Bollette Coronavirus: sospensione per utenti e negozi

L’emergenza sanitaria legata alla diffusione del Coronavirus in Italia si è rapidamente trasformata in una vera e propria emergenza economica con famiglie e imprese che devono fare i conti con le ricadute sull’economica e sui posti di lavoro dello stop alle attività produttive e commerciali non essenziali oltre che con il lockdown. Tra i tanti argomenti che in questi giorni stanno facendo parlare molto in rete troviamo quello delle bollette per le utenze domestiche ed, in particolare, per le forniture di luce e gas. Ad oggi, sulla sospensione delle bollette per Coronavirus non c’è ancora un provvedimento nazionale. 

Ecco le novità legate alla sospensione delle bollette per Coronavirus

La sospensione delle bollette per Coronavirus è un tema “caldo” di queste settimane. L’emergenza in corso, infatti, sta generando notevoli problemi alle famiglie e alle imprese, con perdita di posti di lavoro, riduzione del potere d’acquisto e azzeramento degli introiti per numerosi negozi ed esercizi commerciali ritenuti “non essenziali” dai vari decreti governativi di questi giorni che hanno avuto come obiettivo quello di ridurre, il più possibile, la diffusione dell’epidemia in Italia.

Ad oggi, sul tema della sospensione delle bollette per Coronavirus non c’è un provvedimento nazionale a tutela di utenti e negozi. Sin dall’inizio dell’emergenza, per quanto riguarda le forniture di luce e gas, sono arrivati una serie di provvedimenti di ARERA, l’Autorità per l’Energia, con l’obiettivo di sostenere i clienti più in difficoltà e le zone più colpite dall’epidemia (in particolare i primi comuni della “zona rossa” annunciata lo scorso febbraio).

Bisogna poi sottolineare, sul tema delle bollette luce e gas, alcune iniziative dei singoli fornitori che stanno informando i loro clienti in merito ad agevolazioni come l’estensione dei termini di pagamento delle fatture inviate durante l’emergenza sanitaria. Si tratta, in ogni caso, di scelte operate direttamente dal singolo fornitore in base a valutazioni aziendali e che, quindi, coinvolgono solo un numero limitato di utenti.

Le agevolazioni ARERA per le bollette luce e gas

Gli interventi di ARERA in sostegno alle famiglie ed alle imprese che stanno affrontando l’emergenza Coronavirus, con tutte le relative ricadute economiche, da diverse settimane sono limitati e circoscritti ad un preciso target di utenti. In particolare, tra le iniziative di ARERA segnaliamo tre interventi principali che hanno l’obiettivo di sostenere specifiche fasce di utenti che, in questo momento, potrebbero essere in maggiore difficoltà.

La prima iniziativa riguarda la sospensione dei pagamenti delle bollette di luce e gas per le mensilità di marzo e aprile per i soli comuni inclusi nella prima “zona rossa” decisa lo scorso mese di febbraio (Bertonico, Casalpusterlengo, Castelgerundo, Castiglione D’Adda, Codogno, Fombio, Maleo, San Fiorano, Somaglia, Terranova dei Passerini, Vo’). Per le forniture attive in questi comuni il pagamento delle mensilità di marzo e aprile è sospeso e i relativi importi saranno addebitati sulle successive fatture con un sistema rateizzazione automatico a partire dal prossimo mese di luglio.

Una seconda iniziativa, invece, prevede la proroga delle scadenze dei bonus sociali nazionali (elettrico, gas e idrico), agevolazioni disponibili per i clienti che rispettano precisi requisiti reddituali e che garantiscono uno sconto sulle bollette delle utenze domestiche. Considerando il periodo d’emergenza, i clienti che devono richiedere il rinnovo del bonus sociale (l’agevolazione va richiesta ogni anno) avranno più tempo a loro disposizione per completare la richiesta che può essere eseguita presso i CAF abilitati oppure presso gli uffici comunali.

Ricordiamo che a disposizione degli utenti ci sono bonus luce, gas e acqua per il disagio economico oltre al bonus luce per disagio fisico (disponibile per le famiglie costrette ad utilizzare un’apparecchiatura elettromedicale ad alto consumo come certificato dall’ASL di competenza). Per quanto riguarda i bonus di disagio economico, per l’accesso a tali agevolazioni è necessario, per il 2020, rispettare uno dei seguenti requisiti:

  • indicatore ISEE non superiore a 8.265 Euro
  • nucleo familiare con almeno 4 figli a carico e indicatore ISEE non superiore a 20.000 Euro
  • un nucleo familiare titolare del Reddito di cittadinanza o Pensione di cittadinanza (a prescindere dalla soglia ISEE)

L’importo effettivo del bonus varia in base a diversi fattori come, ad esempio, la composizione del nucleo familiare e, per quanto riguarda la fornitura di gas naturale, l’utilizzo della materia anche per il riscaldamento domestico e la posizione geografica della fornitura stessa. Per maggiori dettagli sugli importi e le modalità di accesso ai bonus è possibile fare riferimento al sito ufficiale ARERA.

Il terzo provvedimento di ARERA per sostenere gli utenti in difficoltà in questo momento d’emergenza nazionale è rappresentato dallo stop ai distacchi delle utenze per chi si trova in condizione di morosità. Tale stop è valido sino al prossimo 3 maggio, data in cui termineranno le attuali misure restrittive fissate dal Governo. Da notare che, considerando il possibile prolungamento delle misure per il contenimento dell’emergenza (anche se con molte più libertà ed una graduale ripresa di diverse attività), lo stop ai distacchi delle utente potrebbe essere prolungato. Ne saperemo di più nel corso dei prossimi giorni.

Le iniziative dei fornitori di luce e gas del mercato libero per i loro clienti

Torniamo ora alla sospensione delle bollette per Coronavirus. Come visto nel paragrafo precedente, la sospensione dei pagamenti riguarda solo una piccola porzione delle forniture attive in Italia, ovvero le forniture attive nella prima “zona rossa” dello scorso mese di febbraio. Per tutti le famiglie e le attività commerciali e produttive italiane, invece, le bollette di luce e gas vanno pagate regolarmente, rispettando le scadenze fissate dal proprio fornitore.

Bisogna sottolineare, in ogni caso, che alcuni fornitori hanno annunciato una serie di iniziative a sostegno dei loro clienti in questo momento di estrema difficoltà. Per sapere se il proprio fornitore ha attivato delle agevolazioni mirate con l’obiettivo di sostenere in modo concreto i suoi clienti, gli utenti hanno la possibilità di contattare direttamente il servizio clienti del fornitore oppure potranno visitare il sito web ufficiale.

Tra i primi fornitori ad annunciare delle agevolazioni per i suoi clienti troviamo Enel che mette a disposizione uno sconto extra di 10 Euro per i clienti che attivano l’addebito sul conto corrente (uno strumento utile per evitare di uscire di casa per pagare le bollette) e 20 Euro di extra bonus per i clienti che richiedono i Bonus sociali e che, quindi, potranno beneficiare di un’ulteriore riduzione delle bollette di luce e gas.

Da segnalare anche l’iniziativa di Eni gas e luce che ha esteso i termini di pagamento di tutte le bollette gas e luce emesse dal 12 marzo in poi posticipando la data di scadenza. In questo caso, i clienti possono verificare il nuovo termine ultimo per il pagamento  andando a consultare le bollette inviate dal fornitore stesso che riporteranno la nuova data di scadenza.

A partire dal mese di aprile, inoltre, anche Engie ha scelto di prorogare i termini di pagamento delle bollette. Per i clienti Engie, infatti, tutte le scadenze previste per aprile sono state posticipate al mese di maggio. Anche in questo caso, per maggiori informazioni è possibile consultare la bolletta oppure contattare il servizio clienti del fornitore.

Alperia, invece, ha deciso di azzerare le voci delle bollette energetiche di sua competenza per i clienti che hanno attivato una fornitura di energia elettrica nel mercato libero e che hanno perso il lavoro oppure sono stati messi in cassa integrazione nel periodo tra il 5 marzo e il 31 maggio 2020, non ricevendo integrazione della retribuzione al 100% da parte del datore di lavoro. Per maggiori dettagli è possibile consultare il sito del fornitore.

Da segnalare anche l’agevolazione predisposta da Iberdrola che consente di rateizzare le bollette scadute (sino ad un massimo di 12 rate) per tutti i clienti (anche business) che hanno difficoltà ad effettuare i pagamenti in questo momento di difficoltà. La richiesta può essere effettuata contattando il servizio clienti.

Come tagliare subito le bollette di luce e gas per i prossimi mesi

Considerando l’assenza, per la maggior parte dei clienti, di un intervento concreto legato alla sospensione delle bollette per Coronavirus, è necessario sfruttare tutti gli strumenti a propria disposizione per dare un taglio netto alle bollette di luce e gas, da subito. Con l’emergenza sanitaria divenuta oramai un’emergenza economica, infatti, è fondamentale alleggerire il bilancio familiare e evitare spese inutili.

Scegliendo di passare subito alle migliori offerte luce e gas del mercato libero, infatti, sarà possibile dare un taglio netto alle bollette in modo molto semplice, in particolare per chi si trova ancora nel mercato tutelato. Per una “famiglia tipo” (consumo annuo di 2700 kWh di energia elettrica e 1400 Smc di gas naturale), attivare le migliori tariffe del momento permette di risparmiare sino a 75 Euro all’anno sull’energia elettrica e sino a 160 Euro all’anno sul gas naturale rispetto a quanto si pagherebbe restando nel mercato tutelato con i costi attuali dell’energia (aggiornati ad inizio del mese di aprile).

Complessivamente, quindi, il passaggio al mercato libero dal mercato tutelato può garantire, per una “famiglia tipo”, un risparmio annuale superiore ai 230 Euro. Da notare, inoltre, che tale risparmio può incrementare ancora se i consumi annui registrati dal proprio nucleo famigliare sono maggiori rispetto a quelli che caratterizzano il profilo di “famiglia tipo” indicato.

Per individuare le migliori offerte luce e gas del mese di aprile 2020 è possibile consultare il comparatore di SOStariffe.it da cui sarà possibile raggiungere subito il sito ufficiale del fornitore scelto e procedere con l’attivazione online delle tariffe più convenienti individuate.

Scopri le migliori offerte luce e gas del momento

Ricordiamo che per attivare un’offerta luce e/o un’offerta gas direttamente online, restando a casa, in assoluta sicurezza è sufficiente avere a disposizione i dati anagrafici ed un documento di identità dell’intestatario della fornitura oltre ai codici POD (per l’energia elettrica) e PDR (per il gas naturale) necessari ad identificare la propria fornitura. L’attivazione di una nuova tariffa non richiede il cambio del contatore e non prevede l’interruzione dell’erogazione dell’energia.

Commenti Facebook: