Bollette luce e gas: Istat conferma l'aumento dei prezzi, ecco come risparmiare

Le bollette luce e gas diventano sempre più salate per le famiglie italiane. Dopo l'aggiornamento dei prezzi comunicato da ARERA lo scorso luglio, infatti, in queste ore arrivano i dati Istat che confermano l'aumento dell'inflazione in Italia. Tale aumento è strettamente collegato all'aumento dei prezzi  dei "beni energetici". L'energia elettrica ed il gas naturale diventano più costosi per le famiglie italiane. Per risparmiare, quindi, è necessario agire subito e passare alle migliori offerte del mercato libero.

Bollette luce e gas: Istat conferma l'aumento dei prezzi, ecco come risparmiare

Gli ultimi dati Istat confermano l‘aumento dei prezzi dei beni energetici che fanno registrare un +18.6% dal +14.1% di giugno (+4.1% la variazione congiunturale). A pesare in misura significativa su tale aumento è l’effetto dei beni energetici regolamenti ( +34,2%, da +16,9% del mese precedente) che sono spinti dalla crescita dei prezzi dell’energia elettrica nel mercato tutelato (da +24,5% a +29,3%) e del gas naturale (da +12.9% a +36,8%).

I prezzi dei beni energetici non regolamentati, invece, fanno segnare una crescita ridotta (da +12.8% a +11.2%). Ad influenzare questo dato è l’inversione di tendenza dei prezzi dell’energia elettrica del mercato libero (da +9.1% a -1.6%). Ricordiamo che in questa categoria rientrano varie voci tra cui i prezzi del carburante per il trasporto.

Dai dati sull’inflazione appare però evidente la necessità di monitorare con la massima attenzione le spese per l’energia. Le famiglie italiane, in questi mesi, devono fare i conti con un aumento generalizzato dei prezzi che può incidere in misura significativa sul bilancio familiare. Per questo motivo, diventa molto importante valutare le proprie spese e considerare tutti i margini di risparmio disponibili.

I prezzi di luce e gas del mercato tutelato, come conferma l’aggiornamento dei prezzi di inizio luglio di ARERA, sono in crescita con un aumento significativo delle spese per le famiglie. Per dare un taglio alle spese, quindi, è necessario considerare le opportunità di risparmio garantite dal mercato libero per le famiglie italiane.

Vediamo quali sono le opportunità di risparmio per gli utenti che possono sfruttare il mercato libero per individuare offerte luce e gas più convenienti.

Risparmiare sulle bollette di luce e gas con il mercato libero

Come sottolineato da un recente rapporto ARERA diffuso nelle scorse settimane, meno del 10% delle offerte luce e gas del mercato libero risulta essere più conveniente del mercato tutelato. Questo dato ha una doppia chiave di lettura. Da una parte, infatti, ci conferma che scegliere una tariffa del mercato libero non significa risparmiare. Dall’altra, però, ci permette di ribadire che con il confronto online delle offerte del mercato libero è possibile individuare le tariffe più vantaggiose ed ottenere un netto risparmio rispetto al mercato tutelato.

Considerando anche i dati Istat sull’inflazione e sull’aumento dei prezzi dei beni energetici, dare un taglio alle bollette di luce e gas diventa prioritario. Per le famiglie italiane c’è la possibilità di passare al mercato libero facendo attenzione, però, a scegliere le tariffe più vantaggiose in base alle proprie reali esigenze. Solo in questo modo sarà possibile ottenere un risparmio significativo in bolletta e risparmiare cifre considerevoli rispetto al mercato tutelato.

Per individuare le migliori offerte del mercato libero è possibile affidarsi al comparatore di SOStariffe.it per offerte luce e gas, disponibile cliccando sul box qui di sotto oppure scaricando l’App di SOStariffe.it su dispositivi Android e iOS. Utilizzare il comparatore è davvero molto semplice. Basterà inserire una stima del proprio consumo annuo di luce e gas per ottenere informazioni precise in merito alle tariffe più convenienti da attivare per dare un taglio alle bollette.

Il dato relativo al consumo annuo è disponibile in una qualsiasi bolletta inviata dall’attuale fornitore. Da notare, inoltre, che l’utente può utilizzare il tool di calcolo integrato nel comparatore per individuare una stima dei propri consumi. In alternativa, è possibile sfruttare il servizio di Analisi della bolletta inviando una bolletta a SOStariffe.it per farla analizzare gratuitamente e senza alcun impegno da un consulente esperto in grado di effettuare le valutazioni necessarie e individuare le offerte migliori.

Per inviare la bolletta a SOStariffe.it è possibile utilizzare il servizio incluso nel comparatore (caricando una bolletta in versione PDF) oppure sfruttare il sistema integrato nell’App di SOStariffe.it. In alternativa, sarà possibile inviare via e-mail (all’indirizzo bolletta@sostariffe.it) una propria bolletta. In breve tempo, un consulente valuterà i consumi ed individuerà le tariffe luce e gas più vantaggiose da attivare per l’utente. Tutta questa procedura avviene senza alcun costo.

Scopri qui le migliori offerte luce e gas»

Quanto si risparmia con il mercato libero di luce e gas?

Il risparmio legato al passaggio al mercato libero con l’attivazione delle migliori offerte disponibili ad agosto 2021 è strettamente collegato al consumo annuo della propria fornitura. Per valutare i margini di risparmio garantiti dal mercato libero è possibile andare ad analizzare il caso del “cliente tipo” individuato da ARERA. Tale cliente si caratterizza per un consumo annuo di 2700 kWh di energia elettrica e 1400 Smc di gas naturale.

Inserendo questi dati nel comparatore si potrà verificare l’effettiva convenienza delle offerte del mercato libero. Considerando i dati di agosto 2021, per il “cliente tipo” c’è la possibilità di ridurre la spesa fino a 425 euro all’anno per l’energia elettrica e 1035 euro all’anno per il gas naturale. Confrontando questi dati con le attuali condizioni del mercato tutelato è possibile calcolare il risparmio annuale a disposizione del “cliente tipo”.

Il passaggio al mercato libero e l’attivazione delle migliori offerte permettono di ottenere un risparmio annuale di 195 euro per l’energia elettrica e e 135 euro per il gas naturale. Complessivamente, quindi, è possibile tagliare la spesa per le bollette di circa 330 euro (in base ai dati del “cliente tipo”). Naturalmente queste opportunità di risparmio sono disponibili anche per chi è già passato al mercato libero e punta ad attivare offerte più vantaggiose.

Per valutare il risparmio in base ai propri consumi è possibile utilizzare il comparatore di offerte, inserendo i dati relativi al proprio consumo. In questo modo si potranno ottenere informazioni precise mirate all’individuazione delle offerte più convenienti per risparmiare grazie ai prezzi più bassi praticati sul mercato libero dell’energia. Ricordiamo che per completare l’attivazione di una nuova offerta basterà avere a propria disposizione:

  • i dati anagrafici dell’intestatario della fornitura
  • i dati della fornitura (codice POD per l’energia elettrica, codice PDR per il gas naturale; questi codici sono presenti in bolletta)
  • i dati di pagamento (coordinate IBAN in caso di domiciliazione bancaria)

L’attivazione di una nuova tariffa può avvenire direttamente online, senza interruzioni della fornitura energetica e senza l’obbligo di dover cambiare il contatore. La procedura di attivazione è sempre gratuita e richiede alcune settimane per il suo completamento.

Commenti Facebook: