Eni Plenitude: nuovo impianto fotovoltaico per la sede Saipem

Tandem Eni Plenitude-Saipem per accelerare la transizione energetica. Cosa prevede l'accordo tra le due società per l'installazione di un impianto fotovoltaico da circa 1 MWp nella storica sede Saipem di Fano (Pesaro Urbino) e come usare il comparatore di SOStariffe.it per trovare offerte luce e gas ecologiche a dicembre 2023.

In 30 secondi

Intesa Eni Plenitude-Saipem nel segno della transizione energetica:
  1. Plenitude installerà un impianto fotovoltaico da 1 MWp nella sede Saipem di Fano
  2. Si stima una produzione di oltre 1000 MWh annuali di energia elettrica da fonte solare
  3. L'identikit del centro di progettazione ingegneristica Saipem di Fano
  4. Come puntare sulla sostenibilità con le offerte luce e gas green del Mercato Libero a dicembre 2023
 
Eni Plenitude: nuovo impianto fotovoltaico per la sede Saipem

Eni Plenitude e Saipem insieme nel segno della sostenibilità ambientale. Parte da questa “mission” comune a tutela del Pianeta la firma dell’accordo tra le due società per l’installazione di un impianto fotovoltaico da circa 1 MWp nella storica sede Saipem di Fano, l’hub di ingegneria internazionale (per la progettazione di impianti offshore e onshore nel settore dell’energia) che si estende per 5mila metri quadrati in provincia di Pesaro Urbino e in cui lavorano 1.100 dipendenti.

Prima di approfondire i termini del tandem “verde”, è bene ricordare che sostenibilità ambientale e risparmio energetico sono sfide che possono essere raccolte ogni giorno dalle famiglie adottando semplici azioni quotidiane, come il taglio degli sprechi o l’attivazione di offerte luce e gas “green”, cioè con elettricità prodotta al 100% da fonti rinnovabili e gas con emissioni compensate.

Per trovare le soluzioni energia e metano “amiche dell’ambiente” che Eni Plenitude e altri gestori energetici del Mercato Libero mettono in campo a dicembre 2023, c’è il comparatore di SOStariffe.it per offerte luce gas, accessibile cliccando sul pulsante verde qui sotto:

SCOPRI LE MIGLIORI OFFERTE LUCE E GAS »

Utilizzare il comparatore di SOStariffe.it è semplice e intuitivo: basta indicare il proprio consumo annuo di energia elettrica o metano (oppure stimarlo attraverso i filtri integrati nel comparatore stesso) per avere un elenco delle offerte più economiche per il profilo di consumo indicato a dicembre 2023. Una volta individuata la soluzione migliore, sarà possibile accedere direttamente al sito del fornitore e procedere con l’attivazione dell’offerta.

I lettori di SOStariffe.it che vogliano calcolare subito il proprio fabbisogno annuale di energia elettrica o metano, lo possono fare cliccando direttamente sul widget qui sotto e impostando i filtri del comparatore:

Controlla i tuoi consumi e scopri il risparmio Seleziona i tuoi elettrodomestici

Eni Plenitude e Saipem, cosa prevede l’accordo a Dicembre 2023

PLENITUDE-SAIPEM: LE DOMANDE PLENITUDE-SAIPEM: LE RISPOSTE
Cosa prevede la partnership tra Eni Plenitude e Saipem? L’installazione di un impianto fotovoltaico da circa 1 MWp nella sede Saipem di Fano (Pesaro Urbino)
Quali benefici porterà l’impianto fotovoltaico? Si stima una produzione di energia elettrica da fonte solare di oltre 1000 MWh annuali
Quali sono i numeri della sede di Saipem? Il centro di progettazione internazionale Saipem di Fano è nato nel 1970, si estende per una superficie di 5mila metri quadrati e ospita 1.100 dipendenti, per un indotto di quasi 2mila persone

Come anticipato poco sopra, Eni Plenitude e Saipem hanno siglato un accordo per l’installazione di un impianto fotovoltaico da circa 1 MWp nella sede Saipem di Fano (Pesaro Urbino), recentemente rinnovata.

Secondo i calcoli del tandem Eni Plenitude-Saipem, “la produzione di energia elettrica da fonte solare stimata per l’impianto sarà di oltre 1000 MWh annuali che contribuiranno a soddisfare quasi interamente il fabbisogno energetico della sede Saipem migliorandone l’efficienza energetica nell’ottica di una maggiore sostenibilità”.

In particolare, il “matrimonio” tra le due società prevede che gli interventi di installazione dei pannelli fotovoltaici “siano realizzati, finanziati e garantiti da Plenitude, mentre Saipem riconoscerà un corrispettivo fisso per 10 anni relativo alla fornitura dell’energia elettrica prodotta dall’impianto, assicurando così un più efficiente controllo dei costi per il suo fabbisogno di energia”, come si legge in una nota congiunta. L’accordo prevede, inoltre, la gestione, la manutenzione ordinaria e straordinaria e lo sviluppo di un sistema di monitoraggio continuo delle performance. Al termine del periodo contrattuale Saipem diverrà proprietaria dell’impianto.

Questo accordo, che si inserisce in un più ampio progetto di collaborazione tra le due Società, è in linea con la nostra strategia di creare valore attraverso la transizione energetica e di azzerare, entro il 2040, le emissioni nette di CO₂ Scope 1, 2 e 3”, afferma Pasquale Cuzzola, direttore retail Italian Market di Plenitude.

Soddisfatto anche Massimilano Branchi, direttore delle Risorse Umane e della sostenibilità di Saipem, secondo cui la collaborazione con Plenitude “è la traduzione in azione concreta del nostro impegno a servizio delle priorità del nostro Piano di Sostenibilità”, che prevede “il raggiungimento del Net Zero al 2050 per le emissioni di Scope 1, 2 e 3, il raggiungimento della Carbon Neutrality delle emissioni Scope 2 dal 2025 e la riduzione del 50% delle emissioni Scope 1 e 2 entro il 2035”.