Verificare IBAN cashback: come fare e cosa significa l'avviso su APP IO

Lo scorso mese di dicembre è partita la prima fase del programma di Cashback. A partire dal 1° gennaio 2021, inoltre, il programma è entrato nel vivo con il primo periodo semestrale che consentirà di ottenere un rimborso massimo di 150 euro per le spese sostenute con carta di pagamento nei negozi. Per ottenere il rimborso è necessario inserire le coordinate IBAN all'interno dell'app IO, l'applicazione per smartphone necessaria per poter partecipare al programma Cashback. Ecco cosa fare se l'app richiede di effettuare la verifica IBAN per l'ottenimento del Cashback.

Verificare IBAN cashback: come fare e cosa significa l'avviso su APP IO

Per poter ottenere il Cashback sugli acquisti effettuati in negozio pagando con carta invece che in contanti è necessario registrarsi tramite l’app IO, disponibile su smartphone e tablet Android, tramite il Google Play Store, e su iPhone e iPad, tramite l’App Store. Successivamente, l’utente deve registrare uno strumento di pagamento compatibile con il programma (ad esempio una carta di credito, di debito o una prepagata) da utilizzare per fare acquisti e accumulare il “Cashback” del 10% sull’importo speso nei negozi durante il periodo di riferimento del programma.

Per poter ottenere l’accredito del Cashback, infine, è necessario fornire le proprie coordinate IBAN del proprio conto corrente. Tali coordinate devono essere inserire nell’apposita sezione dell’app IO. Al termine del programma (la prima fase è terminata il 31 dicembre 2020 mentre la fase attuale terminerà il 30 giugno 2021), l’importo maturato come Cashback verrà accreditato sul conto corrente le cui coordinate IBAN sono state fornite dall’utente all’interno dell’applicazione IO. E’ molto importante assicurarsi di aver inserito le coordinate IBAN corrette per poter ricevere l’accredito del Cashback. Al momento, infatti, il programma non prevede ulteriori modalità per l’accredito del rimborso dovuto.

L’accredito del Cashback, stanno alle FAQ del programma, è previsto entro 60 giorni dalla fine del periodo di riferimento dei rimborsi.

Verifica dell’IBAN: perché è importante e come farla

Per ottenere il rimborso previsto dal programma Cashback è necessario inserire l’IBAN del proprio conto corrente all’interno della relativa sezione dell’App IO. Si tratta di un passaggio necessario per ottenere il rimborso tramite bonifico bancario entro i 60 giorni successivi alla fine del periodo di validità del programma. Non inserendo un IBAN o inserendone uno errato non sarà possibile ottenere il rimborso. Per questo motivo, l’app invia un avvio all’utente per ricordare la necessità di effettuare la verifica dell’IBAN in tempo utile per ricevere il rimborso.

Per quanto riguarda il programma “extra Cashback di Natale”, la data ultima per la verifica dell’IBAN è stata lo scorso 9 gennaio 2021. Il programma Cashback ora continua con una serie di periodi semestrali. In sostanza, per ottenere il rimborso previsto per il primo semestre sarà necessario verificare l’IBAN del proprio conto impostato all’interno dell’app IO entro la fine del prossimo mese di giugno 2021. Ripetiamo che è necessario effettuare questa verifica e controllare che l’IBAN sia stato inserito nel modo corretto all’interno dell’app.

La verifica dell’IBAN deve essere fatta dall’utente con la massima attenzione. Le coordinate IBAN, infatti, sono una lunga sequenza alfa-numerica ed è facile commettere un errore in fase di inserimento. Controllare almeno due-tre volte che la sequenza sia corretta (in particolare nel caso in cui vi sia una lunga sequenza di zeri) è fondamentale per evitare di commettere errori.

IBAN e Cashback: tutto quello che c’è da sapere

Per l’ottenimento del Cashback al termine del periodo di validità del programma è necessario fornire le coordinate IBAN. Per poter registrare l’accredito del rimborso sarà, quindi, necessario fornire l’IBAN del proprio conto corrente. Si tratta di un passaggio fondamentale dell’intero programma e chi sceglie di parteciparvi dovrà eseguire la procedura, in modo completo, direttamente dall’App IO.

Per chiarire tutti i dubbi in merito alle coordinate IBAN del conto corrente per il Cashback, di seguito andremo ad analizzare alcuni aspetti fondamentali che vengono evidenziati anche nelle FAQ dell’iniziativa. Ecco i principali elementi da conoscere in merito alla questione:

  • due partecipanti al Cashback possono indicare lo stesso codice IBAN per l’ottenimento dei rimborsi nel caso in cui il conto sia cointestato; in questo caso, infatti, il codice IBAN risulta associato al codice fiscale di entrambi gli utenti che però dovranno iscriversi in modo individuale al programma; pur avendo impostato lo stesso IBAN per l’accredito, i due utenti saranno considerati in modo separato nel calcolo del rimborso che, ricordiamo, può avere un valore massimo di 150 euro
  • un utente che partecipa al programma Cashback ha la possibilità di modificare l’IBAN in qualsiasi momento; per ottenere l’accredito del rimborso è necessario effettuare la modifica prima della scadenza del periodo di validità del Cashback
  • per poter ottenere il rimborso, le coordinate IBAN vanno comunicate entro la fine del periodo di riferimento; per il periodo “extra cashback di Natale”, l’ultimo giorno utile per tale comunicazione era il 9 gennaio 2021
  • è possibile partecipare al programma Cashback anche utilizzando un IBAN associato ad una “carta conto” e non ad un vero e proprio conto corrente; in questi casi, però, è opportuno controllare la presenta di eventuali limitazioni in merito ai massimali di ricarica o al saldo che tale strumento di pagamento può raggiungere; dopo aver effettuato tale verifica, sarà possibile impostare l’IBAN della propria carta conto per ottenere l’accredito del rimborso

Per maggiori informazioni in merito al programma Cashback ed all’utilizzo dell’IBAN per l’ottenimento del rimborso è possibile consultare il sito ufficiale io.italia.it che include una ricca sezione di FAQ da consultare per scoprire tutti i dettagli sul programma.

Quale conto utilizzare per il Cashback?

Per ottenere il rimborso è necessario pagare con carte di pagamento invece che in contati e fornire le coordinate IBAN di un conto corrente o di una “carta conto”, per poter ricevere l’accredito della somma spettante. La partecipazione al programma Cashback può avvenire anche tramite carte prepagate o altre soluzioni di pagamento non direttamente collegate al conto corrente.

Per ricevere l’accredito del rimborso, invece, è necessario avere a disposizione un conto o una carta conto in grado di ricevere un bonifico in entrata. Per questo motivo, chi non ha un conto ma vuole partecipare al programma Cashback dovrà valutare l’apertura di un nuovo conto corrente. Fortunatamente, le opzioni per scegliere un buon conto, o una carta conto, per la gestione del proprio denaro senza spesa sono numerose.

Per un quadro completo delle migliori opzioni disponibili segnaliamo la possibilità di consultare il comparatore di SOStariffe.it per conti correnti a zero spese, accessibile cliccando sul link qui di sotto oppure scaricando l’App di SOStariffe.it, disponibile gratuitamente per il download dal Google Play Store, per smartphone e tablet Android, e dall’Apple App Store, per iPhone e iPad.

Scegliendo un conto corrente a zero spese non si avranno costi per la gestione del proprio denaro e si potrà contare, nella maggior parte dei casi, su di uno strumento di pagamento, ad esempio una carta di debito, già pronto per poter essere utilizzato per fare acquisti validi per il programma Cashback.

Scopri qui i migliori conti a zero spese »

Come fare per ottenere il Cashback

Per partecipare al Cashback è necessario:

  • scaricare l’App IO sul proprio smartphone e completare l’adesione al programma
  • indicare nell’App IO uno strumento di pagamento compatibile (carta di credito, carta di debito, prepagate etc.) che dovrà essere utilizzato per fare acquisti in negozio
  • indicare le coordinate IBAN del proprio conto corrente necessarie per ricevere l’accredito, tramite bonifico, del rimborso

Dopo la partenza del mese di dicembre con la fase “extra cashback di Natale“, il programma Cashback è partito in modo completo lo scorso 1° gennaio 2021. Per avere il rimborso sarà sufficiente effettuare acquisti in negozio pagando con la carta registrata nell’App IO invece che in contanti. Al termine del semestre sarà riconosciuto un rimborso del 10% su tutte le spese effettuate sino ad un massimo di 150 euro per ogni cittadino che partecipa al programma.

Per ottenere il rimborso alla fine del periodo di validità semestrale è necessario effettuare almeno 50 transazioni con carta (indipendenti dall’importo). Da notare, inoltre, che è previsto un limite di 150 euro per transazioni per il calcolo del rimborso. In sostanza, per i pagamenti superiori a tale importo sarà riconosciuto un cashback di 15 euro (ovvero il 10% di 150 euro).

Attualmente, la normativa prevede tre periodi diversi per il Cashback. Il primo periodo si concluderà il prossimo 30 giugno 2021 mentre il secondo coprirà il secondo semestre del 2021. Il terzo periodo, invece, riguarderà il primo semestre del prossimo anno. Ogni periodo di Cashback segue le stesse regole indicate in precedenza. Alla fine di un periodo, inoltre, si azzerano i conteggi relativi al numero di transazioni ed ai limiti per l’ottenimento del rimborso.

C’è poi da considerare il Supercashback. In questo caso, si tratta di un programma paralello al Cashback che prevede un premio in denaro di 1.500 euro per gli utenti che effettueranno il maggior numero di transazioni con carta nel corso del periodo di riferimento. Il premio sarà erogato ai primi 100.000 utenti che avranno effettuato il maggior numero di transazioni nel corso del periodo di riferimento.

Commenti Facebook: