Caro bollette: 4 miliardi di euro dal Governo per ridurre i costi di luce e gas

Dopo il pacchetto di misure incluso nella Legge di Bilancio, per contrastare gli aumenti su luce e gas è in arrivo un nuovo provvedimento del Governo che, in questi giorni, sta definendo le strategie da seguire per ridurre il costo dell'energia elettrica e il gas naturale per i clienti finali. Ecco quali sono le ipotesi sul tavolo di Palazzo Chigi per contrastare il caro bollette.

Caro bollette: 4 miliardi di euro dal Governo per ridurre i costi di luce e gas

Dopo la maxi stangata di inizio gennaio 2022, solo parzialmente attenuata dal pacchetto di misure incluso nella Legge di Bilancio, il Governo è al lavoro per valutare nuovi provvedimenti per il contrasto al caro bollette. Ad anticipare le prossime mosse del Governo è l’Adnkronos che, citando fonti governative, ha confermato che è in corso di definizione un nuovo intervento da 4 miliardi di euro per ridurre il costo di luce e gas.

I fondi che verranno stanziati nei prossimi mesi arriveranno, in buona parte, dalle aste per le emissioni di CO2. In particolare, da tali aste si punta a ricavare tra 1.5 e 1.8 miliardi di euro. Nel frattempo, i tecnici di Palazzo Chigi stanno lavorando ad un intervento aggiuntivo da circa 2.5 miliardi di euro che permetterà al Governo di stanziare fino a 4 miliardi di euro contro il caro bollette.

Questi fondi aggiuntivi dovrebbero arrivare dalla cartolarizzazione di alcuni oneri di sistema o dall’utilizzo dell’extragettito delle accise sui carburanti. Come riporta l’agenzia di stampa, nel caso in cui l’intervento del Governo sarà limitato ai soli fondi delle aste sulle emissioni di CO2, questa misura potrebbe confluire nel DL Sostegni ter. Se, invece, le misure saranno più ricche, potrà arrivare un provvedimento ad hoc.

Al momento, inoltre, sembra sfumare (o comunque essere rinviato) un possibile intervento sugli extra profitti delle società energetiche legate alla particolare situazione che si sta registrando sul mercato all’ingrosso dell’energia in Europa. Una prima definizione del pacchetto di misure per contrastare il caro bollette potrebbe arrivare già nel corso dei prossimi giorni. Entro venerdì, infatti, una bozza del provvedimento dovrebbe essere proposta al Consiglio dei Ministri.

Un prossimo intervento per contrastare gli aumenti su luce e gas è praticamente certo. Lo stesso premier Draghi, la scorsa settimana, ha confermato la volontà di intervenire in tal senso, dando seguito a quanto già definito con la Legge di Bilancio. Maggiori dettagli sulla questione potrebbero quindi arrivare già entro la fine del mese di gennaio.

Come tagliare subito le bollette di luce e gas

In attesa di capire quali saranno gli interventi del Governo per ridurre i rincari, è fondamentale giocare d’anticipo e valutare subito il passaggio alle migliori tariffe luce e gas disponibili in questo momento. La scelta delle offerte da attivare può avvenire direttamente online, grazie al comparatore di SOStariffe.it per offerte luce e gas, disponibile al link qui di sotto oppure tramite l’App di SOStariffe.it per dispositivi Android ed iOS.

Scopri qui le migliori offerte luce e gas » 

Per massimizzare il risparmio è necessario individuare ed attivare tariffe in grado di garantire il prezzo più basso possibile per luce e gas (indicato in €/kWh per la luce e €/Smc per il gas). Per scegliere con la massima cura le offerte da attivare è sufficiente inserire, nell’apposito campo del comparatore, una stima del proprio consumo annuo in modo da individuare le tariffe più vantaggiose per le proprie esigenze.

Ricordiamo, infine, che per ottenere assistenza gratuita e senza alcun impegno nella scelta della tariffa da attivare è possibile chiamare al numero 02 5005 222 per parlare con un consulente di SOStariffe.it. In alternativa, tramite il comparatore, è possibile richiedere il servizio Analisi della Bolletta che consente di inviare una bolletta in versione digitale al Team di SOStariffe.it che si occuperà di individuare la tariffa giusta per l’utente