Google vuole diventare anche un operatore virtuale di telefonia mobile

Secondo indiscrezioni diffuse da The Information e Wall Street Journal, confermate anche in un resoconto di The Verge, Google avrebbe siglato un accordo con gli operatori di telecomunicazioni statunitensi Sprint e T-Mobile per vendere servizi di telefonia mobile in via diretta ai consumatori e diventare quindi un MVNO (Mobile Virtual Network Operator). 

Google avrebbe siglato un accordo con Sprint e T-Mobile
Sprint e T-Mobile potrebbero fornire a Google le infrastrutture per fornire servizi di telefonia mobile

Google avrebbe siglato un accordo con gli operatori di telecomunicazioni statunitensi Sprint e T-Mobile per vendere servizi di telefonia mobile ai consumatori in via diretta e diventare pertanto un operatore virtuale di telefonia mobile. A riferirlo sono The Information e Wall Street Journal, a confermarlo è un resoconto di The Verge.

Confronta offerte di Telefonia Mobile

Un MVNO (Mobile Virtual Network Operator) offre servizi di telefonia mobile senza possedere alcuna licenza per lo spettro radio e utilizza una parte dell’infrastruttura di un altro operatore di settore. In Italia, sono attivi come MVNO, fra gli altri, PosteMobile e Tiscali.

L’attività di operatore virtuale di telefonia mobile può essere svolta in molteplici modi, ciascuno dei quali si definisce in base al modello di business, alla tipologia di prodotti offerti e alle infrastrutture di cui il MVNO è dotato, spiega Gianpio Di Mario, ingegnere elettronico in forze a Telecom Italia Lab.

Una prima classe di MVNO è quella che opera secondo il modello Full MVNO: l’operatore virtuale di telefonia mobile possiede gli stessi processi e le stesse piattaforme di un MNO (Mobile Network Operator), a eccezione della rete d’accesso.

Un altro modello di operatore virtuale di telefonia mobile è definito ESP-MVNO o, semplicemente, ESP (Enhanced Service Provider), che possiede tutti i processi caratteristici del modello Full MVNO con l’esclusione della commutazione, prosegue Di Mario.

Fra gli altri modelli di operatore virtuale di telefonia mobile, si segnalano gli SP-MVNO (Service Provider Mobile Virtual Network Operator), i Reseller e gli MVNE (Mobile Virtual Network Enabler). Si tornerà sulle definizioni e sulle distinzioni in un approfondimento dedicato proprio agli MVNO.

Commenti Facebook: