Titubante sui prestiti online? Cosa cambia se vai in filiale

Oggi è possibile confrontare tra loro diverse possibilità per un finanziamento o un prestito nel giro di pochi istanti: basta farlo su Internet, usando comparatori online come quello di SosTariffe.it. Come si fa a essere certi che i pro e i contro di ogni offerta siano gli stessi di quando ci si reca in filiale? Analizziamo più nel dettaglio la situazione.

La Rete e i prestiti online

Per molti Internet è ancora sinonimo di incertezza, volatilità, scarsa sicurezza. Certo, con le notizie che si rincorrono ogni giorno su account violati e falle di sicurezza anche in aziende che si pensavano a prova di hacker, nessuno è troppo tranquillo; eppure la Rete, per chi non si dimentica qualche semplice accortezza, rimane un luogo molto sicuro per i propri acquisti.

Un luogo conveniente, soprattutto. Dove le offerte sono vantaggiose e il risparmio ingente, di qualsiasi servizio o bene si parli, dagli acquisti online fino alla sottoscrizione di un nuovo abbonamento per il proprio smartphone. Anche i prestiti online non fanno eccezione: molte società finanziarie, infatti, prevedono bonus particolari per chi sceglie di chiedere un finanziamento da casa propria, al computer, senza doversi recare in filiale di persona a firmare paginate e paginate di fogli.

Tra i prestiti online vanno citati quelli di Compass, che consentono di richiedere finanziamenti fino a 30.000 euro e con diverse possibilità di personalizzazione, come saltare fino a 5 volte il pagamento di una rata oppure decidere durante il rimborso di abbassare l’ammontare della rata e prolungare il finanziamento, senza pagare alcun costo aggiuntivo.
Scopri Compass

[WIDGET-LOAN

Le differenze tra il prestito in filiale e online

Per molti, però, una decisione tanto importante come la richiesta di un finanziamento o di un prestito deve essere fatta con la massima attenzione, e c’è chi preferisce avere un rapporto faccia a faccia con un responsabile della banca o dell’istituto di credito prima di mettere la sospirata firma (o, meglio, le firme) sul contratto. Ma cambia qualcosa, in termini di costi e adempimenti, tra il chiedere il prestito online e farlo in filiale?

In genere, i prestiti e i finanziamenti online sono più vantaggiosi, per quanto riguarda il TAEG, rispetto a quelli effettuati in filiale, proprio perché i costi di intermediazione sono molto più ridotti; con questo risparmio da parte della banca o dell’istituto finanziario è pertanto possibile offrire condizioni più vantaggiose per i clienti. In più, sfruttando i diversi comparatori online, è questione di pochi secondi confrontare le varie offerte in tutta tranquillità e con la comodità di casa propria, valutandone pro e contro senza visitare di persona ogni singola filiale o rischiare di impazzire tra decine di opuscoli.

D’altra parte, ci sono anche i casi in cui i prestiti online, proprio per l’impossibilità di un rapporto faccia a faccia tra il cliente e l’impiegato della finanziaria, richiedono tempi un po’ più lunghi del normale per tutte le necessarie autorizzazioni e firme, e quindi per l’erogazione,  visto che di norma si deve comunque provvedere all’invio dei documenti per posta, anche dopo aver firmato la versione digitale dei contratti via web.

Commenti Facebook: