Bonifici istantanei senza costi aggiuntivi: arriva l'ok dall'UE

Dal Parlamento UE arriva l'ok ai bonifici istantanei senza costi aggiuntivi, per tutti i risparmiatori. Si tratta di una proposta della Commissione Europea lanciata nel corso del 2022 e ora pronta a diventare realtà, a seguito della votazione delle ultime ore. Vediamo in che modo cambieranno i bonifici in Italia e nel resto dell'UE.

In 30 secondi

Bonifici istantanei in UE:
  • il Parlamento UE approva il nuovo regolamento sui bonifici istantanei
  • gli istituti dovranno garantire bonifici istantanei senza costi aggiuntivi
  • la transazione dovrà essere completata in 10 secondi
Bonifici istantanei senza costi aggiuntivi: arriva l'ok dall'UE

Il bonifico istantaneo diventerà il riferimento delle transazioni in UE, senza costi aggiuntivi. L’ok del Parlamento UE, arrivato con 559 voti favorevoli, 7 contrari e 35 astensioni, segue la proposta della Commissione Europa sul tema e apre le porte a una trasformazione del modo in cui si scambia il denaro tra cittadini e imprese in UE.

Già oggi i bonifici istantanei sono un servizio messo a disposizione da un gran numero di istituti bancari che, come chiarito da un recente Osservatorio di ConfrontaConti.it, comportano spesso dei costi aggiuntivi rispetto ai bonifici ordinari. L’UE, invece, vuole arrivare a eliminare i costi extra, garantendo un trasferimento rapido in tutte le condizioni.

Scopri qui il miglior conto corrente »

Come cambieranno i bonifici istantanei in UE

COSA HA STABILITO L’UE SUI BONIFICI 
1. Gli utenti europei potranno disporre bonifici istantanei senza costi aggiuntivi
2. La transazione si completerà entro 10 secondi
3. Il pagatore riceverà un avviso di avvenuto pagamento

Il nuovo regolamento UE punta a rendere i bonifici sempre istantanei, in modo da completare il trasferimento in 10 secondi, con la possibilità, inoltre, per il pagatore di ricevere una conferma dell’avvenuto pagamento. Sarà compito degli istituti bancari e dei Prestatori di Servizi di Pagamento (PSP) garantire il completamento dell’operazione nei tempi previsti.

L’obiettivo è coinvolgere tutti i Paesi UE, anche al di fuori della zona euro (ma con tempistiche più lunghe per l’applicazione del provvedimento). Il focus del provvedimento dell’UE è consentire bonifici istantanei allo stesso prezzo degli ordinari, andando, di fatto, a sostituire l’attuale sistema di invio del denaro con un nuovo meccanismo “istantaneo” e molto più efficiente.

Sarà compito degli istituti definire sistemi di sicurezza avanzati per evitare le frodi bancarie legate ai bonifici istantanei, garantendo, inoltre, agli utenti la possibilità di stabilire un importo massimo per le transazioni istantanee, anche in questo caso con l’obiettivo di evitare frodi. Nel corso delle prossime settimane arriveranno ulteriori dettagli sulla questione.

Da notare, inoltre, che gli utenti potranno ottenere risarcimenti per danni finanziari legati alle violazioni delle norme antifrode da parte di istituti e PSP. L’introduzione di un sistema di trasferimento istantaneo del denaro tramite bonifico, quindi, non dovrebbe comportare rischi rilevanti per gli utenti finali.

La nuova norma UE sui bonifici istantanei diventerà effettiva 20 giorni dopo la pubblicazione all’interno della Gazzetta Ufficiale UE. Questo, però, non si tradurrà in un’applicazione immediata del provvedimento su scala europea. I singoli Stati membri, infatti, avranno modo di gestire la transizione verso il nuovo meccanismo con un periodo di 12 mesi per l’attuazione del regolamento.