibili con la rete di Iliad (altri se ne aggiungeranno nel corso dei mesi) sono i seguenti:

  • Huawei: P40, P40 Pro, P40 Pro +
  • Oppo: Reno4 5G, Reno4 Pro 5G, Find X2 Lite, Find X2 Neo, Find X2 Pro
  • Xiaomi: MI 10T Lite 5G, Mi 10, Mi 10T, Mi 10T Pro, Mi 10 Pro
  • Motorola: Edge, Moto G 5G Plus, Moto Razr 5G
  • Nokia 8.3 5G

Commenti Facebook: