Bollette luce e gas: prezzi stabili per il terzo trimestre del 2022

ARERA ha annunciato il consueto aggiornamento trimestrale dei prezzi di luce e gas per i clienti in tutela. Per il terzo trimestre del 2022 sono previste variazioni minime sulla spesa per l'energia per le famiglie che registrano un lieve incremento per l'elettricità mentre i prezzi del gas restano stabili. Ecco i dettagli:

Bollette luce e gas: prezzi stabili per il terzo trimestre del 2022

La crescita dei prezzi all’ingrosso non si rifletterà sulle bollette di luce e gas delle famiglie, almeno per tutto il terzo trimestre. ARERA, infatti, ha annunciato il consueto aggiornamento trimestrale dei prezzi di luce e gas andando a confermare una quasi totale stabilità delle quotazioni per i clienti in tutela per il trimestre che si concluderà a fine settembre 2022.

Gli interventi del Governo e dell’Autorità hanno permesso di mitigare, fino ad azzerare, i rincari registrati dal mercato all’ingrosso nelle ultime settimane. Per effetto di tali interventi, infatti, i prezzi di luce e gas per il terzo trimestre restano in linea con quelli del secondo trimestre appena terminato. Ecco tutti i dettagli in merito all’anno arrivato in queste ore da ARERA:

Bollette luce e gas: prezzi stabili fino a fine settembre per i clienti in tutela

PREZZI ENERGIA VARIAZIONI DAL 1° LUGLIO 2022
Energia elettrica 
  • +0,4% rispetto al 2° trimestre del 2022
Gas naturale 
  • Prezzo stabile

ARERA ha confermato che, per il terzo trimestre dell’anno, è previsto un incremento del +0,4% della bolletta dell’elettricità mentre non ci sono variazioni per la bolletta del gas nel confronto con i dati del secondo trimestre del 2022. Quest’aggiornamento è relativo alla “famiglia tipo” (consumo annuo di 2.700 kWh di energia elettrica e 1.400 Smc di gas naturale in regime di Maggior Tutela).

La stabilità dei prezzi è legata, sottolinea ARERA nel suo comunicato ufficiale, ai provvedimenti del Governo ed alle misure regolatorie dell’Autorità stessa. Ricordiamo che il Governo ha annunciato la proroga delle agevolazioni sulle bollette di luce e gas, con l’azzeramento degli oneri generali di sistema e il taglio al 5% dell’IVA per il gas naturale. Senza gli interventi del Governo e di ARERA si sarebbero registrati rincari del +45% per il gas e del +15% per l’energia elettrica.

Per evitare questi rincari, ARERA è intervenuta in vari modi, utilizzando la compensazione dei costi di commercializzazione UG2 per azzerare i possibili aumenti sul gas e allungamento il periodo di recupero degli scostamenti tra previsioni e consuntivo per limitare il rincaro sui prezzi dell’energia elettrica rispetto all’anno precedente. Questi provvedimenti hanno effetti positivi sulle bollette sia dei clienti in Tutela che dei clienti del Mercato Libero.

L’assenza di variazioni significative dei prezzi di luce e gas per i clienti in Tutela comporta, per gli utenti, la necessità di dover fare i conti con quotazioni ancora alle stelle. Come vedremo di seguito, i prezzi di riferimento per il Mercato Tutelato per l’energia elettrica ed il gas naturale sono ancora molto alti, esattamente come avvenuto nel corso del secondo trimestre del 2022.

Per questo motivo, continua ad essere fondamentale puntare sulle migliori offerte luce e gas del Mercato Libero che offrono la possibilità di ridurre il costo dell’energia e, quindi, di ottenere un risparmio netto in bolletta a parità di consumi. Per individuare le offerte più convenienti è possibile fare riferimento al comparatore di SOStariffe.it, disponibile di seguito, indicando una stima del proprio consumo annuo di energia. In alternativa, si può fare affidamento sul servizio di consulenza di SOStariffe.it, gratuito e senza impegno, disponibile al numero 02 5005 111. 

Scopri qui le migliori offerte luce e gas »

Il commento di ARERA

Stefano Besseghini, presidente di ARERA, commenta così il nuovo aggiornamento comunicato in queste ore: “Viviamo un momento di grande complessità in cui anche piccoli aumenti possono provocare reazioni eccessive. La ricerca di una pur difficile stabilità nel segnale di prezzo alle famiglie, assume anche in questa fase estiva un particolare rilievo pur nella consapevolezza che tutti gli sforzi devono essere sin da ora concentrati nel definire strumenti e soluzioni che ci permettano di essere efficaci nel prossimo inverno, sia nel garantire la sicurezza della fornitura che nel contenere i costi per il consumatore finale e l’intero sistema. Commissione Europea, governi e regolatori nazionali stanno lavorando con comune intento verso questi obiettivi”

Aumenti record per la spesa per le bollette rispetto allo scorso anno

BOLLETTA PER IL CLIENTE TIPO IN TUTELA SPESA PER LE BOLLETTE NELL’ANNO SCORREVOLE (1/10/2021 – 30/9/2022) VARIAZION I RISPETTO ALL’ANNO PRECEDENTE
Energia elettrica
  • 1.071 euro
  • +91%
Gas naturale
  • 1.696 euro
  • +70,7%

Il blocco dei rincari per il terzo trimestre del 2022 non cancella gli aumenti record registrati nel corso degli ultimi mesi. Il dato è confermato dall’analisi della spesa nel cosiddetto “anno scorrevole” ovvero il periodo compreso tra il 1° ottobre 2021 e il 30 settembre 2022 che viene messo a confronto con il periodo precedente, 1° ottobre 2020 – 30 settembre 2021, per evidenziare l’incremento delle bollette.

La “famiglia tipo” in Tutela registra una spesa di 1071 euro per l’energia elettrica nell’anno scorrevole con un rincaro del +91% rispetto ai dati dell’anno precedente. Per quanto riguarda il gas, invece, la spesa complessiva è pari a 1.696 euro con una variazione del +70,7% nel confronto con i 12 mesi precedenti. Complessivamente, quindi, la spesa complessiva è pari a oltre 2.700 euro.

Come variano i prezzi di luce e gas nel dettaglio

PREZZO DI RIFERIMENTO PER L’ENERGIA ELETTRICA PREZZO DI RIFERIMENTO PER IL GAS NATURALE
41,51 centesimi di euro per kilowattora (tasse incluse) 123,62 centesimi di euro per metro cubo (tasse incluse)

A partire dal 1° luglio 2022, come annunciato da ARERA, il prezzo di riferimento per l’energia elettrica per la famiglia tipo sarà pari a 41,51 centesimi di euro per kilowattora, tasse incluse. Questo prezzo include 31,17 centesimi di euro per i costi di approvvigionamento dell’energia (+0,5% rispetto al trimestre precedente) che rappresentano il 75,1% della bolletta per il cliente tipo.

luce

Per quanto riguarda il gas naturale, invece, il prezzo di riferimento per il trimestre appena iniziato, per la “famiglia tipo”, è pari a 123,62 centesimi di euro per metro cubo, tasse incluse. Il prezzo in questione comprende il costo di approvvigionamento del gas naturale che arriva a 108,43 centesimi di euro, in crescita del 21,3% rispetto al trimestre precedente, rappresentano l’87,71% dell’importo della bolletta.

gas

Confermato il potenziamento dei Bonus Luce e Gas

Tutto confermato anche per il terzo trimestre del 2022 per quanto riguarda il potenziamento dei Bonus Luce e Gas. Per i prossimi mesi, infatti, è previsto l’arrivo di un bonus integrativo che andrà ad affiancare il bonus ordinario garantendo uno sconto extra per le bollette dei clienti domestici in condizioni svantaggiate. La misura prevede uno stanziamento di oltre 116 milioni di euro che va a sommarsi a fondi già stanziati in precedenza e non ancora utilizzati per un totale di 518 milioni di euro.

Ricordiamo che per tutto il 2022 è previsto anche un allargamento della platea di soggetti che riceveranno il bonus. Fino a fine anno, infatti, il limite ISEE per l’accesso al bonus è di 12.000 euro. ARERA, inoltre, ha confermato il rinvio dell’adeguamento annuale dei bonus sociali da riconoscere nel 2022 e nei trimestri successivi per via dei prezzi di mercato e della volatilità delle quotazioni. Ricordiamo che l’accesso ai bonus è automatico. È sufficiente aver richiesto l’ISEE per poter registrare l’accredito in bolletta dei bonus.