Wölmann e Ikea, il fotovoltaico costa meno: grazie alla partnership 16% di risparmio

Arrivano consistenti risparmi a disposizione delle famiglie italiane grazie a Ikea e Wölmann. Con l’accordo stretto tra i leader del solare in Italia e il colosso svedese dell’arredamento, infatti, sarà possibile spendere fino al 16% in meno per dotare la propria casa di pannelli solari e iniziare a risparmiare sull’energia elettrica nonché a combattere il cambiamento climatico.

Incluse anche la garanzia per il montaggio e per gli eventuali guasti

Arriva la nuova linea Solstråle

Il risparmio energetico inizia dalla casa, soprattutto con un adeguato impianti a pannelli solari: ecco perché la recente partnership firmata tra Wölmann, la prima solar company italiana, e IKEA è una sinergia del tutto logica. Logica e ricca di benefici per gli italiani, visto che i soci (sia Family che Business) del colosso svedese ora possono usufruire dell’apposito configuratore per richiedere i pannelli solari e i sistemi di accumulo della nuova linea Solstråle.

Il frutto della collaborazione tra le due società può venire scelto direttamente dal sito IKEA, per avere in pochi minuti un attendibile preventivo per l’installazione di un impianto a casa propria, in tre diverse soluzioni. Progettazione, vendita e installazione sono affidate a un incaricato Wölmann che si recherà direttamente a casa del cliente aiutandolo a progettare la soluzione più idonea e facendosi carico di tutte le pratiche burocratiche legate alla realizzazione di un impianto a energia solare casalingo, comprese le detrazioni, tutto chiavi in mano.

Come funziona il configuratore

Il configuratore IKEA–Wölmann permette di inserire le caratteristiche della propria abitazione, indicando le variabili più importanti per realizzare una stima attendibile dei costi e dell’energia generata. Esposizione, inclinazione del tetto, tipologia di copertura si accompagnano infatti ai bisogni energetici del nucleo familiare (desunti dall’importo dell’ultima bolletta e dai kWh consumati un anno) per decidere quali sono i pannelli più adatti e quanta la potenza necessaria.

È possibile richiedere sia pannelli in monocristallino che in polycristallino (con una potenza rispettivamente di 300 e 275 Wp/pannello), nonché gli appositi IKEA Storage, batterie agli ioni di litio (Litio-Ferro-Fosfato) con capacità nominale di 4,8 kWh ciascuna.

Tante sono le garanzie e i vantaggi per chi sceglie di cominciare a puntare sull’autoconsumo partendo dal tetto di casa propria: pannelli di altissima qualità e garantiti (tanto che dopo 25 anni la produzione garantita del pannello è ancora dell’80%), garanzia di produzione per 5 anni (l’energia promessa e non prodotta viene rimborsata da Wölmann a 0,10 /kWh) e garanzia di montaggio, sempre per 5 anni (Wölmann interviene per 5 anni su qualsiasi difetto di montaggio dell’impianto).

Inoltre, tra gli altri vantaggi a disposizione dei soci IKEA Family e IKEA Business che scelgono i sistemi Solstråle c’è anche la possibilità di controllare con un monitoraggio 24/7 il funzionamento dell’impianto e avviare quando serve il servizio di assistenza tecnica in caso di guasto.

L’Italia al secondo posto per il solare

Come fa notare Wölmann nel comunicato stampa che accompagna l’iniziativa – disponibile dallo scorso febbraio – l’Italia è al secondo posto in Europa, dopo la Germania, per quanto riguarda la produzione di energia elettrica da fotovoltaico, ma c’è ancora molto da fare per quanto riguarda la distribuzione dei pannelli, a testimonianza di una potenzialità ancora in gran parte da sfruttare.

Secondo i dati Wölmann, infatti, il 45,7% degli impianti è installato tra Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna, mentre è la Puglia la regione con la maggior potenza installata (2.623 MW) e gli impianti di dimensioni maggiori (in media 58,5 kW). Ecco perché la partnership con IKEA può dare l’occasione a chi ha un tetto orientato e inclinato nel modo giusto di cominciare a risparmiare in maniera significativa, dando un taglio drastico alle proprie spese energetiche e potendo contare sulle detrazioni statali.

L’energia solare non solo permette di risparmiare – mettendosi oltretutto al sicuro dagli aumenti legati al prezzo dell’energia, considerando che in media per un nucleo familiare di 4 persone sono richiesti circa 3.500 kWh – ma anche di contribuire alla riduzione delle emissioni di CO2, aiutando a combattere il cambiamento climatico. Non solo: il fotovoltaico consente anche di aumentare la classe energetica e quindi il valore economico del proprio immobile.

Ad oggi Wölmann ha installato in tutta Italia circa 6.000 sistemi solari, per un totale di 7 milioni di kWh di energia elettrica prodotta e ogni anno e 5.000 tonnellate in meno di anidride carbonica emessa nell’atmosfera.

Quanto si può risparmiare

La partnership con IKEA permette di spendere rispetto al solito il 16% in meno, aumentando così in modo evidente i risparmi in 25 anni. Questi risparmi sono disponibili anche scegliendo il proprio impianto fotovoltaico con Wölmann grazie all’apposito comparatore di SosTariffe.it, che potete raggiungere cliccando il pulsante qui sotto.
Confronta le offerte Wölmann
Prendendo come esempio un immobile a Milano, con esposizione a ovest (quindi non ottimale) e un’inclinazione del tetto di 20°, a due falde, si possono elaborare dei profili di consumo e di spesa. Ad esempio, avendo a disposizione una superficie complessiva di 90 metri quadrati per un consumo annuo di 2700 kWh, fino a febbraio un sistema a 19 pannelli del tipo Compact si ripagava in 19 anni, con un risparmio complessivo di 13.529,07 euro e un costo dell’impianto di 13.727,00 euro, con un risparmio annuo di 541,16 euro; oggi, per arrivare a una potenza di 3,3 kW si può scegliere il sistema Wölmann Basic da 17 pannelli, con un risparmio annuo di 566,33 euro e uno totale in 25 anni di 14.160,57 euro, a fronte di un costo dell’impianto di 12.211,00 euro: tutto questo significa che bastano 17 anni (cioè 2 di meno rispetto all’offerta precedente) per ripagare l’impianto, tenendo conto che a 25 anni i pannelli Wölmann sono garantiti, come detto, per un funzionamento almeno all’80%.

Non cambia il discorso per superfici più ampie, fino ad arrivare al caso di uno spazio disponibile di 200 metri quadrati per un consumo annuo di 4200 kWh. In questo caso la soluzione precedente alla partnership con Ikea, il sistema solare Compact (18 pannelli solari), aveva un costo totale di 16.578,12 euro per un risparmio annuo di 946,67 euro e un risparmio in 25 anni di 23.961,65 euro; erano quindi necessari 15 anni per rientrare dall’investimento.

Con il sistema solare Basic oggi a disposizione con la partnership Ikea il costo dell’impianto (a 19 pannelli solari per una potenza di 5,23 kW contro i 5,04 kW dell’offerta precedente) scende a 15.042,00 euro, per un risparmio annuo di 980,25 euro all’anno e un risparmio in 25 anni di 24.506,15 euro: per ripagare l’impianto sono quindi sufficienti solo 14 anni.

Commenti Facebook: