Tariffe elettriche agevolate per pompe di calore

Le pompe di calore domestiche si stanno diffondendo sempre di più nelle case degli italiani per la loro efficienza e per il fatto di essere la soluzione più ecologica per il riscaldamento domestico. Proprio per questo dallo scorso 1° luglio l’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico ha introdotto una nuova tariffa, “D1”, che può essere applicata, a livello sperimentale e su base volontaria, ai clienti domestici che riscaldano la propria casa solo con pompe di calore elettriche. Di seguito vediamo come fare per ottenere le tariffe elettriche agevolate per pompe di calore.

TariffaD1
Ecco come accedere alla sperimentazione e risparmiare in bolletta

Perché una nuova tariffa

Il senso della tariffa D1 è evitare un paradossale disincentivo all’uso delle pompe di calore dovuto alla formulazione standard del prezzo dell’energia elettrica in Italia, che vede tra gli elementi base anche un corrispettivo variabile in funzione dei consumi effettivi che sarebbe penalizzante.

Aderendo alla D1, invece, si pagano i kWh elettrici a un prezzo fisso e agevolato che non è più dipendente dal volume di consumo annuo. La nuova tariffa può venire applicata alle forniture di energia elettrica con contratti sia di mercato libero sia di maggior tutela per l’abitazione di residenza.

A chi convengono le tariffe elettriche agevolate per pompe di calore? In linea di massima a chi ha elevati consumi annui, cioè almeno superiori a 3 kW; chi è su questa soglia deve invece valutare con attenzione.

Come accedere alle tariffe agevolate di sperimentazione

Può accedere alla sperimentazione chiunque usi esclusivamente la pompa di calore elettrica per il riscaldamento casalingo, purché il livello di efficienza sia sufficientemente elevato e l’entrata in funzione non sia avvenuta prima del 1° gennaio 2008.

La richiesta di adesione per la tariffa D1 deve essere presentata al proprio venditore di energia elettrica, sempre che questo – in regime di mercato libero – abbia deciso di aderire alla sperimentazione. Al contrario, sulla base di un contratto in regime di maggior tutela, il venditore è sempre tenuto ad accogliere la richiesta di adesione.

La richiesta va presentata entro il 31 dicembre 2015, compilando la modulistica resa disponibile dal venditore di energia elettrica e allegando la documentazione tecnica idonea a dimostrare le caratteristiche del proprio sistema di riscaldamento a pompa di calore. Il venditore e l’impresa di distribuzione, dal momento della presentazione della richiesta di adesione correttamente compilata, hanno a disposizione 14 giorni lavorativi per verificarne il contenuto e aggiornare le banche dati; la tariffa D1 verrà applicata a partire dal primo giorno del mese successivo a quello in cui scade tale termine.

Come cambia la bolletta aderendo alla tariffa D1

Prima di tutto va ricordato che in regime di maggior tutela cambiare tariffa non comporta costi (a meno che non vengano richieste altre prestazioni, come ad esempio aumenti di potenza), mentre nel mercato libero tutto dipende dalle scelte del singolo fornitore. I nuovi clienti hanno comunque diritto a informazioni complete e trasparenti sulla spesa associata all’applicazione della sperimentazione tariffaria rispetto a quella di maggior tutela e all’offerta correntemente applicata, compresi eventuali costi aggiuntivi praticati in caso di adesione del cliente finale alla sperimentazione tariffaria.

Nella bolletta verrà così indicata la nuova categoria di consumo “Domestico con pompa di calore”.

L’esempio di Enel Energia

Enel Energia è tra i fornitori che aderiscono alla sperimentazione per le tariffe elettriche agevolate per pompe di calore. I clienti Enel Energia hanno inoltre uno sconto sul prezzo dei servizi di rete e gli oneri generali di sistema: basta avere un contratto per E-Light, E-Light Bioraria, Energia Pura Casa ed Energia Pura Bioraria. Ad esempio, con consumi pari a 5.000 kWh/anno e per una fornitura con potenza di 3 kW – o tariffa D2 – c’è uno sconto di circa 70 euro, mentre con una fornitura con potenza di 6 kW – o tariffa D3 – lo sconto è di circa 220 euro. I moduli possono essere scaricati direttamente dal sito di Enel Energia e chi ha bisogno di maggiori informazioni e chiarimenti può chiare il numero verde 800.900.860.
Attiva un’offerta Enel Energia

Commenti Facebook: