Smart Home e domotica: risparmi in bolletta di 200 euro, ecco come

La nuova indagine dell'Osservatorio SOStariffe.it e Segugio.it si concentra sul rapporto tra Smart Home e domotica ed il risparmio in bolletta. Ricorrendo ai dispositivi intelligenti è possibile gestire al meglio l'utilizzo dell'energia elettrica, anche grazie al controllo da remoto. In base ai dati raccolti dallo studio, quindi, si può ottenere un risparmio di 200 euro all'anno in bolletta trasformando la propria abitazione in una vera e propria Smart Home. Ecco i dettagli:

Smart Home e domotica: risparmi in bolletta di 200 euro, ecco come

Ricorrere alla tecnologia consente di utilizzare l’energia elettrica nel modo giusto e, quindi, ridurre le bollette. Sfruttando le ultime tecnologie, infatti, è possibile gestire da remoto o anche solo programmare e monitorare gli elettrodomestici ricorrendo ad app ed assistenti vocali. La tecnologia di ultima generazione consente, inoltre, di eliminare gli sprechi e di poter concentrare i consumi in una fascia oraria in cui l’energia costa di meno (a condizione, però, di attivare un’offerta bioraria o trioraria).

L’indagine dell’Osservatorio SOStariffe.it e Segugio.it si concentra su tutte quelle modalità con cui è possibile ottenere un risparmio netto in bolletta grazie alla tecnologia. Le soluzioni per la Smart Home garantiscono, infatti, la possibilità di gestire nel modo migliore l’elettricità in casa, garantendo una riduzione dei consumi e della spesa in bolletta. Ricorrendo alla domotica, quindi, si ha la possibilità di risparmiare fino a 200 euro in un anno. Con una casa “intelligente” la bolletta sarà più leggera.

Con la Smart Home si possono tagliare le bollette di 200 euro in un anno

Lo studio dell’Osservatorio SOStariffe.it e Segugio.it si è concentrato sul caso della “famiglia tipo” (consumo annuo di 2.700 kWh di energia elettrica e 1.400 Smc di gas naturale) che attiva le tariffe luce e gas più convenienti del Mercato Libero disponibili attualmente, con l’obiettivo di ridurre al minimo il costo dell’energia, un elemento che rappresenta la strada obbligata da percorrere per massimizzare il risparmio.

Per la valutazione del modo in cui le tecnologie della Smart Home impattano sulla bolletta sono state effettuate diverse simulazioni riferite al profilo di consumo citato in precedenza con l’obiettivo di capire in che modo, ottimizzando i consumi, è possibile ridurre l’energia elettrica ed il gas utilizzato e, quindi, tagliare le bollette. Secondo l’indagine, la “famiglia tipo” può risparmiare 200 euro in un anno sulle bollette.

Grazie all’applicazione della tecnologia, quindi, è possibile ottenere un taglio del 9% dell’importo delle bollette legato ai consumi effettivamente registrati. Tale risparmio può essere ottenuto in due modi. Da una parte, infatti, la tecnologia consente di ridurre il quantitativo di elettricità e gas utilizzato, andando ad esempio ad evitare gli sprechi grazie al controllo remoto. Dall’altra parte, è possibile concentrare i consumi di energia elettrica in una fascia oraria in cui l’elettricità costa meno, ottenendo un risparmio netto in bolletta.

Come massimizzare il risparmio per le bollette di luce e gas con la Smart Home

GLI ELEMENTI DELLA SMART HOME I VANTAGGI IL RISPARMIO PER LA FAMIGLIA TIPO
Termostato smart per caldaia a gas
  • Consente di programmare e monitorare l’utilizzo della caldaia da remoto andando a ridurre gli sprechi di gas
  • 76 euro in un anno
Prese elettriche smart
  • Consentono di ridurre, fino ad azzerare, il consumo legato allo stand-by degli elettrodomestici grazie al controllo da remoto
  • 61 euro in un anno
Lampadine Smart
  • Evitano gli sprechi legati all’illuminazione grazie al controllo da remoto
  • 9 euro in un anno
Condizionatore
  • La gestione da remoto del raffrescamento domestico consente di evitare diverse ore d’accensione inutile nel corso dell’anno, riducendo i consumi
  • 22 euro in un anno
Elettrodomestici Smart
  • Ricorrendo alla programmazione degli orari di attivazione è possibile concentrare i consumi di lavatrice, lavastoviglie e asciugatrice nelle ore in cui l’energia costa di meno (scegliendo una tariffa bioraria o trioraria)
  • 32 euro in un anno

Ci sono vari metodi per sfruttare le tecnologie per massimizzare il risparmio in bolletta. Una prima opzione è rappresentata dalla possibilità di affidarsi ad un termostato smart per la caldaia a gas. Tale dispositivo, connesso ad Internet, consente di gestire in autonomia il funzionamento del riscaldamento, garantendo una riduzione dei consumi di gas grazie ad un taglio degli sprechi.

Evitando 100 ore di utilizzo non necessario della caldaia nel corso di un anno (molto meno di un’ora al giorno considerando una “stagione fredda” che va da novembre a marzo) si ha la possibilità di risparmiare 76 euro all’anno con un taglio del 5% dei consumi per la “famiglia tipo”. La gestione da remoto, in questo caso, si rivela un’importante alleata contro gli sprechi e un valido sostegno per massimizzare il risparmio.

Da non sottovalutare l’impatto delle prese elettriche smart. Questi dispositivi, gestibili a distanza, consentono di ridurre gli sprechi di energia elettrica e sono ottime alleate contro i consumi degli elettrodomestici in stand-by. Andando ad azzerare i consumi legati allo stand-by (che in media incidono per l’8% dei consumi di energia elettrica in un anno) si ha la possibilità di risparmiare fino a 61 euro all’anno per la “famiglia tipo”.

Per ottimizzare i consumi è possibile puntare su lampadine smart, soluzioni controllabili e gestibili da remoto, anche tramite assistenti vocali. Le lampadine smart sono facilmente programmabili e consentono di ridurre gli sprechi legati all’illuminazione. Grazie anche alla tecnologia LED a bassissimo consumo, infatti, un set di 10 lampadine da 10 W da gestire da remoto via app o assistenti vocali può garantire un risparmio di circa 9 euro all’anno in bolletta.

Un altro componente della Smart Home può essere il condizionatore. La gestione da remoto consente, infatti, di evitare gli sprechi di utilizzo. Considerando un consumo medio di 0,8 kWh per un’ora di utilizzo, evitare 100 ore di spreco (circa un’ora al giorno durante la stagione “calda”) consente di risparmiare 80 kWh all’anno con un taglio alle bollette che può essere stimato in 22 euro per la “famiglia tipo”.

Gli elettrodomestici smart sono altri componenti essenziali di una Smart Home. In questo caso, è la possibilità di gestire gli orari di funzionamento a fare la differenza per quanto riguarda il risparmio. In particolare, per massimizzare il risparmio è necessario affidarsi ad una tariffa multi-oraria e concentrare i consumi nelle ore serali e nei week end, anche programmando l’attivazione degli elettrodomestici da remoto.

In questo modo, lavatrice, asciugatrice e lavastoviglie incideranno molto di meno sulla bolletta. Concentrando i consumi della lavatrice (circa 140 kW), dell’asciugatrice (circa 270 kW) e della lavastoviglie (circa 300 kWh) nel corso di un anno nella fascia in cui l’energia elettrica costa di meno è possibile alleggerire la bolletta. Il risparmio, per la famiglia tipo, è stimato in circa 32 euro considerando le attuali tariffe multi-orarie disponibili sul mercato.

Come individuare l’offerta più conveniente per massimizzare il risparmio

Per sfruttare i vantaggi garantiti dalla Smart Home e tagliare le bollette è necessari ridurre il costo dell’energia. Si tratta di un’opportunità a disposizione di tutte le famiglie. Basta collegarsi al comparatore di offerte luce e gas di SOStariffe.it, indicare una stima del proprio consumo annuo (il dato è riportato in bolletta) e completare poi l’attivazione online. In questo modo, riducendo al minimo il costo dell’energia, si potrà massimizzare il risparmio.

Scopri qui le migliori offerte luce e gas »