Come cambiare RC Auto quando si vuole

Con l’eliminazione del tacito rinnovo, che caratterizzava il settore delle assicurazioni auto sino a qualche anno fa, effettuare il cambio della polizza RC Auto è sicuramente più semplice. Ecco come fare a richiedere il cambio della copertura RC Auto, passando da una compagnia ad un’altra, quando si vuole. 

Ecco come funziona il cambio di assicurazione RC Auto

Le polizze RC Auto, obbligatorie per poter circolare in strada con la propria auto, presentano una durata standard di un anno anche se è possibile pagare il premio assicurativo con un sistema rateale (solitamente la spesa viene suddivisa in due rate, una ogni sei mesi). Le polizze RC Auto non presentano il “tacito rinnovo”, ovvero quella pratica che, senza un’espressa richiesta dell’utente, comporta il rinnovo automatico del proprio contratto.

Entro i 15 giorni successivi alla scadenza del proprio contratto assicurativo, sarà, quindi, necessario sottoscrivere un nuovo contratto scegliendo se restare con la propria compagnia assicurativa o se effettuare il cambio. Per compiere questa scelta è consigliabile confrontare i preventivi delle varie compagnie assicurative al fine di individuare la migliore soluzione. E’ possibile confrontare i preventivi online tramite il comparatore di SosTariffe.it, disponibile qui di sotto.
Confronta i preventivi e scopri l’assicurazione auto più conveniente

Come funziona il cambio assicurazione

Nei 60 giorni precedenti la scadenza del proprio contratto si entra nel periodo di “osservazione” che serve alla compagnia per attribuire la classe di merito per l’annualità successiva. Di fatto, la propria compagnia assicurativa verifica la presenza di incidenti e valuta un eventuale modifica alla classe di merito.

Nei 30 giorni che precedono la scadenza effettiva del contratto assicurativo, l’assicurazione dovrà inviare l’attestato di rischio al proprio cliente. Tale attestato è parte integrante del procedimento di cambio assicurazione in quanto include la classe di merito maturata nel corso dell’anno.

L’attestato di rischio serve all’automobilista per poter richiedere un preventivo ad un’altra assicurazione e, quindi, valutare la migliore soluzione contrattuale da sottoscrivere per l’anno successivo in tema di polizza RC Auto. La compagnia a cui si richiede il preventivo analizza i dati dell’attestato di rischio e, in base al meccanismo bonus-malus, valuterà la classe di merito da assegnare e, quindi, l’effettivo costo della polizza RC Auto.

E’ importante sottolineare, in ogni caso, che l’automobilista non deve effettuare una disdetta dal contratto assicurativo precedente. Alla scadenza del contratto in essere, infatti, sarà sufficiente individuare un nuovo contratto più vantaggioso, ad esempio confrontando online i preventivi tramite il comparatore di SosTariffe.it per assicurazioni auto, e sottoscriverlo.

Si tratta di un aspetto molto importante. La polizza RC Auto ha validità di un solo anno. Al termine del contratto in essere non c’è possibilità da parte della precedente compagnia di richiedere il pagamento per l’annualità successiva proprio perché non c’è il “tacito rinnovo” su questa tipologia di polizza.

Al momento della sottoscrizione di un contratto relativo ad una polizza RC Auto, è possibile ottenere il pagamento rateale del premio che andrà, in ogni caso, corrisposto integralmente. Il pagamento rateale è una soluzione che serve per evitare di dover versare in un’unica soluzione tutto tutto il premio. Di fatto, quindi, non è possibile cambiare assicurazione ogni volta che si vuole. Un automobilista ha la possibilità di cambiare compagnia assicurativa alla scadenza del contratto della polizza RC Auto.

E’ importante, in ogni caso, analizzare sempre le varie possibilità disponibili sul mercato. Confrontando i preventivi delle varie compagnie, infatti, si potrà risparmiare, anche cifre molto significative, sul costo della polizza RC Auto.

Commenti Facebook: