Bollette luce e gas: stop alle modifiche unilaterali e ritorno della rateizzazione

Il nuovo Decreto Aiuti Bis prende forma e le novità relative al settore delle bollette di luce e gas sono diverse. Per le famiglie, infatti, sono in arrivo diverse misure di sostegno con l'obiettivo di garantire il supporto necessario per affrontare l'emergenza in corso che rischia di registrare un notevole peggioramento nel corso dei prossimi mesi. Ecco gli ultimi aggiornamenti.

Bollette luce e gas: stop alle modifiche unilaterali e ritorno della rateizzazione

La bozza del Decreto Aiuti Bis include diverse novità per le bollette di luce e gas. Alcune di queste non sono certo delle sorprese. Il Governo si prepara a rinnovare per il quarto trimestre del 2022 le misure già predisposte per questo trimestre. Ci sono, però, ulteriori interventi a favore degli utenti. In particolare, il nuovo Decreto introdurrà la sospensione delle modifiche unilaterali dei contratti di fornitura di luce e gas, per evitare rialzi improvvisi agli utenti, e dovrebbe reintrodurre il sistema di rateizzazione delle bollette. Di seguito i dettagli completi:

Decreto Aiuti Bis: ecco le novità in arrivo per le bollette di luce e gas

LE NOVITA’ DEL DECRETO AIUTI BIS PER LE BOLLETTE COSA CAMBIERA’
Azzeramento oneri di sistema Viene confermo l’azzeramento di una delle voci delle bollette
Taglio dell’IVA al 5% per il gas Viene ridotta l’IVA per rendere più leggere le bollette del gas
Potenziamento Bonus Luce e Gas I Bonus saranno incrementati da un bonus aggiuntivo per garantire uno sconto maggiore
Sospensione modifiche unilaterali delle bollette I fornitori non potranno modificare il prezzo di luce e gas fino al 31 ottobre
Rateizzazione delle bollette Gli utenti potranno richiedere il pagamento rateizzato delle bollette

Il nuovo decreto su cui il Governo è al lavoro si concentrerà anche sulle bollette di luce e gas con un pacchetto di misure che includerà diverse conferme oltre ad alcune novità. Si tratta di un intervento necessario per tentare di arginare il possibile peggioramento della crisi energetica nel corso delle prossime settimane.

Ricordiamo che ARERA ha anticipato una possibile nuova stangata per le bollette degli utenti nel caso in cui non vengano presi provvedimenti decisi. Il rischio è registrare un raddoppio dei prezzi al dettaglio di luce e gas. Alla base di questi rincari ci sono gli ultimi sviluppi del mercato energetico e il taglio delle forniture dalla Russia.

Per scongiurare questo scenario, il Decreto Aiuti Bis interverrà in vari modi. Come prima cosa, infatti, è prevista una proroga delle misure già in corso per il terzo trimestre del 2022. Anche per il quarto trimestre del 2022, infatti, si registrerà l‘azzeramento degli oneri di sistema per luce e gas oltre ad un nuovo taglio al 5% dell’IVA per il gas.

È già confermato, inoltre, il potenziamento dei Bonus Luce e Gas (riconosciuti in automatico per le famiglie con ISEE inferiore a 12 mila euro o 20 mila euro in caso di famiglie numerose con quattro figli a carico) che potrà contare su di un bonus integrativo che affiancherà quello ordinario per aumentare lo sconto complessivo.

Non ci sono solo proroghe nel Decreto Aiuti Bis. Il Governo, infatti, si prepara ad introdurre la sospensione delle modifiche unilaterali dei contratti di fornitura di energia elettrica e gas naturale. Tale norma sarà valida fino al prossimo 31 di ottobre e riguarderà anche le modifiche unilaterali già anticipate da preavvisi da parte dei fornitori.

Con la sospensione delle modifiche unilaterali, quindi, i fornitori non potranno esercitare la clausola contrattuale che consente di cambiare il prezzo di luce e gas (passando ad esempio da un prezzo bloccato a uno indicizzato oppure applicando costi aggiuntivi di vario tipo al prezzo stesso) per i prossimi mesi. Per gli utenti, quindi, si eviteranno brutte sorprese in bolletta.

Ritornerà, inoltre, la rateizzazione delle bollette. Il meccanismo non è ancora stato definito e potrebbe essere diverso da quello previsto nei mesi scorsi. La precedente rateizzazione poteva essere richiesta dai clienti morosi e prevedeva il pagamento di una prima maxi rata, pari al 50% dell’importo della bolletta, e di un massimo di ulteriori 9 rate mensili di importo minimo pari a 50 euro.

Tutte le novità in arrivo per il settore delle bollette di luce e gas andranno ufficializzate con l’arrivo del testo definitivo del decreto. Ne sapremo di più, quindi, nel corso dei prossimi giorni.

Come difendersi dagli aumenti e tagliare le bollette di luce e gas

In vista dei possibili rincari dei prossimi mesi è necessario agire subito, valutando tutte le opzioni a propria disposizione. Per tagliare le bollette di luce e gas è possibile affidarsi a due diverse misure. La prima prevede il taglio del costo dell’energia e, quindi, la riduzione delle bollette a parità di consumo. La seconda, invece, passa per il taglio dei consumi che può essere ottenuto puntando sull’efficienza energetica e/o sulla riduzione degli sprechi di energia. 

Per quanto riguarda il taglio del costo dell’energia elettrica e del gas naturale, invece, è possibile affidarsi alle migliori offerte luce e gas del Mercato Libero. La scelta di tali offerte può avvenire facilmente, grazie al sistema di comparazione online disponibile su SOStariffe.it. Grazie ad una panoramica completa delle offerte, infatti, è possibile individuare facilmente le tariffe più convenienti per dare un taglio alle bollette.

Per scoprire tali offerte si può utilizzare il link qui di sotto. Basta indicare una stima del proprio consumo annuo (il dato è riportato in bolletta) per scoprire le offerte migliori e ottenere informazioni precise in merito alla spesa attesa. Le tariffe scelte potranno poi essere attivate direttamente online, in modo completamente gratuito, avendo a disposizione i dati anagrafici dell’intestatario e i dati della fornitura (il codice POD per la luce e il codice PDR per il gas).

Scopri qui le migliori offerte luce e gas »

Ricordiamo, inoltre, che per ottenere assistenza nella scelta delle tariffe c’è la possibilità di affidarsi al servizio di consulenza gratuita e senza impegno di SOStariffe.it. Tale servizio è disponibile chiamando al numero 02 5005 111.