Conti correnti 2021: più economici di un anno fa

Il 2021 ha preso il via con un calo generalizzato dei costi di tenuta dei conti correnti nel confronto con i dati del 2020. La conferma arriva dal nuovo Osservatorio di SOStariffe.it che ha analizzato l'andamento dei costi dei conti correnti online e tradizionali andando a confrontare i risultati raccolti nelle prime settimane del 2021 con quelli registrati nello stesso periodo dello scorso anno.

Conti correnti 2021: più economici di un anno fa

Il nuovo Osservatorio di SOStariffe.it si concentra sui costi di tenuta e gestione dei conti correnti. L’analisi ha preso in esame sia i conti online che i conti tradizionali (con utilizzo online) ed ha identificato tre diversi profili di consumatore (single, coppia e famiglia) per chiarire l’evoluzione dei costi dei conti dal 2020 al 2021. Il principale risultato emerso dall’analisi dei costi è rappresentato da un calo generale dei costi per le famiglie e per le coppie. Per quanto riguarda i single, invece, si registra un aumento della spesa nel confronto tra i dati raccolti lo scorso anno e i dati di inizio 2021.

Lo studio ha preso in esame i prezzi praticati da 27 istituti di credito attivi in Italia ed ha considerato l’utilizzo dei conti sia online che allo sportello al fine di avere un quadro completo della situazione. Per la raccolta dei dati è stato utilizzato il comparatore di conti correnti di SOStariffe.it, disponibile cliccando sul link qui di sotto oppure dall’App di SOStariffe.it.

Confronta qui i migliori conti correnti »

Conti correnti telematici: le famiglie sul podio del risparmio

Secondo i dati raccolti ed elaborati da SOStariffe.it, il costo di gestione medio di un conto corrente online è passato da 58,58 euro, dato registrato a marzo 2020, a 56,51 euro, dato registrato a marzo 2021,. Complessivamente, quindi, si è registrato un calo medio del -3.54%. L’analisi nel dettaglio conferma che il risparmio maggiore arriva per il profilo di consumo “famiglia”. Questo profilo, infatti, fa segnare una spesa media di circa 63 euro con un calo del -9.63% nel confronto con i dati raccolti nel corso del 2020.

Il risparmio è significativo (-4.16%) anche per le coppie mentre per i single si registra un incremento della spesa complessiva rispetto ai dati dello scorso anno (+6.79%). L’aumento dei costi di gestione per i single, in valore assoluto, è comunque limitato in quanto si traduce in un incremento complessivo di circa 3 euro in anno con una spesa che arriva a superare, in media, i 48 euro in un anno.

Conti tradizionali: leggero calo delle spese

Anche per i conti correnti tradizionali che garantiscono una certa operativa online si registra un calo delle spese. In questo caso, il dato medio è di 121,70 euro con una riduzione del –1.42% nel confronto con i dati raccolti nello stesso periodo dello scorso anno. I conti tradizionali si confermano molto più costosi dei conti online a causa del “peso” della gestione delle filiali.

Sono le famiglie, anche in questo caso, a poter contare sui risparmi maggiori. La spesa media delle famiglie è pari a poco più di 139 euro con una riduzione del -7.19% nel confronto con i dati del 2020. Anche le coppie registrano una riduzione della spesa (-5%) mentre per i single i costi di gestione di un conto tradizionale aumentano del+13.26%. L’aumento dei costi per i single è di circa 13 euro all’anno.

La tabella qui di sotto va a riassumere i dati di questa parte dell’Osservatorio di SOStariffe.it:

Conti correnti e operatività

La seconda parte dell’indagine di SOStariffe.it entra nel dettaglio dei costi delle operazioni dei conti andando ad evidenziare quali sono le voci aumentate in misura maggiore e quali quelle in calo nel confronto tra i dati del 2021 e quelli del 2020.

Per prima cosa, bisogna sottolineare un aumento del canone annuo. Per le banche tradizionali, tale aumento è minimo (+0.3%) mentre per i conti online si registra un incremento notevole (+10.6%) che conferma come mantenere un conto sia sempre più costoso.

Il canone annuo di un conto tradizionale sfiora i 55 euro mentre il canone annuo di una banca online è di poco inferiore, in media, ai 30 euro. Puntare su di un conto online, per quanto riguarda i costi di mantenimento del conto, continua ad essere una soluzione conveniente.

Da segnalare, inoltre, un aumento delle commissioni sui versamenti di contanti e assegni per entrambe le tipologie di conto. Il prelievo di contante allo sportello, invece, diventa più economico (-21%) per i conti online degli istituti che hanno anche filiali sul territorio.

Per quanto riguarda i bonifici, invece, si registra un calo generalizzato delle commissioni. Sia le operazioni effettuate allo sportello che quelle online presentano commissioni in netto calo. In particolare, si riduce in modo significativo il costo dei bonifici online. Forte calo anche per i costi delle domiciliazioni.

Per i conti tradizionali si registra anche un calo (-8.8%) del canone annuo della carta di credito mentre aumenta (+25%) il canone della carta di debito. Per i conti online, invece, si registra un leggero incremento del canone della carta di credito (+9.5%) che costa in media meno della metà delle carte dei conti tradizionali.

Da segnalare anche un calo dei costi di prelievo all’ATM. Sia le banche tradizionali che le banche online, infatti, fanno registrare una netta riduzione delle commissioni richieste per questo tipo di operazioni sia all’ATM della propria banca che all’ATM di altre banche.

Per una panoramica completa dei risultati dell’indagine è possibile consultare questa tabella:

Commenti Facebook: