Portabilità: sempre più spesso verso gli operatori virtuali

In Spagna tra aprile e giugno 2009 il 50,6% delle portabilità sono andate a favore degli operatori mobili virtuali. In Italia il fenomeno è meno accentuato tuttavia gli MVNO stanno spingendo con promozioni interessanti per chi porta il numero perché il mercato è ovviamente saturo.

La struttura del mercato italiano vede sostanzialmente quattro operatori,con reti fisiche, che contribuiscono per il 99% dei ricavi, mentre il restante 1% è riconducibile agli operatori virtuali (MVNO), i quali hanno giocato – almeno finora – un ruolo marginale. I ricavi cumulati sono pari a circa 14 milioni di euro nel secondo trimestre del 2008 e sono riconducibili a MVNO per circa 1,35 milioni di clienti al 31 dicembre 2008, ossia poco più dell’1% della customer base complessiva.

In Italia, gli MVNO possono essere ricondotti a due principali categorie: la prima è composta da imprese attive nella grande distribuzione organizzata (Auchan, Carrefour, Coop) e nella fornitura di servizi di pubblica utilità (Poste Italiane, Autostrade), le quali cercano di sviluppare la commercializzazione di servizi mobili in una logica di estensione del marchio e per l’ingresso in settori quali l’e- banking o l’e-payment (Poste Mobile e Noverca); la seconda categoria comprende sia operatori di telefonia fissa (BT Italia, Fastweb, Tiscali, DigiTel), principalmente – anche se non esclusivamente – interessati a forme di offerte convergenti di tipo fisso-mobile, sia operatori virtuali che focalizzano la propria offerta per soddisfare specifici segmenti di clientela o per coprire singole direttrici geografiche.

Ecco la situazione aggiornata:
Postemobile:

Clienti: 1.200.000
Rete di appoggio: Vodafone
Prefissi: 377
Numero assistenza clienti: 803160
Entrata nel mercato: Novembre 2007

Coopvoce

Clienti: 380.000
Rete di appoggio: Tim
Prefissi: 3311
Numero assistenza clienti: 188
Entrata nel mercato: Giugno 2007

Unomobile:

Clienti: 150.000
Rete di appoggio: Vodafone
Prefissi: 377
Numero assistenza clienti: 435001
Entrata nel mercato: Giugno 2007

A-mobile:

Clienti: ND
Rete di appoggio: Wind
Prefissi: 389
Numero assistenza clienti: 155
Entrata nel mercato: Aprile 2008

MtvMobile:

Clienti: 150.000
Rete di appoggio: Tim
Prefissi: 331-366
Numero assistenza clienti: 119
Entrata nel mercato: Luglio 2008

BT Mobile:

Clienti: ND
Rete di appoggio: Vodafone
Prefissi: 377
Numero assistenza clienti: 195
Entrata nel mercato: Gennaio 2008

Telepass Mobile

Clienti: ND
Rete di appoggio: Wind
Prefissi: quelli Wind
Numero assistenza clienti: 155
Entrata nel mercato: Maggio 2008

Erg Mobile

Clienti: 70.000
Rete di appoggio: Vodafone
Prefissi: 377
Numero assistenza clienti: 800.987.887
Entrata nel mercato: Febbraio 2009

Tiscali Mobile

Clienti: 35.000
Rete di appoggio: Tim
Prefissi: 370
Numero assistenza clienti: 130
Entrata nel mercato: Ottobre 2008

Fastweb Mobile

Clienti: 120.000
Rete di appoggio: 3
Prefissi: 373
Numero assistenza clienti: 192193
Entrata nel mercato: Settembre 2008

ra aprile e giugno 2009 il 50,6% delle portabilità sono andate a favore degli operatori mobili virtuali. In Italia il fenomeno è meno accentuato tuttavia gli MVNO stanno spingendo con promozioni interessanti per chi porta il numero perché il mercato è ovviamente saturo.

La struttura del mercato italiano vede sostanzialmente quattro operatori,con reti fisiche, che contribuiscono per il 99% dei ricavi, mentre il restante 1% è riconducibile agli operatori virtuali (MVNO), i quali hanno giocato – almeno finora – un ruolo marginale. I ricavi cumulati sono pari a circa 14 milioni di euro nel secondo trimestre del 2008 e sono riconducibili a MVNO per circa 1,35 milioni di clienti al 31 dicembre 2008, ossia poco più dell’1% della customer base complessiva.

In Italia, gli MVNO possono essere ricondotti a due principali categorie: la prima è composta da imprese attive nella grande distribuzione organizzata (Auchan, Carrefour, Coop) e nella fornitura di servizi di pubblica utilità (Poste Italiane, Autostrade), le quali cercano di sviluppare la commercializzazione di servizi mobili in una logica di estensione del marchio e per l’ingresso in settori quali l’e- banking o l’e-payment (Poste Mobile e Noverca); la seconda categoria comprende sia operatori di telefonia fissa (BT Italia, Fastweb, Tiscali, DigiTel), principalmente – anche se non esclusivamente – interessati a forme di offerte convergenti di tipo fisso-mobile, sia operatori virtuali che focalizzano la propria offerta per soddisfare specifici segmenti di clientela o per coprire singole direttrici geografiche.

Ecco la situazione aggiornata:
Postemobile:

Clienti: 1.200.000
Rete di appoggio: Vodafone
Prefissi: 377
Numero assistenza clienti: 803160
Entrata nel mercato: Novembre 2007

Coopvoce

Clienti: 380.000
Rete di appoggio: Tim
Prefissi: 3311
Numero assistenza clienti: 188
Entrata nel mercato: Giugno 2007

Unomobile:

Clienti: 150.000
Rete di appoggio: Vodafone
Prefissi: 377
Numero assistenza clienti: 435001
Entrata nel mercato: Giugno 2007

A-mobile:

Clienti: ND
Rete di appoggio: Wind
Prefissi: 389
Numero assistenza clienti: 155
Entrata nel mercato: Aprile 2008

MtvMobile:

Clienti: 150.000
Rete di appoggio: Tim
Prefissi: 331-366
Numero assistenza clienti: 119
Entrata nel mercato: Luglio 2008

BT Mobile:

Clienti: ND
Rete di appoggio: Vodafone
Prefissi: 377
Numero assistenza clienti: 195
Entrata nel mercato: Gennaio 2008

Telepass Mobile

Clienti: ND
Rete di appoggio: Wind
Prefissi: quelli Wind
Numero assistenza clienti: 155
Entrata nel mercato: Maggio 2008

Erg Mobile

Clienti: 70.000
Rete di appoggio: Vodafone
Prefissi: 377
Numero assistenza clienti: 800.987.887
Entrata nel mercato: Febbraio 2009

Tiscali Mobile

Clienti: 35.000
Rete di appoggio: Tim
Prefissi: 370
Numero assistenza clienti: 130
Entrata nel mercato: Ottobre 2008

Fastweb Mobile

Clienti: 120.000
Rete di appoggio: 3
Prefissi: 373
Numero assistenza clienti: 192193
Entrata nel mercato: Settembre 2008

Commenti Facebook: