Velocità download effettiva e dichiarata: come controllarle prima di cambiare operatore Internet Casa

La velocità della connessione Internet casa non sempre corrisponde a quella indicata dalle condizioni contrattuali sottoscritte dall'utente. In molti casi, infatti, ci si ritrova a dover sfruttare una connessione con una velocità effettiva decisamente inferiore rispetto a quella promessa. SOStariffe.it ha raccolto alcuni consigli per verificare le prestazioni della rete già prima di andare a sottoscrivere un'offerta.

Velocità download effettiva e dichiarata: come controllarle prima di cambiare operatore Internet Casa

Può capitare di sottoscrivere una delle tante offerte Internet casa presenti sul mercato ma ritrovarsi con una connessione caratterizzata da una velocità effettiva decisamente inferiore rispetto a quella indicata dall’operatore. Alla base di queste differenze possono esserci vari motivi.

Ad esempio, la località in cui è ubicata la propria abitazione non è coperta dalla fibra ottica (disponibile solo in pochi comuni italiani per ora) e il collegamento in rame risulta essere meno efficace del previsto (per via della distanza dall’armadio stradale considerevole). A pesare sulle prestazioni possono esserci anche motivi tecnici, come guasti e malfunzionamenti non rilevati dall’operatore.

A disposizione degli utenti ci sono alcuni trucchi da sfruttare per verificare, anche prima di aver aderito ad una promozione, l’effettiva velocità della connessione Internet. Ecco alcuni suggerimenti raccogli da SOStariffe.it per capire l’effettiva qualità della rete Internet di casa in rapporto ai dati dichiarati dal provider.

Lo speed test ci svela i dati effettivi

C’è un solo modo per conoscere i dati effettivi relativi alle prestazioni di una rete Internet, eseguire uno speed test. Il test in questione permette di individuare, con precisione, alcuni parametri tecnici che rappresentano una vera e propria cartina di tornasole delle prestazioni della rete.

Con uno speed test, infatti, è possibile risalire alla velocità in download e in upload della rete (questi dati sono generalmente espressi in Mbps). I dati sulla velocità sono fondamentali per capire qual è la banda reale a disposizione dell’utente in rapporto ai dati dichiarati, sia in download che in upload, dal proprio operatore di telefonia.

Ci sono altri parametri da considerare. Lo speed test, infatti, permette all’utente di ottenere informazioni precise in merito a parametri come il ping, ovvero il tempo di latenza della connessione, e il jitter, la variazione del tempo di latenza in un determinato lasso temporale. Questi dati, espressi in ms, sono fondamentali per dare un giudizio completo sulla connessione.

Una buona connessione deve avere un ping ed un jitter contenuti. Solo in questo modo è possibile ottenere una connessione reattiva e stabile. Valori anomali comporteranno un indizio importante in merito alle effettive prestazioni della rete.
Scopri le migliori offerte Internet casa »

Verifica la tua copertura Inserisci il tuo indirizzo e scopri se sei raggiunto da fibra o ADSL

Usare lo speed test è un gioco da ragazzi

Eseguire e “leggere” uno speed test è davvero molto semplice. Il test di velocità, infatti, avviene in automatico e offre i risultati in modo molto chiaro, anche per gli utenti meno esperti. . Lo speed test fornito da SOStariffe.it, ad esempio, richiede l’inserimento di pochissimi dati ed in pochi secondi offre un risultato preciso in merito alle prestazioni della rete. Tramite lo strumento di SOStariffe.it è possibile ottenere informazioni in merito alle velocità di download e upload, al ping e al jitter della connessione Internet casa utilizzata.

Per rendere lo speedtest uno strumento affidabile e preciso è opportuno mettere in atto una serie di espedienti. Per prima cosa, infatti, bisogna disconnettere tutti i dispositivi presenti in casa e collegati alla rete Internet da testare. Sul dispositivo su cui verrà effettuato il test, inoltre, bisognerà chiudere tutti i programmi che occupano la banda Internet (ad esempio i programmi per le chiamate VoIP e di streaming).

Controllare la banda minima garantita

Un elemento importante nella valutazione di una tariffa Internet casa è la valutazione della banda minima garantita. Ogni operatore, infatti, deve garantire una velocità minima di connessione per il servizio commercializzato. Tale valore deve essere sempre garantito. Se la velocità di connessione effettiva misurata dallo speedtest risulta essere inferiore rispetto alla banda minima garantita sarà necessario contattare immediatamente il proprio provider per segnalare il problema e il mancato rispetto delle condizioni contrattuali.

Per maggiori informazioni sulla banda minima garantita dall’operatore è possibile consultare le condizioni contrattuali dell’offerta che si sta attivando o dell’abbonamento già attivato. I provider sono tenuti a fornire informazioni precise in merito alla banda minima della connessione ed a rispettare i valori indicati. Il mancato rispetto della banda minima fa scattare la possibilità dell’utente di esercitare il diritto di recesso dal contratto per inadempienza contrattuale dell’operatore.

Connessione più lenta del normale: le possibili cause

Cosa può incidere sulla velocità effettiva della nostra connessione? I fattori che, in un modo o un un altro, possono incidere negativamente sulla velocità di connessione, andando a saturare la banda disponibile, sono numerosi. Ad esempio, un aggiornamento automatico del PC, che necessita di scaricare diversi file dalla rete, comporterà una riduzione della velocità effettiva della connessione.

Anche un’errata configurazione del proprio dispositivo potrebbe condizionare le prestazioni della connessione. Allo stesso modo, un numero eccessivo di utenti collegati alla stessa rete andrà a saturare le capacità di connessione, riducendo la velocità effettiva per ogni utente. Quando si valutano le prestazioni di una connessione è necessario considerare tutti i fattori in gioco per avere un’idea su quelle che sono le cause delle scarse prestazioni.

Non sempre, infatti, la velocità ridotta della connessione è legata alle scarse prestazioni della rete. Alle volte possono esserci cause esterne (come un PC configurato male) che influenzano in negativo la velocità di accesso ad Internet.

FWA, un’alternativa a fibra e ADSL

La maggior parte dei problemi di connessione registrati dagli utenti riguardano connessioni ADSL. Questa tecnologia è oramai obsoleta e offre prestazioni che, anche nel migliore dei casi, sono decisamente scarse. Una connessione ADSL, infatti, può raggiungere una velocità massima di 20 Mega in download e 1 Mega in upload. I valori reali, nella maggior parte dei casi, sono sensibilmente inferiori.

Chi non è raggiunto dalla fibra ottica FTTH o dalla fibra mista FTTC non è obbligato ad utilizzare l’ADSL per la connessione Internet casa. In questi ultimi anni, infatti, le offerte FWA (acronimo di Fixed Wireless Access) sono diventare delle importanti alternative per le connessioni Internet casa. Si tratta di una tecnologia “fibra mista radio” che utilizza una connessione wireless per collegare l’abitazione all’armadio stradale.

Queste soluzioni sono ottime per chi non può contare sulla fibra FTTH o sulla fibra mista rame FTTC. Molte offerte FWA permettono di accedere ad Internet ad alta velocità con la possibilità anche di raggiungere valori decisamente superiori ai valori teorici a cui può aspirare una connessione ADSL.

Usare un comparatore per scovare l’offerta più veloce

Come individuare le offerte Internet casa migliori? Il mercato di telefonia fissa in Italia propone tantissime soluzioni. Oltre alle connessioni FTTH e FTTC, in grado di garantire l’accesso alla banda ultra-larga, ci sono da considerare le già citate offerte FWA, soluzioni Internet wireless di ottimo livello, oltre alle offerte ADSL.

Per scegliere le migliori tariffe disponibili è possibile consultare il comparatore di offerte Internet casa di SOStariffe.it, disponibile anche tramite l’App di SOStariffe.it, scaricabile gratuitamente su dispositivi Android e iOS. Il comparatore offre una panoramica completa delle tariffe disponibili che, dopo la verifica della copertura, potranno essere attivate online dal sito dell’operatore scelto.

Commenti Facebook: