A chi spetta il bonus 150 euro a dicembre 2022

I lavoratori dipendenti che non hanno ancora beneficiato del bonus 150 euro, lo riceveranno in busta paga a Dicembre 2022 al netto della tredicesima mensilità. Su SOStariffe.it tutto quello che c’è da sapere sull’indennità una tantum prevista dal decreto Aiuti ter per aiutare le famiglie a far fronte al caro bolletta.

In 30 secondi

Che cosa è il bonus 150 euro e chi lo riceve a Dicembre 2022:
  1. È un'indennità una tantum prevista dal decreto Aiuti ter per aiutare le famiglie a sostenere il pagamento delle spese di luce e gas
  2. A dicembre 2022 ne beneficiano i lavoratori dipendenti che, per motivi organizzativi e gestionali, non hanno ricevuto il bonus nella busta paga di novembre 2022
  3. Al di là degli aiuti statali, una mossa per alleggerire le spese in bolletta è affidarsi alle offerte luce e gas del Mercato Libero
A chi spetta il bonus 150 euro a dicembre 2022

La maggior parte dei lavoratori dipendenti ha già incassato il bonus 150 euro con la retribuzione di novembre 2022. Ma, per una esigua minoranza, che vanta sempre un rapporto di lavoro subordinato, l’agevolazione è in arrivo con la busta paga di dicembre 2022. Gli autonomi e tutte quelle categorie di lavoratori che devono presentare domanda all’Inps per ottenere il contributo sociale dovranno, invece, aspettare febbraio 2023.

Ecco, in sintesi, quale è la fotografia dell’erogazione del contributo sociale una tantum introdotta dal governo Draghi con il decreto Aiuti ter. A fronte di questo quadro, gli esperti di SOStariffe.it hanno tracciato un vademecum con tutto quello che c’è da sapere su questa misura d’emergenza prevista per sostenere le famiglie nel pagamento delle bollette alle stelle di luce e gas.

Che cosa è il bonus 150 euro e cosa prevede a Dicembre 2022

DOMANDA 1 DOMANDA 2 DOMANDA 3
Che cosa è il bonus 150 euro? A chi è destinato il bonus 150 euro? A chi spetta il bonus a Dicembre 2022?
È una indennità una tantum di 150 euro per aiutare le famiglie a pagare le bollette di luce e gas Tra i beneficiari: lavoratori dipendenti, autonomi, pensionati e stagionali con reddito fino a 20mila euro lordi annui I lavoratori dipendenti che non hanno ricevuto il bonus nello stipendio di novembre 2022, lo otterranno in busta paga a dicembre 2022

Il bonus 150 euro è un’indennità una tantum che punta ad aiutare persone con redditi fino ai 20 mila euro lordi annui per sostenere le spese del caro bolletta. Prevista dal decreto Aiuti ter (pubblicato in Gazzetta Ufficiale lo scorso 23 Settembre), questa misura è stata finanziata da uno stanziamento di circa 3 miliardi di euro per l’anno 2022.

Il contributo sociale, le cui modalità di erogazione cambiano in base alla categoria di appartenenza, è destinato alle seguenti categorie di beneficiari:

  • lavoratori dipendenti;
  • lavoratori autonomi (con o senza partita Iva);
  • titolari di rapporto di lavoro co.co.co;
  • lavoratori stagionali e dello spettacolo;
  • dottorandi e assegnisti
  • percettori di reddito di cittadinanza;
  • collaboratori sportivi;
  • pensionati;
  • disoccupati.

A chi spetta il bonus 150 euro a Dicembre 2022

Come detto sopra, numerosi lavoratori dipendenti hanno già ricevuto il bonus 150 euro con lo stipendio di novembre 2022. Coloro che invece, per motivi organizzativi o gestionali, non avessero ancora beneficiato dell’indennità una tantum, sarà erogata loro nella busta paga di dicembre 2022.

È quanto ha chiarito l’Inps, nel messaggio 4159 del 17 novembre 2022: la stessa nota in cui l’ente previdenziale ha anche precisato che la retribuzione imponibile per l’accesso al bonus per i lavoratori dipendenti (1.538 euro) è da considerarsi al netto della tredicesima mensilità.

Se per i dipendenti che ancora mancano all’appello, l’attesa del bonus non sarà lunga, per altre categorie di lavoratori l’agevolazione arriverà con il nuovo anno.

Secondo il calendario dei pagamenti dell’indennità (contenuto nella circolare Inps numero 127 del 16 novembre 2022) le seguenti categorie di lavoratori beneficeranno dei 150 euro a febbraio 2023:

  • titolari nel mese di novembre 2022 delle prestazioni NASpI, DIS-COLL, mobilità in deroga e trattamenti di importo pari alla mobilità;
  • beneficiari di disoccupazione agricola 2021;
  • già beneficiari delle indennità Covid-19;
  • lavoratori autonomi occasionali, i venditori a domicilio e tutte le altre categorie di destinatari che devono presentare domanda all’Inps.

Infine, pensionati e titolari di trattamenti assistenziali, così come i percettori del reddito di cittadinanza, hanno già potuto beneficiare dei 150 euro nella mensilità di novembre 2022.

Come alleggerire le bollette gas con il Mercato Libero a Dicembre 2022

Oltre alla boccata d’ossigeno del bonus 150 euro, per mitigare l’impatto dei rialzi in bolletta i clienti domestici possono affidarsi al Mercato Libero. Esso è un “ambasciatore del risparmio” perché le sue offerte sono accomunate da un prezzo della materia prima più basso rispetto a quello stabilito dal regime di Maggior Tutela.

Le tariffe più economiche sono rese possibili dal fatto che sono i fornitori stessi a determinare il prezzo della componente energia e metano, quella che è direttamente collegata ai consumi e, quindi, alla porzione più cospicua della bolletta. Ecco perché i titolari di utenze domestiche possono scegliere l’offerta con il prezzo più basso possibile (compatibilmente con la crisi energetica in corso) e in linea con il proprio fabbisogno energetico.

Di fondamentale importanza nella scelta della promozione più vantaggiosa è il confronto delle offerte con il comparatore di SOStariffe.it. Grazie a questo strumento, digitale e gratuito, è possibile fare delle simulazioni a partire dai propri dati di consumo reale, oppure utilizzando i filtri disponibili al suo interno.

Elaborando tutte queste informazioni, il tool di SOStariffe.it restituirà all’utente il consumo annuo in metri cubi, e le tariffe gas presenti nel comparatore si aggiorneranno adattandosi al consumo stimato. Tra le informazioni riportate, per ogni tariffa, c’è anche la spesa annuale stimata.

Clicca al link di seguito per accedere al comparatore di SOStariffe.it per offerte luce e gas:

CONFRONTA LE MIGLIORI OFFERTE LUCE E GAS »