Autocertificazione Natale 2020: dove scaricare il PDF del modulo autocertificazione per spostamenti a Natale

A partire da domani, 24 dicembre, prenderanno il via le restrizioni volute dal Governo per il periodo natalizio. La "zona rossa" sarà estesa a tutto il territorio italiano nei giorni festivi e pre-festivi mentre negli altri giorni si passerà alla "zona arancione" con tutte le regole con cui abbiamo imparato a convivere in queste settimane. Per spostarsi sarà necessario avere con sé l'autocertificazione di Natale 2020. Ecco, quindi, dove scaricare e come compilare il PDF del modulo di autocertificazione per gli spostamenti di Natale.

Autocertificazione Natale 2020: dove scaricare il PDF del modulo autocertificazione per spostamenti a Natale

E’ tutto pronto per le nuove restrizioni volute dal Governo per ridurre al minimo i rischi legati alla diffusione del COVID-19 durante il periodo natalizio. A partire dal 24 dicembre e sino al prossimo 6 gennaio 2021 sono in programma una serie di giornate di “zona rossa” e “zona arancione” (a prescindere dall’effettivo andamento della situazione epidemiologica) su tutto il territorio nazionale.

Nei giorni festivi e pre-festivi saranno applicate le regole della zona rossa, con divieto di spostamenti tra comuni (salvo casi particolari) e obbligo di autocertificazione. Negli altri giorni del periodo natalizio, sino al prossimo 6 gennaio, varranno le regole della zona arancione. Restano vietati gli spostamenti tra regioni, con l’eccezione dei casi previsti dalla normativa, e il periodo di coprifuoco notturno.

L’obiettivo di tale misure è quello di limitare la diffusione dei contagi durante le festività. Le nuove norme previste dal Governo pongono una serie di limiti agli spostamenti. Per molti spostamenti, in particolare durante le giornate di “zona rossa” in tutto il Paese, sarà necessario avere con sé l’autocertificazione. Ecco come compilare e dove scaricare il PDF del modulo di autocertificazione per gli spostamenti di Natale 2020.

Dove scaricare il PDF dell’autocertificazione per gli spostamenti di Natale 2020

Il modulo PDF per l’autocertificazione degli spostamenti durante tutto il periodo di Natale 2020 è disponibile per il download dal sito del Ministero dell’Interno. Il file può essere scaricato sul proprio dispositivo e compilato in versione digitale. Successivamente, sarà necessario stampare il modulo ed averlo con sé per tutti gli spostamenti che lo prevedono. Per poter scaricare il modulo PDF dell’autocertificazione è possibile fare riferimento al link qui di sotto:

Scarica QUI il modulo di autocertificazione per gli spostamenti»

Da notare che chi non ha la possibilità di scaricare e stampare il modulo PDF potrà ricopiarlo a mano, facendo la massima attenzione a riportare tutte le indicazioni relative alla dichiarazione. E’ consigliabile, in ogni caso, rivolgersi alle Forze dell’Ordine per richiedere una copia del modulo nel caso in cui non lo si potesse stampare. Spostarsi senza certificazione può portare ad alcune sanzioni in caso di controlli.

Come compilare l’autocertificazione

Il modulo di autocertificazione rappresenta, oramai, un documento ben noto a molti italiani. Per tutti gli spostamenti che lo prevedono, è opportuno compilare in modo corretto il modulo. Come anticipato in precedenza, il PDF può essere compilato in versione digitale e poi stampato, per velocizzare l’inserimento dei dati. E’ molto importante, in ogni caso, fare attenzione a inserire i dati corretti per evitare eventuali sanzioni in caso di controlli da parte delle Forze dell’Ordine che, per tutto il periodo natalizio, saranno impegnate a sorvegliare il territorio.

Il PDF con l’autodichiarazione per lo spostamento si articola in diverse sezioni. La prima parte riguarda l’inserimento dei dati personali. In questa sezione vanno inseriti:

  • nome e cognome del soggetto che effettua lo spostamento
  • data di nascita, luogo di residenza e domicilio
  • dati del  documento di riconoscimento utilizzato
  • numero di telefono per eventuali contatti

La seconda parte, invece, racchiude la dichiarazione di responsabilità. Con la compilazione dell’autocertificazione, infatti, il soggetto che effettua lo spostamento dichiara:

  • di essere a conoscenza delle misure normative di contenimento del contagio da COVID-19 vigenti alla data odierna, concernenti le limitazioni alla possibilità di spostamento delle persone fisiche all’interno del territorio nazionale
  • di essere a conoscenza delle altre misure e limitazioni previste da ordinanze o altri provvedimenti amministrativi adottati dal Presidente della Regione o dal Sindaco ai sensi delle vigenti normative
  • di essere a conoscenza delle sanzioni previste dall’art. 4 del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, e dall’art. 2 del decreto-legge 16 maggio 2020, n. 33

La terza parte dell’autocertificazione include l’indicazione della motivazione dello spostamento. Le opzioni disponibili sono:

  • comprovate esigenze lavorative
  • motivi di salute
  • altri motivi ammessi dalle vigenti normative ovvero dai predetti decreti, ordinanze e altri provvedimenti che definiscono le misure di prevenzione della diffusione del contagio

A completare le informazioni da includere nel PDF di autocertificazione bisognerà indicare l’indirizzo preciso da cui è iniziato lo spostamento e la destinazione. E’, inoltre, possibile aggiungere ulteriori informazioni in merito alla natura dello spostamento stesso. Per il completamento della dichiarazione, infine, bisognerà inserire data, ora e luogo oltre alla firma del dichiarante.

Quando serve l’autocertificazione per gli spostamenti

Le nuove norme volute dal Governo impongono una serie di restrizioni sino al prossimo 6 gennaio. Durante tutti i giorni festivi e prefestivi, infatti, tutte le regioni italiane sono considerare in zona rossa. Negli altri giorni, invece, è prevista l’applicazione delle norme della zona arancione. La zona gialla è valida sino al 23 dicembre su tutto il territorio nazionale e, salvo decisioni diverse, dovrebbe essere ripristinata il 7 gennaio.

Le giornate di “zona rossa” in Italia saranno le seguenti:

  • 24, 25, 26, 27 e 31 dicembre 2020, e 1, 2, 3, 5 e 6 gennaio

Le giornate di “zona arancione”, invece, saranno:

  • 28, 29, 30 dicembre e 4 gennaio

Durante tutti i giorni di “zona rossa” è prevista la possibilità di spostarsi esclusivamente con l’autocertificazione e solo per le motivazioni indicate nel modulo. Resta la possibilità di fare attività motoria, vicino casa ed in forma individuale. Per seguire le funzioni religiose natalizie sarà necessaria l’autocertificazione e ci si potrà recarsi nella chiesa più vicina. Nei giorni di zona rossa c’è la possibilità di spostarsi per raggiungere le abitazioni private di familiari e parenti stretti (massimo due commensali non conviventi con esclusione dei minori di 14 anni)

Nelle giornate di “zona arancione” sarà possibile spostarsi all’interno del proprio comune anche senza autocertificazione. Sarà possibile spostarsi dai comuni fino a 5 mila abitanti e per un raggio di 30 chilometri ma senza raggiungere i capoluoghi di provincia al fine di evitare ulteriori assembramenti nelle città più grandi. Da notare, inoltre, che per tutto il periodo di festività resta il “coprifuoco”. A prescindere dalla giornata, infatti, sono vietati gli spostamenti (salvo per motivi giustificati dall’autocertificazione) dalle 22 sino alle 5 del mattino.

Da notare, inoltre, che per tutto il periodo di festività resta valida la possibilità di fare rientro presso la propria residenza, domicilio o abitazione. Il rientro in questione, infatti, è sempre considerato come un motivo valido per gli spostamenti. Chiaramente sarà necessario effettuare un rientro diretto, giustificando le ragioni dello spostamento con l’apposito modulo. Per tutti i cittadini italiani che rientrano dall’estero, inoltre, è previsto un periodo di quarantena di 14 giorni. Tale periodo è valido per i rientri dall’estero sino al 15 gennaio prossimo.

In alternativa, per l’ingresso in Italia, ai fini di rientro nella propria residenza,  è obbligatorio sottoporsi a test molecolare o antigenico, effettuato a mezzo di tampone e risultato negativo, nelle 48 ore antecedenti all’ingresso nel territorio italiano. Per maggiori dettagli è possibile consultare le informazioni riportate sul sito del Ministero della Salute, degli Esteri e dell’Interno.

Commenti Facebook: