Viaggiare ai tempi del coronavirus: le 5 cose da sapere per le tue vacanze

Dopo il lockdown, tanti italiani si preparano per andare in vacanza. Dopo la pandemia, in ogni caso, viaggiare non sarà più esattamente come ce lo ricordavamo. Spostamenti e vacanze per l’estate 2020 dovranno essere accompagnati da precauzioni ben precise. La nuova indagine di SOStariffe.it ha messo in evidenza 5 cose da sapere prima di partire per le vacanze estive in tempi di coronavirus.

SOStariffe.it mette in evidenza tutto quello che c'è da sapere prima di mettersi in viaggio
SOStariffe.it mette in evidenza tutto quello che c'è da sapere prima di mettersi in viaggio

Con l’inizio dell’estate gli italiani si preparano alle prime partenze per le vacanze. Dopo il lungo periodo di lockdown e la lenta ripresa economica, infatti, il numero di persone che si appresta a partire per le vacanze è elevato. Quelle di quest’anno saranno, inevitabilmente, vacanze diverse dal solito con un’attenzione all’igiene molto alta e con la massima allerta per il rischio di nuovi focolai dell’epidemia.

Nel frattempo, un numero sempre maggiore di confini tra gli Stati, in particolare in Europa, sono stati aperti e nelle prossime settimane ci saranno tante partenze. Quest’anno sarà, però, necessario, mettere in valigia qualcosa di diverso. Oltre a mascherine e gel per le mani, oramai elementi immancabili per tutelare la propria salute e quella degli altri, bisognerà fare attenzione a diverse cose.

SOStariffe.it ha raccolto 5 informazioni essenziali da conoscere prima di partire e da portare in viaggio con sé.

Gli indispensabili: mascherine, gel e attenti alla temperatura corporea

Andare in vacanza, almeno per quest’anno, non avvenire con la massima leggerezza, staccando completamente la spina dalla realtà. Sarà fondamentale, infatti, rispettare le norme igienico sanitarie che, in questi mesi, sono diventate la normalità per tutti gli italiani. Bisognerà portare con sé un set di mascherine e del gel igienizzate, da utilizzare nel caso in cui non ci sia la possibilità di lavare le mani.

Oltre ai tradizionali farmaci generici, inoltre, potrebbe essere molto utile avere sempre con sé un termometro per il monitoraggio della temperatura corporea. Con una temperatura superiore ai 37,5° C, infatti, si dovrà evitare di viaggiare. In caso di febbre, infatti, il rischio di essere contagiati è elevato ed è, quindi, consigliabile contattare subito il proprio medico per ricevere tutta l’assistenza del caso. Nei casi più gravi, inoltre, potrebbe essere necessario eseguire il tampone per verificare l’effettivo contagio.

Organizzare un viaggio in macchina: attenzione ai divieti per i non congiunti

Viaggiare in macchina potrebbe essere la soluzione scelta da un gran numero di italiani, soprattutto per evitare i rischi legati al viaggio in treno o in aereo. Il turismo di prossimità rappresenta un punto di riferimento per l’estate 2020 e l’automobile è, senza dubbio, il mezzo più semplice e flessibile da usare per muoversi.

Per i viaggi in macchina tra soggetti non conviventi, ad esempio un gruppo di amici, bisognerà prestare la massima attenzione ai possibili divieti presenti. Il rispetto del distanziamento sociale e l’utilizzo delle mascherine, per ridurre al minimo i rischi di contagio, saranno, infatti, fondamentali.

Alcune regioni italiane, come il Veneto, la Liguria, l’Emilia-Romagna e la Puglia, hanno fissato delle misure meno restrittive per i viaggi in auto. Durante gli spostamenti in queste regioni, infatti, sarà possibile occupare tutti i posti dell’auto, senza regole di distanziamento tra soggetti non conviventi.

Nel resto d’Italia, invece, resta l’obbligo di mantenere il distanziamento e, quindi, in una vettura a 5 posti potranno viaggiare sino ad un massimo di 3 passeggeri. In ogni caso, per i viaggi in auto tra soggetti non conviventi è obbligatorio l’utilizzo della mascherina.

Viaggiare in treno o in aereo: attenzione alle regole

Chi deciderà di viaggiare in treno o in aereo dovrà prestare la massima attenzione alle regole predisposte per i viaggi su questi mezzi. Con una temperatura corporea superiore ai 37,5° C, infatti, non sarà possibile salire a bordo. All’accesso nelle stazioni o in aeroporto ci saranno gli oramai immancabili termo-scanner per verificare che la temperatura corporea sia nella norma.

A bordo dei treni, inoltre, saranno present dispenser di gel disinfettante, bisognerà indossare le mascherine e mantenere il distanziamento sociale, con l’alternanza tra posti liberi e posti occupati. L’obbligo di distanziamento, inoltre, decade in presenza del rispetto di alcune condizioni. Non ci sarà bisogno di rispettare il distanziamento nel caso in cui le sedute del treno non siano contrapposte (ovvero con un posizionamento “faccia a faccia”).

Su sedili contrapposti è possibile sedersi solo se si è conviventi. Da notare, inoltre, che un altro requisito da rispettare per far decadere le regole del distanziamento è rappresentato dalla presenza di un sistema in grado di cambiare costantemente l’aria a bordo, sia tramite un sistema di climatizzazione che tramite l’apertura e la chiusura delle porte.

Anche in aereo le mascherine sono obbligatorie. Per i viaggi più lunghi, inoltre, è richiesto il cambio del dispositivo (almeno ogni 4 ore). Decade il divieto di portare il trolley in cabina come bagaglio a mano. I passeggeri dovranno rispettare le condizioni di viaggio, per il bagaglio a mano, fissate dalla propria compagnia. Da notare che verrà richiesto al viaggiatore di compilare un’autocertificazione prima di salire sul volo. In questo documento andranno inserite varie informazioni e bisognerà lasciare un recapito per poter essere ricontattati in caso di necessità

Viaggiare all’estero: si può fare?

In tempi di coronavirus, il turismo di prossimità è, chiaramente, la soluzione più praticamente. I viaggi all’estero, anche se con qualche limitazione, sono comunque possibili ma sempre nel massimo rispetto delle normative previste dal Paese di destinazione. Gli spostamenti internazionali possono essere soggetti a costanti modifiche normative, sulla base della situazione epidemiologica.

Dallo scorso mese di giugno, gli spostamenti tra i Paesi europei dell’area Schengen sono possibili. Per i viaggi verso altri Paesi è, invece, stata stilata una “lista verde” che include tutte le destinazioni verso cui si può viaggiare. L’elenco è in costante aggiornamento. In base all’andamento della pandemia, infatti, alcuni Paesi potrebbero rientrare o essere esclusi dalla lista.

Tra i Paesi verso cui si può viaggiare, attualmente, troviamo Algeria, Australia, Canada, Georgia, Giappone, Marocco, Nuova Zelanda, Ruanda, Corea del Sud, Thailandia, Tunisia e Uruguay. Per maggiori dettagli è possibile consultare il portale Re-open EU, per aggiornamenti legati all’Unione europea, e  Viaggiare sicuri, per tutte le notizie in tempo reale dal mondo.

In caso di viaggio all’estero è fortemente consigliato verificare che ci siano le condizioni giuste per poter raggiungere la propria meta e che non siano presenti limitazioni per quanto riguarda i rischi di contagio. Informandosi periodicamente, sarà possibile viaggiare in tutta tranquillità e sicurezza.

L’assicurazione viaggi

Prima della partenza è opportuno valutare la possibilità di sottoscrivere un’assicurazione viaggiIn particolare, è consigliabile valutare le soluzioni assicurative che includono una copertura Covid. Tale copertura offre garanzie maggiori rispetto alle tradizionali polizze che tutelano i viaggiatori da malattie improvvise e infortuni.

Le polizze viaggi con copertura Covid, infatti, prevedono l’assistenza medica illimitata, la consulenza medica online disponibile h24, il rimpatrio sanitario e il rientro anticipato se necessario. Questa tipologia di copertura risulta essere davvero essenziale in questo periodo così delicato, in particolare se si prevede di effettuare viaggi lunghi ed a grande distanza dall’Italia.
Scopri le migliori polizze viaggio con copertura Covid-19 inclusa

Per individuare le migliori polizze assicurative con copertura Covid è possibile consultare il compratore di assicurazioni online di SOStariffe.it, disponibile anche in versione mobile grazie all’applicazione di SOStariffe.it scaricabile gratis da Android e iOS.

Commenti Facebook: