Aumenti luce e gas: ecco i provvedimenti del Governo per ridurre le bollette da gennaio 2022

In queste ore verranno stabiliti i provvedimenti da adottare per contrastare gli aumenti di luce e gas in arrivo a partire dal prossimo mese di gennaio 2022. Il Governo è da diverse settimane al lavoro sulla definizione dei nuovi strumenti per ridurre l'impatto dei rincari delle materie prime energetiche sulle bollette dei consumatori. In arrivo c'è un pacchetto di misure dal valore di 3,8 miliardi di euro. Tali fondi dovrebbero essere utilizzati anche per prorogare le misure adottate lo scorso settembre. Ecco tutti gli aggiornamenti sulla questione.

Aumenti luce e gas: ecco i provvedimenti del Governo per ridurre le bollette da gennaio 2022

Dal 1° gennaio 2022 scatteranno nuovi aumenti per le bollette di luce e gas. L’entità di tali aumenti non è ancora nota. Sarà ARERA, l’autorità italiana per l’energia, a comunicare l’aggiornamento delle condizioni tariffarie per il primo trimestre del 2022. Tale comunicazione arriverà entro la fine del mese di dicembre in corso. Nel frattempo, con la Legge di Bilancio, il Governo si prepara a definire un pacchetto di misure per contrastare gli aumenti. In queste settimane sono stati raccolti fondi per 3,8 miliardi di euro che verranno utilizzati per sostenere alcuni provvedimenti in arrivo nel corso dei prossimi giorni.

Nel frattempo, il prezzo delle materie prime continua a salire. Nell’ultimo mese, infatti, si è toccato un nuovo record sui mercati europei per il prezzo del gas che ha toccato la quota record di oltre 120 euro per MWh. A peggiorare la situazione ci sono le tensioni sul fronte est dell’Europa con i gasdotti che attraversano Bielorussia e Ucraina, partendo dalla Russia, che garantiscono circa il 40% del gas naturale in arrivo per l’Europa. L’aumento del prezzo del gas, inoltre, comporta un aumento anche dell’energia elettrica. Per rispettare i vincoli sulle emissioni, infatti, il gas naturale è utilizzato per produrre energia elettrica in sostituzione del carbone.

Ecco le misure in arrivo per contrastare gli aumenti:

Le misure del Governo per contrastare gli aumenti di luce e gas

Le ultime informazioni in merito alle misure di contenimento degli aumenti su luce e gas confermano la volontà del Governo di intervenire contro gli aumenti di luce e gas in arrivo nel corso delle prossime settimane. Tra gli interventi in arrivo segnaliamo uno stanziamento di 1,8 miliardi di euro per annullare gli oneri generali di sistema per le utenze luce fino a 16 kWh (e quindi anche per le bollette luce delle famiglie). Da notare, inoltre, che circa 600 milioni di euro verranno utilizzati per la riduzione degli oneri di sistema per il gas e per il taglio al 5% dell’IVA, sempre per le sole bollette del gas come già avvenuto nel quarto trimestre del 2021.

Da segnalare, inoltre, un nuovo stanziamento di 900 milioni di euro che servirà a potenziare i Bonus Luce e Gas. Grazie a questi fondi, quindi, obiettivo è annullare gli aumenti per le famiglie in condizioni di disagio economico. I bonus sociali, ricordiamo, sono riservati alle famiglie con ISEE inferiore a 8.264 euro (20.000 euro per le famiglie con almeno 4 figli) e per i precettori del reddito di cittadinanza e della pensione di cittadinanza. Tali bonus vengono riconosciuti in automatico. È solo necessario richiedere la Dichiarazione Sostitutiva Unica per l’ottenimento dell’ISEE.

Le indiscrezioni si basano su quanto rivelato da fonti governative agli organi di stampa. Per il momento, all’appello mancano circa 500 milioni di euro del fondo da 3,8 miliardi di euro stanziato per contrastare gli aumenti sulle bollette di luce e gas. Di conseguenza, potrebbero arrivare ulteriori misure mirate al contenimento dei rincari in arrivo nel corso del primo trimestre del prossimo anno a causa della delicata situazione che sta condizionando i mercati energetici a livello internazionale. Sul tavolo ci sarebbero ulteriori pacchetti per sostenere le imprese.

Il Governo, infatti, starebbe valutando l’ipotesi di rateizzare le bollette per le imprese, spalmando i rincari dei prossimi mesi in un periodo di tempo più lungo. Per gli interventi a sostegno delle imprese, particolarmente colpite dagli aumenti del costo dell’energia, sarà necessario attendere un provvedimento ad hoc che potrebbe arrivare nei prossimi giorni. Di certo, entro la fine del mese di dicembre dovrebbero essere definite tutte le misure di sostegno.

Come risparmiare subito sulle bollette luce e gas

In attesa dei provvedimenti del Governo per il contrasto degli aumenti delle materie prime energetiche, per i consumatori c’è la possibilità di tagliare subito le bollette. In vista dei rincari di gennaio 2022, infatti, è fondamentale puntare su tariffe con prezzi ridotti dell’energia e, soprattutto, con la possibilità di beneficiare di una clausola di prezzo bloccato. Il risparmio passa, quindi, per le migliori offerte luce e gas del Mercato Libero. Chi è ancora nel mercato tutelato dovrà immediatamente passare al Mercato Libero per assicurarsi condizioni tariffarie più vantaggiose. Anche chi è già nel Mercato Libero potrà trarre beneficio dall’attivazione di nuove offerte più convenienti (soprattutto se a prezzo bloccato).

Per scegliere le migliori soluzioni disponibili sul mercato energetico è possibile consultare il comparatore di SOStariffe.it, disponibile cliccando sul link qui di sotto oppure scaricando l’App di SOStariffe.it per Android ed iOS. Per individuare le migliori offerte a disposizione degli utenti è sufficiente indicare una stima del proprio consumo annuo di energia. Il comparatore andrà ad effettuare delle simulazioni di spesa per verificare quali sono le tariffe più vantaggiose da attivare per poter massimizzare il risparmio, sia nel breve che nel lungo periodo (grazie alla clausola del prezzo bloccato che permette di evitare gli aumenti).

Scopri qui le migliori offerte luce e gas  

Il dato relativo al consumo annuo è disponibile:

  • nella sezione consumi della bolletta
  • tra le informazioni della fornitura dell’area utente del sito del fornitore o tramite l’app del fornitore

Il dato può, inoltre, essere stimato grazie al tool di calcolo integrato nel comparatore.

Da notare che gli utenti possono sfruttare il servizio gratuito e senza impegno Analisi della Bolletta, accessibile direttamente dal comparatore, che consente di inviare una bolletta al Team di SOStariffe.it che si occuperà di individuare le tariffe più vantaggiose per l’utente. È anche possibile richiedere il servizio di consulenza telefonica di SOStariffe.it (anche in questo caso, gratis e senza alcun impegno) chiamando al numero 02 5005 222. Un consulente sarà a disposizione per aiutare l’utente a scegliere le tariffe da attivare.