Ecco i 4 errori da evitare quando attivi l’ADSL

Spesso la voglia di poter fruire di una nuova linea ADSL nella propria abitazione e nel proprio ufficio, con la possibilità di connettersi a internet in tempi rapidi e con qualità costanti, ci fa dimenticare quanto sia importante scegliere accuratamente l’operatore e il servizio di proprio riferimento. Ecco dunque 4 errori da evitare quando si attiva una nuova tariffa.

Ecco cosa NON fare quando si attiva l'ADSL!
Ecco cosa NON fare quando si attiva l'ADSL!

Farsi catturare dalle offerte civetta

Molti operatori propongono periodicamente delle tariffe fortemente scontate, con riduzione del canone nei primi mesi, e ritorno al canone “standard” in quelli successivi (di norma, 6 o 12). L’abitudine non è di per sé né scorretta né illegittima, anzi. Tuttavia, molto spesso i neofiti si fanno attirare dalle sole offerte civetta, senza prestare la dovuta attenzione a un’analisi più globale dell’offerta. Cercate quindi di chiarire in maniera univoca le condizioni promozionali e quelle successive, aiutandovi anche con il nostro comparatore.

Fermarsi alla prima offerta

Quella delle offerte ADSL è una vera e propria giungla, all’interno della quale un nutrito gruppo di operatori lotta quotidianamente alla ricerca della più ampia quota di mercato. Considerando che ogni giorno vengono diramate nuove proposte tariffarie, evitate di fermarvi solo sulla prima offerta che trovate. È invece buona abitudine confrontare tutti i servizi proposti dagli operatori italiani e internazionali: le occasioni di risparmio non mancheranno di certo

Non valutare i servizi aggiuntivi

La velocità e la disponibilità illimitata di una linea ADSL è certamente la parte fondamentale dell’offerta di servizio di un operatore. Tuttavia, non di sole connessioni illimitate si vive: cercate di guardare con attenzione al numero e alla qualità dei servizi aggiuntivi che vengono erogati compresi nel canone periodico (ad esempio, un modem wi-fi, una internet key, e così via).

Non calcolare la velocità effettiva

Un altro errore piuttosto comune consiste nel “fidarsi” di quanto sostiene un operatore telefonico in merito alla velocità di download e di upload. Spesso la velocità nominale di una connessione differisce significativamente da quella reale: meglio quindi optare per un “test” indipendente, come quello proposto dal nostro comparatore:

Prova il nostro test di velocità

Commenti Facebook: