Prezzo del gas ancora in calo, ecco come ridurre le bollette a Maggio 2023

Continua il calo del prezzo del gas all'ingrosso. La settimana in corso si avvia alla conclusione con un prezzo di circa 30 euro al megawattora. Si tratta del dato più basso registrato dall'indice TTF nell'ultimo anno e mezzo. Per ritrovare ad un livello così basso, infatti, bisognerà tornare indietro al novembre del 2021. Ecco come potrebbero cambiare le bollette di luce e gas nel corso delle prossime settimane.

In 30 secondi

Continua il calo del prezzo del gas all'ingrosso:
  • l'indice TTF che regola il mercato europeo è sceso sotto i 30 €/MWh per la prima volta da novembre 2021
  • questo calo avrà effetto sui prezzi al dettaglio di luce e gas
  • le offerte luce e gas diventeranno ancora più convenienti se queste quotazioni saranno confermate
Prezzo del gas ancora in calo, ecco come ridurre le bollette a Maggio 2023

Il calo del prezzo del gas all’ingrosso continua: le quotazioni ridotte del gas si traducono in un prezzo al dettaglio dell’energia elettrica (prodotta in buona parte tramite il gas) e dello stesso gas naturale particolarmente favorevoli per gli utenti finali. Da questo trend sempre più evidente di discesa dei prezzi potrebbero emergere nuove opportunità di risparmio in bolletta.

Una delle prime conseguenze del calo dei prezzi all’ingrosso è rappresentata dal ritorno delle tariffe luce e gas a prezzo bloccato che oggi tornano ad essere un’opzione per gli utenti che intendono attivare uno scudo contro i possibili rincari in arrivo nel secondo semestre. Ecco cosa sta succedendo e come potrebbero cambiare le bollette nel corso dei prossimi mesi:

Prezzo del gas al minimo: come cambiano le bollette a Maggio 2023

3 COSE DA SAPERE SUL CALO DEL PREZZO DEL GAS 
1. L’indice TTF è tornato sotto quota 30 €/MWh: non accadeva da novembre 2021
2. Questo calo avrà effetto sul prezzo di luce e gas al dettaglio
3. Le offerte del Mercato Libero potrebbero diventare ancora più convenienti nelle prossime settimane

L’indice TTF che regola il mercato del gas all’ingrosso ha toccato, nella giornata di ieri, un nuovo minimo, considerando l’ultimo anno e mezzo. Il costo del gas, infatti, è sceso brevemente al di sotto dei 30 euro al megawattora, livello su cui è attualmente attestato. Si tratta di un traguardo importante per tutto il settore che, sul lungo periodo, avrà un impatto molto positivo sul mercato. Un prezzo del genere mancava da novembre 2021. 

Il dato medio mensile di maggio 2023 del TTF non è ancora disponibile (bisognerà attendere la fine del mese) ma il calo rispetto al dato di aprile (circa 43 euro al megawattora) dovrebbe essere significativo, facendo seguito ad un trend evidente se si vanno ad analizzare l’andamento dell’indice nel corso degli ultimi 12 mesi, come evidenziato dal grafico che tiene conto del periodo maggio 2022 – aprile 2023.

ttf

Il calo del prezzo del TTF andrà ad influenzare i prezzi di luce e gas “al dettaglio“. Con queste quotazioni dell’indice, ci saranno due principali conseguenze:

  • le tariffe indicizzate diventano ancora più convenienti nell’immediato, grazie alla possibilità di accedere ai prezzi dell’energia all’ingrosso
  • le tariffe a prezzo bloccato tornano ad essere competitive, con costi più bassi rispetto al recente passato e con la possibilità di garantire una protezione dai rincari futuri

Come approfittare del calo dei prezzi per tagliare le bollette di luce e gas

Per risparmiare sulle bollette di luce e gas è necessario assicurarsi di aver attivato le tariffe più convenienti del Mercato Libero. La scelta delle offerte può avvenire, in modo molto semplice, tramite il comparatore di SOStariffe.it per offerte luce e gas.

Basta inserire una stima del proprio consumo annuo (il dato è riportato in bolletta ma può anche essere stimato tramite l’apposito tool integrato nel comparatore) per accedere ad una panoramica completa delle tariffe disponibili, ordinate in base alla convenienza.

Per accedere alla comparazione è possibile utilizzare il link qui di sotto:

Scopri qui le migliori offerte luce e gas »

Al momento, è possibile scegliere tra tariffe indicizzate “non ARERA” e che, quindi, seguono l’andamento del mercato all’ingrosso (PUN o PSV) e tariffe a prezzo bloccato che fissano il costo dell’energia per almeno 12 mesi, garantendo una protezione nel lungo periodo dai rincari a condizione di accettare un prezzo più alto dell’energia nel breve periodo.

Per attivare una nuova offerta è sufficiente avere a disposizione i dati anagrafici dell’intestatario della fornitura e i dati della fornitura (codice POD per la luce e codice PDR per il gas, entrambi riportati nelle rispettive bollette). L’attivazione è sempre gratuita ed avviene senza interruzione dell’erogazione di energia.

Per assistenza nella scelta di una nuova tariffa e nella sua attivazione è possibile affidarsi al servizio di consulenza di SOStariffe.it, disponibile chiamando al numero 02 5005 111. Il servizio è gratuito e senza alcun impegno, permettendo a tutti gli utenti di poter individuare facilmente la tariffa giusta da attivare per risparmiare sulle bollette di luce e gas.