Fotovoltaico ed eolico: è boom nel 2023 ma la crescita rallenta rispetto al 2022

Fotovoltaico ed eolico: le emissioni del settore energetico globale si sono stabilizzate grazie alla crescita dell'eolico e dell'energia solare. Ma la siccità ha penalizzato il segmento idroelettrico, il quale ha impedito alle emissioni di diminuire nella prima metà del 2023. Le ultime novità sul comparto delle rinnovabili e le migliori offerte luce per risparmiare a ottobre 2022 selezionate da SOStariffe.it.

In 30 secondi

Fotovoltaico ed eolico, fotografia globale del settore delle rinnovabili nella prima metà del 2023:
  1. Produzione di energia da fonti rinnovabili (+10% eolico e +16% solare) in crescita nel mondo
  2. Eppure le emissioni globali dal settore energetico segnano un +0,2% nel primo semestre 2023
  3. Domanda di energia in discesa nell'UE (-4,6%) e negli USA (-3,4%)
  4. Per risparmiare sulle bollette, le offerte luce del Mercato Libero selezionate a ottobre 2023 da SOStariffe.it
Fotovoltaico ed eolico: è boom nel 2023 ma la crescita rallenta rispetto al 2022

Grazie alla continua crescita di fotovoltaico ed eolico, le emissioni del settore elettrico si sono stabilizzate nella prima metà del 2023, con un leggero aumento dello 0,2% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Stando all’ultimo studio di Ember, il think tank ambientale con sede nel Regno Unito, fotovoltaico ed eolico sono state le uniche fonti di energia elettrica che hanno aumentato significativamente sia la loro produzione che la loro quota nel mix energetico globale. 

Ciononostante, le condizioni idroelettriche avverse – probabilmente aggravate dal cambiamento climatico – hanno impedito una riduzione delle emissioni. Il deficit creato dall’idroelettrico, in particolare in Cina, ha portato a un piccolo aumento dei combustibili fossili. Tuttavia, la bassa domanda di elettricità ha contribuito a contenere l’ulteriore crescita delle emissioni a livello globale, riducendo il consumo di combustibili fossili. 

Il calo della domanda ha portato a una significativa riduzione delle emissioni nell’Unione europea, negli Stati Uniti, in Giappone e nella Corea del Sud, mentre la moderata crescita della domanda in India ha portato a un rallentamento della crescita delle emissioni.

A fronte di questa ricerca, c’è da sottolineare che anche a ottobre 2023 sempre più famiglie italiane sono a caccia di offerte luce che facciano risparmiare sulle bollette dell’elettricità. Una selezione delle proposte più convenienti è consultabile grazie al comparatore di SOStariffe.it per offerte luce, con un confronto delle alternative più economiche presenti attualmente sul Mercato Libero. Per avere una panoramica delle offerte migliori, premi il bottone verde qui sotto:

CONFRONTA LE MIGLIORI OFFERTE LUCE »

Fotovoltaico ed eolico in crescita nel 2023, ma le emissioni sono stabili

LE DOMANDE LE RISPOSTE
Sono salite o scese le emissioni globali del settore energetico nel primo semestre 2023? Sono aumentate dello 0,2%, pari a +12 milioni di tonnellate di CO₂)
Quanto è cresciuta la produzione di energia eolica nello stesso periodo? L’eolico è cresciuto del 10% nella prima metà del 2023
Quanto è aumentata la produzione di energia solare nello stesso periodo? Il solare è aumentato del 16% nel primo semestre 2023
Come è stato l’andamento dell’idroelettrico nel primo semestre 2023 nel mondo? Negativo a causa della siccità: produzione giù del 8,5%, con un -177 TWh

Le emissioni globali del settore energetico sono aumentate solo dello 0,2% (+12 milioni di tonnellate di CO₂) nella prima metà del 2023 rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. I maggiori cali delle emissioni sono stati registrati nell’UE (-17%), in Giappone (-12%), negli Stati Uniti (-8,6%) e in Corea del Sud (-3%), a causa della diminuzione della produzione di carbone, soprattutto negli Stati Uniti (-27%) e nell’UE (-23%), ma anche in Giappone (-7,4%) e in Corea del Sud (-2,5%). Un aumento più lento delle emissioni è stato registrato in India, con un incremento del 3,7% nella prima metà del 2023 rispetto al 9,7% dello stesso periodo dell’anno precedente. In Cina le emissioni del settore energetico sono aumentate del 7,9% a causa di un calo record della produzione idroelettrica.

L’eolico e il solare sono le uniche due fonti di energia elettrica che hanno aumentato significativamente la loro quota di elettricità globale: sono salite al 14,3% nella prima metà del 2023, rispetto al 12,8% dello stesso periodo dell’anno precedente. Tuttavia, la loro generazione è cresciuta più lentamente rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente:

  • l’eolico è cresciuto del 10% nella prima metà del 2023, rispetto al 16% dello stesso periodo dell’anno precedente; 
  • il solare è cresciuto del 16%, rispetto al 26% della prima metà del 2022;
  • 50 Paesi nel mondo hanno stabilito nuovi record mensili di generazione solare nella prima metà del 2023; 
  • la Cina continua a essere il leader della generazione solare, con il 43% della crescita globale, mentre l’UE, gli Stati Uniti e l’India hanno registrato circa il 12% ciascuno.

La produzione di energia idroelettrica, la più grande fonte di elettricità tra tutte le rinnovabili, è diminuita significativamente (-8,5%, -177 TWh) nella prima metà del 2023 a causa della siccità. Questo fenomeno è stato particolarmente evidente in Cina. La generazione fossile, invece, è aumentata leggermente per colmare il deficit creato dall’idroelettrico. Le emissioni del settore energetico sarebbero diminuite del 2,9% se la produzione idroelettrica globale fosse stata allo stesso livello dello scorso anno.

La domanda globale di elettricità è aumentata solo dello 0,4% nella prima metà del 2023 rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, un dato molto inferiore alla crescita media annua del 2,6% registrata tra il 2012 e il 2022. Il calo della domanda nelle economie ad alto reddito è stato uno dei principali fattori trainanti, tra cui il Giappone (-5,6%), l’UE (-4,6%), gli Stati Uniti (-3,4%) e la Corea del Sud (-1,4%), che hanno portato a un calo complessivo dei combustibili fossili.

Le offerte luce e gas green per ottimizzare i consumi a Ottobre 2023

Dalla produzione di energia pulita al suo consumo: per gli italiani illuminare la propria casa con energia “green” sta ormai diventando una priorità. Tanto che la sostenibilità delle offerte luce proposte dai gestori energetici del Mercato Libero sta diventando un criterio di scelta sempre più preso in considerazione dai consumatori.

Grazie al comparatore di SOStariffe.it per offerte luce, i titolari di utenze domestiche possono confrontare le soluzioni 100% green del Mercato Libero e individuare con questo tool digitale e gratuito quelle che sposano sostenibilità e convenienza.

Usare il comparatore di SOStariffe.it è semplice e intuitivo: basta inserire una stima del proprio consumo annuo di energia elettrica. Questa informazione è reperibile:

  • consultandola nell’ultima bolletta ricevuta dall’attuale fornitore (ecco un approfondimento su come leggere la bolletta della luce);
  • calcolandola impostando i filtri integrati nel comparatore di SOStariffe.it. Tale strumento è disponibile cliccando sul widget qui sotto:

Controlla i tuoi consumi e scopri il risparmio Seleziona i tuoi elettrodomestici

Una volta inseriti (o stimati) i dati richiesti sul proprio consumo annuo di energia, il comparatore di SOStariffe.it restituirà all’utente un elenco delle offerte in base alla convenienza e, per ciascuna tariffa, saranno evidenziati una stima della spesa annuale.