Assicurazione case, in Italia le RC sono ancora poche: perché conviene e cosa copre

Tra le assicurazioni più importanti e convenienti per le famiglie italiane ci sono, senza dubbio, le assicurazioni casa. Le polizze di questo tipo, infatti, proteggono quello che è, a tutti gli effetti il bene più amato dagli italiani (la casa) e spesso includono anche garanzie aggiuntive che vanno a tutelare i componenti del nucleo familiare, risultando così delle assicurazioni in grado di garantire una protezione davvero elevata, sotto diversi punti di vista. In Italia, però, le assicurazioni casa sono ancora poco diffuse. Ecco gli ultimi dati sulla questione. 

Le assicurazioni casa sono ancora poco diffuse in Italia ma offrono tanti vantaggi

Nonostante la tendenza ad investire nel “mattone”, le assicurazioni casa in Italia sono ancora poco diffuse. Solo una piccola percentuale di utenti, infatti, sceglie di attivare una polizza assicurativa in grado di proteggere il proprio immobile oltre che la propria famiglia da una lunga serie di rischi a cui si può andare incontro nella vita quotidiana.

La conferma arriva da una recente ricerca condotta da Swg per conto di Zurich, una delle principali compagnie assicurative presenti sul territorio italiano. L’indagine in questione conferma un dato che, da tempo, rappresenta un aspetto centrale del settore assicurativo del nostro Paese. Solo una parte ridotta delle abitazioni risulta coperta dalle assicurazioni.

Come vedremo, inoltre, in molti casi gli utenti interessati ad una polizza casa scelgono di non attivarla per via di un’erronea percezione dei prezzi. Le assicurazioni casa, soprattutto se vengono attivate online dopo un processo di comparazione dei preventivi, sono opzioni assicurative molto convenienti sia in termini di tutela che per quanto riguarda i costi del premio.
Scopri l’assicurazione casa più adatta a te

Vediamo ora quali sono i risultati dell’indagine di Swg che mettono in luce lo stato del mercato italiano delle polizze casa e tutti gli aspetti ad esso collegati.

Assicurazioni casa in Italia: i risultati dell’indagine

Secondo la ricerca condotta da Swg per Zurich, infatti, solo il 34.2% delle abitazioni italiane risulta coperta da un’assicurazione casa. E’ importante sottolineare, inoltre, che circa il 40% dei casi in cui è stata attivata una polizza di questo tipo riguarda gli immobili per cui è ancora in corso un mutuo.

L’accensione di un mutuo, infatti, comporta la stipula di una polizza obbligatoria denominata incendio e scoppio. Si tratta di una particolare polizza casa che le banche includono nel contratto di mutuo per proteggere l’immobile oggetto del finanziamento da eventuali danno ingenti prodotti da incendi o mutui. L’acquirente, quindi, è “costretto” ad accettare queste condizioni per ottenere il mutuo. Nella maggior parte dei casi, il premio assicurativo non viene pagato in un’unica soluzione ma viene dilazionato ed incluso nella rata mensile del mutuo.

Non considerando le polizze scoppio e incendio, è chiaro, quindi, che il dato relativo alla diffusione delle polizze casa in Italia risulta decisamente inferiore. Gli utenti italiani non sono ancora molto interessati all’attivazione di polizze assicurative che vadano a proteggere la propria abitazione e, in molti casi, anche i membri del nucleo familiare che abitano nell’immobile stesso.

C’è da considerare, inoltre, una forte differenza territoriale per quanto riguarda la diffusione delle polizze assicurative per la casa. L’indagine statistica realizzata da Swg conferma che il 55.2% delle abitazioni del Nord sono protette da un’assicurazione casa. Questa percentuale scende ad appena il 30.4% nel Centro Italia e registra un vero e proprio crollo nel Sud Italia con una percentuale pari ad appena il 22.4%.

Su base regionale, invece, si nota come la regione più assicurata, per quanto riguarda le polizze case, è il Trentino che registra una percentuale di abitazioni assicurate pari al 62%. Risultati decisamente inferiori, invece, in Sicilia dove la quota di abitazioni assicurate è pari ad appena l’1.9%.

Un altro fattore da considerare, analizzando i dati dell’indagine di Swg, è legato alla tipologia di immobili assicurati. Oltre il 60% delle polizze casa attivate sono state richieste dopo che un utente ha già subito un danno al proprio immobile. Con una polizza attiva, questo danno sarebbe stato coperto da una tutela assicurativa.

Cosa spinge ad attivare una polizza casa

La ricerca sulla diffusione delle polizze casa conferma che, in assoluto, la paura maggiore che spinge ad attivare un’assicurazione è il furto, un evento temuto dal 54% dei proprietari di prima abitazione che attivano una polizza e dal 32.4% di chi ha una seconda casa. Valori elevati si registrano anche per il rischio intrusione (con percentuali pari a l 50% ed al 22.6% a seconda se si considera prima casa o seconda casa), incendi (29.1% e 6.2%),  scoppio di una tubatura (28,9% e 32,4%) , fuga di gas (28,9% e 7,1%) e i danni elettrici (24% e 22,7%).

Quali sono le coperture assicurative più richieste da chi attiva una polizza casa

Gli utenti che scelgono di attivare una polizza casa puntano ad attivare specifiche coperture assicurative, con l’obiettivo di minimizzare i rischi per gli eventi che ritengono più pericolosi e frequenti. Quasi l’80% delle polizze casa attive in Italia va a coprire i danni ai beni e circa il 75% include la responsabilità civile verso terzi.

Queste due tipologie di coperture rappresentano, quindi, il punto di riferimento di quasi tutte le polizze casa attivate in Italia. Da segnalare, inoltre, che quasi il 50% delle polizze casa include una tutela assicurativa contro il furto, un elemento che, come visto in precedenza, risulta essere tra i più temuti in assoluto da chi sceglie di attivare una polizza assicurativa per la propria casa.

Per quanto riguarda i dispositivi scelti per la protezione della casa, le preferenze degli italiani sono molto chiare. Circa un terzo delle prime case assicurate presentano sensori anti intrusione (presenti anche nel 25% delle seconde case). A poca distanza ci sono i rilevatori per gli sbalzi di tensione.

Poco diffusi, invece, i sistemi di video sorveglianza. Per le prime case, ad esempio, tali sistemi sono presenti nel 18.8% dei casi per quanto riguarda la sorveglianza esterna e nel 16.5% dei casi per quella interna. Scarsa anche la diffusione dei rilevatori di gas (18.1% nelle prime case) e di fumo (12% nelle prime case). Ridottissimo il ricorso ai sensori anti-allagamento nelle prime case (diffusi solo nel 6.4% dei casi) mentre nelle seconde case la diffusione è maggiore (9.4%).

Polizze casa: il costo è tra le principali cause della rinuncia alla sottoscrizione

Tra i tanti aspetti analizzati dall’indagine di Swg per Zurich c’è quello legato alle motivazioni per chi una polizza casa non viene attivata. Secondo i dati raccolti, infatti, il 31% degli italiani che non hanno una polizza casa si dichiara non interessato ad una polizza casa mentre circa il 33% dichiara di aver rinunciato all’idea di sottoscrizione dopo avene valutato le caratteristiche.

Secondo il 50% degli intervistati che non hanno una polizza casa, questa particolare tipologia di copertura assicurativa è troppo costosa. Solo il 16%, invece, ritiene che questa polizza non sia utile. Il dato conferma che, anche per chi non ha attivato una polizza casa, questa particolare tipologia di copertura assicurativa è potenzialmente interessante e, nella maggior parte dei casi, è il costo a spingere alla rinuncia all’attivazione.

Polizze casa: i prezzi reali sono molto più bassi di quanto credono gli italiani

La ricerca prende in considerazione anche un aspetto centrale della rinuncia all’attivazione di una polizza casa, ovvero il prezzo ritenuto troppo alto. Secondo quanto verificato dagli analisti, infatti, la percezione media del prezzo di una polizza casa per chi rinuncia all’attivazione dell’assicurazione è troppo alta.

Gli utenti che non vogliono attivare una polizza casa, in quanto ritenuta troppo costosa, ritengono che tale polizza presenti un prezzo medio di circa 500 Euro. In realtà, invece, il costo reale della polizza risulta inferiore alla metà di tale cifra. La percezione errata del prezzo gioca, quindi, un ruolo di primo piano nella limitazione della diffusione delle polizze casa.

Polizza casa: quanto costa e cosa copre

Attivare una polizza casa è, quindi, un importante elemento per massimizzare le tutele assicurative e proteggere il proprio patrimonio, finanziario e immobiliare, oltre che la propria famiglia. Questa particolare tipologia di polizza offre, infatti, una copertura davvero completa e, nella maggior parte dei casi, personalizzabile che permette all’assicurato di poter contare su di una tutela davvero elevata.

Il costo delle polizze casa, come confermato dall’indagine, è nettamente inferiore rispetto a quello percepito dalla maggior parte degli utenti. Come evidenzia il comparatore di SosTariffe.it per assicurazioni casa, le opzioni per attivare una polizza assicurativa in grado di proteggere, al massimo, la propria abitazione ed il proprio nucleo familiare sono numerose e, affidandosi alla comparazione online, sarà facile individuare una polizza completa ed adatta alle proprie esigenze che risulti essere attivabile con un prezzo particolarmente vantaggioso.

Optare per l’attivazione online della polizza casa permette, inoltre, di ottenere condizioni economiche più vantaggiose (eliminando la presenza di intermediari che comporta un incremento dei costi) e di accelerare i tempi di sottoscrizione, facilitando anche l’intera procedura di attivazione che può essere completamente, in modo molto semplice ed in pochissimi passaggi.

Proteggere il proprio immobile con una polizza casa è, quindi, una scelta vincente. Le assicurazioni casa offrono una lunga serie di tutele assicurative che permettono di ottenere una copertura dei danni subiti dall’immobile a seguito di una lunga serie di eventi. C’è poi da sottolineare che tali polizze offrono tutele assicurative anche per il nucleo familiare rendendone l’attivazione ancora più vantaggiosa.

Tra le principali coperture presenti in una polizza casa troviamo la copertura RC, disponibile spesso in diverse varianti, che va a coprire i danni contro terzi. Con questa copertura, ad esempio, è possibile ottenere un risarcimento dei danni causati da un elemento della propria abitazione assicurata ad altre abitazioni. La perdita d’acqua di una lavatrice potrebbe comportare un danno ad un altro appartamento vicino. Tale danno è coperto dalla garanzia RC. Questa copertura viene proposta in diverse versioni ed è compito dell’utente valutare, di volta in volta, le coperture presenti e le eventuali limitazioni.

Tra le coperture più richieste ci sono quelle che rientrano nella categoria di “Danni al contenuto”. Queste tutele proteggono l’assicurato dai danni subiti alle cose presenti nella propria abitazione a seguito di eventi imprevedibili come un incendio, un esplosione etc. Si tratta di un’altra tutela assicurativa molto importante che permette di minimizzare il rischio di subire danni economici significativi a seguito di un evento che potrebbe arrecare danni notevoli alla propria casa.

Un’altra polizza che rientra nel pacchetto delle assicurazioni casa è quella che copre i danni da catastrofe. Gli appartamenti che si trovano in una zona sismica oppure in un’area caratterizzata da un elevato rischio idro-geologico possono contare su di un’assicurazione in grado di proteggere il patrimonio familiare. In caso di danni subiti da eventi di questo tipo, infatti, la compagnia garantirà un corposo risarcimento.

Le polizze casa garantiscono una tutela assicurativa completa che va ad assistere l’assicurato anche a seguito di imprevisti meno gravi. Molte polizze, infatti, garantiscono la possibilità di richiedere assistenza a seguito di malfunzionamenti imprevisti nella propria abitazione. Un guasto all’impianto elettrico o al sistema idrico potrà essere rapidamente risolto grazie all’intervento di un tecnico specializzato inviato direttamente dalla compagnia. Le spese dell’intervento saranno coperte dall’assicurazione.

Ci sono poi da considerare le tutele assicurative contro i furti, che come visto rappresentano una delle principali motivazioni che spinge gli utenti italiani ad attivare una polizza casa. Molto utili anche le coperture contro gli infortuni domestici (spesso le coperture di questo tipo si estendo anche gli infortuni registrati fuori casa, nel tempo libero) e tante altre coperture aggiuntive come quelle che possono tutelare gli animali domestici, garantendo un risarcimento delle spese veterinarie e la copertura RC contro eventuali danni causati dall’animale, o la tutela legale, che permette di ottenere un risarcimento delle spese legali per tutti i componenti del nucleo familiare.

In generale, quindi, l’assicurazione casa si configura come un vero e proprio pacchetto assicurativo che include una lunga serie di tutele mirate a massimizzare la sicurezza ed il livello di protezione del proprio patrimonio, sia finanziario che immobiliare, e del proprio nucleo familiare. Scegliere di attivare un’assicurazione casa, quindi, può risultare una mossa vincente anche considerando la possibilità di sfruttare tutti gli strumenti utili a minimizzare il prezzo della polizza stessa.

Grazie alla comparazione delle polizze ed alla possibilità di procedere con l’attivazione online, la stipula di un’assicurazione casa risulterà davvero conveniente grazie alla possibilità di attivare un pacchetto assicurativo completo a condizioni estremamente favorevoli e con tante coperture incluse nel prezzo.

Commenti Facebook: