Bonus PC e Internet: richieste quasi azzerate nell'ultimo mese per il voucher da 500 euro

A nove mesi dalla partenza, la Fase 1 del Piano Voucher si avvia alla conclusione confermando lo scarso successo ottenuto dal Bonus PC e Internet. Nel corso dell'ultimo mese, infatti, le richieste per l'accesso al voucher da 500 euro si sono praticamente fermate. L'agevolazione può contare ancora su più della metà dei fondi disponibili ma gli utenti aventi diritto al bonus non sembrano interessati a farne richiesta. Ecco tutto quello che c'è da sapere sul Bonus PC e Internet a nove mesi dalla partenza della Fase 1 dell'agevolazione.

Bonus PC e Internet: richieste quasi azzerate nell'ultimo mese per il voucher da 500 euro

Disponibile dallo scorso autunno, il Bonus PC e Internet consente alle famiglie meno abbienti di ottenere un voucher da 500 euro da utilizzare per la copertura dei costi di un abbonamento Internet casa (da almeno un anno) e per l’acquisto di un PC o un tablet, fornito direttamente dall’operatore. Si tratta della Fase 1 del Piano Voucher, un programma pensato per rendere più accessibile la banda ultra-larga tramite un contributo per le famiglie meno abbienti.

In attesa di capire quando e se partirà mai la Fase 2 del piano, la Fase 1, dopo nove mesi dalla partenza, ha raggiunto una stagnazione con il numero di richieste arrivate nell’ultimo mese che si è ridotto sensibilmente. I fondi disponibili sono ancora tanti ma, a questo punto, difficilmente verranno utilizzati per raggiungere l’obiettivo prefissato lo scorso autunno. Vediamo tutti gli aggiornamenti sul Bonus PC e Internet ad agosto 2021:

Scopri qui le migliori offerte fibra ottica»

Bonus PC e Internet: richieste quasi azzerate nell’ultimo mese

I dati forniti dal portale ufficiale bandaultralarga.italia.it ci confermano il netto calo delle richieste per l’accesso al Bonus PC e Internet. Secondo le rilevazioni eseguite da SOStariffe.it, lo scorso 9 luglio i fondi disponibili erano pari al 55,94% dei 200 milioni di euro stanziati per la Fase 1. Oggi, al 10 agosto, invece, è ancora disponibile il 55,31% dei fondi complessivi per un totale di oltre 110 milioni di euro. Nell’ultimo mese, quindi, è stato utilizzato lo 0.6% dei fondi.

Si tratta dell’incremento mensile più basso registrato dal Bonus PC e Internet dal suo lancio avvenuto lo scorso autunno. Da notare, inoltre, che in alcune regioni l’agevolazione ha riscontrato un successo minimo. Come conferma l’immagine allegata qui di sotto, infatti, sono diverse le regioni che hanno ancora più dell’80% dei fondi disponibili. Ricordiamo che i 200 milioni di euro stanziati per la Fase 1 del Piano Voucher sono suddivisi su base regionale, in base al numero di utenti che potenzialmente può accedere al Bonus da 500 euro.

Ad oggi, solo la Lombardia è vicina all’esaurimento completo dei fondi. Al momento, inoltre, non è prevista una ridistribuzione dei fondi. L’agevolazione, che terminerà il prossimo ottobre, difficilmente riuscirà ad utilizzare più del 50% dei fondi stanziati lo scorso anno. La tabella qui di sotto riassume lo stato delle richieste del voucher da 500 euro e mette in evidenzia la distribuzione dei fondi su base regionale:

Verifica la tua copertura Inserisci il tuo indirizzo e scopri se sei raggiunto da fibra o ADSL

Come accedere al Bonus PC e Internet ed ottenere il voucher da 500 euro

L’accesso al voucher da 500 euro è riservato soltanto alle famiglie che rispettano precisi requisiti. Per poter richiedere il bonus, infatti, è necessario che:

  • il nucleo familiare del richiedente abbia un ISEE inferiore a 20.000 euro
  • il voucher è utilizzabile solo per l’attivazione di un abbonamento Internet casa in grado di garantire una velocità massima di almeno 30 Mbps in download e 15 Mbps in upload; per le famiglie che hanno già accesso ad una connessione con queste caratteristiche sarà possibile ottenere il voucher solo passando alla fibra ottica FTTH da almeno 1 Gbps

I requisiti indicati sono necessari per poter accedere all’agevolazione. Non sarà possibile fare richiesta per l’attivazione di un’offerta compatibile con il voucher in caso di mancato rispetto di tali requisiti. Il voucher da 500 euro può essere utilizzato in questo modo:

  • da un minimo di 200 euro ad un massimo di 400 euro per la copertura dei costi (canone e attivazione) di un abbonamento Internet casa; il voucher è utilizzabile solo per attivare offerte approvate da Infratel Italia, la società pubblica che si occupa dell’erogazione dei bonus
  • da un minimo di 100 euro ad un massimo di 300 euro per la copertura dei costi d’acquisto di un PC o un tablet che deve essere fornito direttamente dall’operatore che ha ricevuto l’accredito da Infratel Italia; il dispositivo, inoltre, deve rispettare precisi requisiti minimi

La tabella qui di sotto riassume le specifiche minime che il PC o il tablet deve possedere per poter essere incluso nelle offerte del Bonus PC e Internet. Da notare che tali specifiche possono essere soddisfatte anche con l’aggiunta di accessori esterni, forniti direttamente dall’operatore in modo gratuito, che vanno ad integrare le caratteristiche del PC o del tablet incluso nell’offerta.

Tablet

PC

  • CPU: 4 core; 2 GHz o superiori (oppure 8 core; 1 GHz o superiori)
  • RAM: 4 GB o superiori
  • Dimensioni Schermo: maggiore di 10 pollici
  • Risoluzione Schermo: Full-HD o superiori
  • Memoria interna: 64 GB o superiori
  • Connettività: Wi-Fi, Bluetooth, USB
  • Fotocamera: 8 Mpx ƒ/1.9
  • Batteria: 6000 mAh o superiore
  • CPU: 4 core; 2 GHz o superiori
  • RAM: 8 GB o superiori
  • Dimensione Schermo: maggiore di 14 pollici
  • Risoluzione Schermo: HD (1366×768) o superiori
  • Memoria interna (disco o SSD): 256 GB o superiori
  • Connettività: Wi-Fi, Bluetooth, USB
  • Fotocamera: 8 Mpx ƒ/1.9
  • Autonomia: 8 ore o superiore
  • Audio integrato

Le offerte per sfruttare il voucher da 500 euro

Quasi tutti i principali operatori di telefonia fissa attivi in Italia hanno ottenuto l’accredito per presentare offerte compatibili con il voucher da 500 euro della Fase 1 del Bonus PC e Internet. La tabella qui di sotto riassume quelle che sono le migliori offerte del momento:

Operatore Offerta Linea telefonica e Internet PC/Tablet incluso Canone mensile
Fastweb Fastweb NeXXt Casa chiamate a consumo, Internet illimitato sino a 2500Mega (FTTH) o 200 Mega (FTTC) Huawei MediaPad 10.4” Wi-Fi incluso nell’offerta senza alcun costo aggiuntivo 7,95 euro al mese per 12 mesi (poi 27,95 euro al mese)
TIM TIM Super Voucher chiamate gratis verso fissi e mobili nazionali, Internet illimitato sino a 1000 Mega (FTTH) o 200 Mega (FTTC) Lenovo Tab P11 a 0 euro oppure Samsung Galaxy Tab S6 Lite WiFi a 29,90 Euro oppure PC Onda Oliver Plus 15.6′‘ a 99,90 Euro 19,90 Euro al mese per 20 mesi (poi 29,90 Euro al mese)
Tiscali Ultrainternet Fibra Voucher chiamate a consumo, Internet illimitato sino a 1000 Mega (FTTH) o 200 Mega (FTTC) Huawei MediaPad 10.4” 4G 14,95 euro al mese per 12 mesi (poi 32,95 euro al mese)
Vodafone Internet Unlimited chiamate a consumo Internet illimitato sino a 1000 Mega (FTTH) o 200 Mega (FTTC) Lenovo Yoga Smart TAB a 19,99 euro 19,90 Euro al mese per 24 mesi (poi 29,90 Euro al mese)
WINDTRE Super Fibra chiamate a consumo Internet illimitato sino a 1000 Mega (FTTH) o 200 Mega (FTTC) Samsung Galaxy TAB S6 LITE a 159 euro 12,31 euro al mese per 12 mesi (poi 28,98 euro al mese)

Bonus PC e Internet: tra Fase 2 e proposte di modifiche

Dopo nove mesi dalla partenza, appare evidente che il Bonus PC e Internet non ha ancora raggiunto gli obiettivi prefissati. Per tentare di semplificare l’erogazione dei voucher da 500 euro, nei giorni scorsi sono arrivate delle proposte da parte dei sindacati delle telecomunicazioni, Slc Cgil, Fistel Cisl e Uilcom Uilm. Secondo il punto di vista dei sindacati, è necessario eliminare il limite ISEE per aumentare la platea di destinatari dell’agevolazione e utilizzare i fondi stanziati.

Da notare, inoltre, che sarebbe necessario abilitare l’erogazione dei voucher anche all’utilizzo di ADSL e FWA, tecnologie da sfruttare in tutte quelle situazioni in cui la fibra FTTH e la fibra mista FTTC non sono disponibili. Bisognerebbe poi fissare tempi certi per l’attivazione delle offerte da parte degli operatori, prevedendo penali  per ritardi ingiustificati. Da notare, concludono i sindacati, la necessità di avviare un piano di comunicazione per informare al massimo i cittadini sull’agevolazione.

Ricordiamo che è ancora ferma la Fase 2, originariamente prevista per la partenza entro fine 2020 e ancora in attesa dell’ok da parte dell’UE, secondo le ultime dichiarazioni in arrivo dal Governo. Questa fase del Piano Voucher prevede, per le famiglie, la possibilità di accedere ad un voucher da 200 euro da utilizzare esclusivamente per l’attivazione di un nuovo abbonamento Internet casa. In questo caso, il limite ISEE previsto sale a 50.000 euro. Da notare che la Fase 2 prevede anche la partenza di agevolazioni per le aziende con l’obiettivo di semplificare il passaggio alla banda ultra-larga.

Per il momento, non ci sono ulteriori aggiornamenti sulla Fase 2. Nuovi dettagli sulla possibile partenza del programma potrebbero arrivare nel corso delle prossime settimane, con la fine dell’estate. Maggiori dettagli potrebbero, quindi, arrivare a breve.

Commenti Facebook: