A chi spetta il bonus 150 euro a Dicembre 2023?

Bonus 150 euro per i pensionati o “Bonus Natale”: vediamo a chi spetta, perché e quando arriva questo mese di dicembre. Prosegue, inoltre, il pagamento del bonus 150 euro una tantum contro il caro bollette luce e gas. Scopri le ultime novità su SOStariffe.it.

In 30 secondi

Bonus 150 euro (o Bonus Natale), ecco che cosa prevede l’agevolazione a dicembre 2023:
  1. Quali sono i requisiti e come funziona il bonus di 154 euro dell’INPS 
  2. Questo contributo è assegnato a un totale di 346.000 pensionati
  3. Bonus 150 euro una tantum per bollette luce e gas: cosa fare se non lo si è ancora incassato
  4. Con il comparatore di SOStariffe.it, le migliori offerte luce e gas del Mercato Libero di dicembre 2023
A chi spetta il bonus 150 euro a Dicembre 2023?

Una boccata d’ossigeno per i pensionati con il Bonus Natale. L’INPS ha erogato un Bonus 150 euro per i trattamenti a basso reddito. Questo contributo è stato pagato insieme all’assegno previdenziale di dicembre 2023 che comprendeva anche la tradizionale tredicesima mensilità. Inoltre, l’Istituto nazionale della previdenza continua la liquidazione del bonus 150 euro una tantum destinato alle famiglie in difficoltà economiche per sostenerle contro gli aumenti delle bollette luce e gas.

Vediamo nei paragrafi di seguito i destinatari degli ultimi pagamenti INPS.

Bonus 150 euro per i pensionati: che cosa prevede a Dicembre 2023

BONUS 150 € PER I PENSIONATI IN CIFRE
1 154,94 € è a quanto ammonta il contributo
2 346.000 il totale degli aventi diritto
3 7.538,16 € è il “tetto” massimo dell’importo totale annuo della pensione

Il “Bonus Natale“, ai pensionati con assegno minimo che soddisfino alcuni requisiti riportati di seguito, è stato pagato il 1° dicembre 2023 sia per chi ritiri la pensione in un ufficio postale, sia per chi abbia l’accredito sul conto corrente. Se la somma non è stata versata, ma si ritenga di averne diritto, è possibile presentare un’istanza tramite il portale online dell’INPS.

Con il messaggio numero 4050 di novembre 2023, l’Istituto nazionale della previdenza sociale ha spiegato che:

  • l’importo del contributo è di 154,94 euro per i titolari di una o più pensioni la cui somma è inferiore all’importo annuo del trattamento minimo del fondo pensioni lavoratori dipendenti;
  • il limite dell’importo complessivo annuo della pensione deve essere di 7.538,16 euro;
  • gli aventi diritto sono 346.000.

Come è determinata questa soglia reddituale? È stabilita sull’indice di perequazione del +8,1% e, inoltre, l’Istituto nazionale della previdenza sociale ha stabilito che questo bonus è erogabile a patto che:

  • se il pensionato è solo, il reddito IRPEF comprensivo delle sue pensioni non superi il limite di 1,5 volte il trattamento minimo per 13 mensilità, con una soglia massima di 11.074,83 euro;
  • se il pensionato è coniugato, il reddito IRPEF comprensivo delle pensioni non superi il limite di 3 volte il trattamento minimo per 13 mensilità, con un limite massimo di 22.149,66 euro.

Infine, stando a quanto ha spiegato l’INPS, il bonus 150 euro non spetta a coloro che beneficiano di:

  • pensioni di vecchiaia;
  • pensioni di invalidità civile;
  • pensioni sociali; 
  • assegni di esodo;
  • isopensioni;
  • assegni sociali; 
  • rendite facoltative d’inabilità;
  • rendite facoltative di vecchiaia.

Bonus 150 euro per bollette luce e gas: le novità di Dicembre 2023

BONUS 150 €: LE DOMANDE BONUS 150 €: LE RISPOSTE
Che cos’è il bonus 150 € per luce e gas? Il bonus 150 € è un’indennità una tantum che aiuta le famiglie a pagare le bollette di luce e gas e a far fronte al caro vita
Quando è pagato questo contributo? Il bonus è stato liquidato dall’INPS in due fasi:

  • la prima da novembre 2022
  • la seconda da febbraio 2023
A che punto siamo con i versamenti? È in corso l’ultima tranche delle liquidazioni dell’importo agli aventi diritto
È ancora possibile presentare la domanda per avere il bonus 150 €? No, la possibilità di presentare domanda per ottenere il contributo una tantum da parte di alcune categorie di lavoratori è terminata a gennaio 2023

È allo sprint finale la liquidazione del bonus 150 euro da parte dell’INPS a chi ne abbia diritto e non l’abbia ancora ricevuto a dicembre 2023. Questa agevolazione è un’indennità una tantum prevista dal decreto Aiuti ter per aiutare le famiglie sia nei pagamenti delle bollette di luce e gas, sia nel tendergli la mano contro il caro prezzi del carrello della spesa.

Occorre ricordare che l’Istituto nazionale della previdenza, con la circolare 127/2022, ha fissato due differenti finestre temporali per il pagamento del bonus 150 euro. La prima (scattata a novembre 2022) era rivolta alle seguenti fasce di cittadini:

  • percettori di reddito di cittadinanza o trattamenti assistenziali;
  • pensionati;
  • colf e badanti già beneficiari del bonus 200 euro.
  • lavoratori dipendenti pubblici e privati.

La seconda tranche di pagamenti, su cui si sono accumulati alcuni ritardi, è partita al mese di febbraio 2023 e ha riguardato le seguenti categorie:

  • categorie di lavoratori che hanno presentato domanda per ottenere il beneficio (co.co.co, lavoratori stagionali, assegnisti e dottorandi, lavoratori dello spettacolo e partite Iva):
  • titolari di indennità di disoccupazione NASpI, DIS-COLL, mobilità ordinaria o in deroga nel mese di novembre 2022;
  • lavoratori autonomi occasionali;
  • beneficiari delle indennità COVID-19;
  • venditori porta a porta già beneficiari del bonus 200 euro
  • beneficiari di indennità di disoccupazione agricola 2022 (relativa all’anno 2021).

[alert-info]Chi voglia associare alle agevolazioni statali anche un netto taglio delle spese in bolletta in vista dell’inverno ormai dietro l’angolo può affidarsi alle offerte luce e gas proposte dai gestori energetici del Mercato Libero a dicembre 2023.[/alert]

Per trovarle, c’è il comparatore di SOStariffe.it per offerte luce e gas, uno strumento gratuito che aiuta i consumatori a classificare le soluzioni luce e gas in base alla convenienza delle stesse rispetto al profilo di consumo di ciascun nucleo familiare. Premi sul link di seguito per accedere al comparatore di SOStariffe.it e avviare subito un confronto delle soluzioni per illuminare e riscaldare casa:

SCOPRI LE MIGLIORI OFFERTE LUCE E GAS »

Cliccando sul widget qui sotto è possibile selezionare in pochi click i principali elettrodomestici utilizzati in casa per fare una stima del consumo annuo del proprio nucleo familiare:

Controlla i tuoi consumi e scopri il risparmio Seleziona i tuoi elettrodomestici