Rc auto e Dl Milleproroghe, sospensione fino al 30 giugno per assicurazione veicoli in aree private

Rc auto obbligatoria anche se il veicolo è fermo in un’area privata. Ma sulla nuova norma, in vigore da dicembre 2023, c’è una richiesta di sospensione fino al 30 giugno 2024 con un emendamento al decreto Milleproroghe. Per saperne di più, c’è SOStariffe.it, insieme alle migliori assicurazioni auto.

In 30 secondi

Obbligo Rc auto anche per i veicoli fermi in aree private, ecco quali sono le novità di febbraio 2024:
  • La nuova normativa obbliga alla copertura assicurativa per tutti i veicoli, anche se non utilizzati e fermi in un'area privata
  • Chiesta una sospensione dell'obbligo fino al 30/06/2024 con un emendamento al decreto Milleproroghe
  • Ci sono dubbi interpretativi e applicativi delle nuove regole sollevati dalle compagnie assicurative
  • Come individuare una polizza Rc auto vantaggiosa con  SOStariffe.it a febbraio 2024
Rc auto e Dl Milleproroghe, sospensione fino al 30 giugno per assicurazione veicoli in aree private

Sulla RC Auto obbligatoria sui veicoli fermi in un’area privata ma che possono circolare, c’è una richiesta di sospensione fino al 30 giugno 2024 per chiarire quelli che sono definiti i punti oscuri e le apparenti contraddizioni delle nuove regole. È, in sintesi, quanto si chiede con un emendamento al decreto Milleproroghe all’esame della Camera. Intanto, in un incontro con il ministro delle Imprese e del Made in Italy, Adolfo Urso, il presidente del Sindacato nazionale agenti di assicurazione (SNA), Claudio Demozzi, ha chiesto che si faccia chiarezza sulla nuova normativa che impone quest’obbligo e sulle sue applicazioni che stanno generando confusione sia nei proprietari di auto che negli agenti assicurativi. 

Prima di passare sotto la lente d’ingrandimento le nuove norme, per gli automobilisti che siano alla ricerca di una polizza Rc auto conveniente, c’è il comparatore per assicurazioni auto di SOStariffe.it. Utilizzando il sistema del confronto dei prezzi, il tool digitale e gratuito permette agli utenti di avere a disposizione un preventivo personalizzato (grazie all’inserimento dei propri dati) della polizza per la propria auto che faccia risparmiare. Per saperne di più, clicca sul bottone verde qui sotto:

Scopri la migliore polizza auto di febbraio 2024»  

Rc auto per veicoli fermi: richiesta di sospensione 

Con un emendamento di maggioranza al decreto Milleproroghe si chiede che l’obbligo di stipula di polizze assicurative per la responsabilità civile sui veicoli fermi in aree private possa essere sospeso fino al 30 giugno 2024. Oltre che dallo SNA, la richiesta è stata caldeggiata anche da Confcommercio Mobilità, Assocamp (l’associazione dei commercianti di camper e caravan) e Federacma (la federazione dei commercianti di macchine agricole e da giardino).

Si stima che i veicoli coinvolti da questa nuova norma obbligatoria siano circa 3 milioni in Italia. La richiesta di sospensione arriva in quanto le compagnie assicurative hanno bisogno di tempo per mettere a punto offerte ad hoc, ossia che non pesino troppo sulle tasche dei possessori di veicoli in aree private e per sciogliere alcuni dubbi interpretativi e applicativi delle nuove regole.

Rc auto: c’è l’obbligo anche per i veicoli fermi in aree private

RC AUTO: LE NUOVE REGOLE
1 Assicurazione obbligatoria anche per tutti i veicoli fermi in un’area privata (per esempio, un garage)
2 Severe le sanzioni previste per i trasgressori:

  • multa di 866 €
  • decurtazione di 5 punti dalla patente
  • ritiro della carta di circolazione
  • sequestro del veicolo
3 Esenti dall’obbligo Rc auto le seguenti categorie di veicoli:

  • non più in circolazione per demolizione, esportazione o ritiro
  • sottoposti a sequestro o divieto
  • privi di parti essenziali (per esempio, il motore)

Hanno l’obbligo della Rc auto anche tutti i veicoli che rimangono parcheggiati nel garage di casa o comunque in aree private, ma che sono in grado di circolare. In vigore dal 23 dicembre 2023, questo obbligo è previsto dal decreto legislativo n.184/2023, che recepisce la normativa europea 2021/2118, modificando alcune disposizioni contenute nel Codice delle assicurazioni private. L’obbligo di Ra auto riguarda:

  • veicoli a motore che si muovono sul terreno senza binari;
  • veicoli a motore con velocità massima superiore a 25 km/h; 
  • veicoli con peso superiore a 25 kg e velocità massima superiore a 14 km/h;
  • rimorchi;
  • veicoli elettrici leggeri (monopattini, per esempio).

Per i proprietari di veicoli che trasgrediscono questo obbligo di legge, sono previste le seguenti sanzioni:

  • contravvenzione di 866 euro (606,20 euro pagando entro 5 giorni);
  • decurtazione di 5 punti dalla patente di guida;
  • ritiro della carta di circolazione;
  • sequestro del veicolo.

Non hanno l’obbligo della Rc auto:

  • i veicoli che non sono più in circolazione per demolizione, esportazione o ritiro;
  • i veicoli che non possono circolare per motivi legali. Per esempio, per sequestro o divieto;
  • i veicoli privi di parti essenziali. Per esempio, il motore.

Assicurazioni auto: come trovare le più convenienti di febbraio 2024

In attesa che si sciolga il nodo sull’obbligo assicurativo esteso anche ai veicoli fermi, sono numerosi gli automobilisti che, anche a febbraio 2024, sono alla ricerca di polizze auto che facciano risparmiare. Il comparatore per assicurazioni auto di SOStariffe.it è un valido e prezioso aiuto in questa esplorazione tra le numerose offerte presenti sul mercato. 

Questo tool gratuito e digitale mette a confronto le proposte più vantaggiose, formulando dei preventivi “su misura” (ossia sulla base dei propri dati), per trovare l’assicurazione auto più conveniente, senza costi e nessun impegno da parte dell’utente. Inoltre, è possibile richiedere assistenza gratuita chiamando il numero verde 800 999 565.

Nello specifico, nel tool online e gratuito di SOStariffe.it occorre inserire:

  • i propri dati anagrafici;
  • i propri dati assicurativi (per esempio, la classe di merito);
  • le caratteristiche del veicolo da assicurare. 

C’è anche da osservare che, mentre la copertura Rc auto è obbligatoria per poter circolare, le garanzie accessorie (per esempio: incendio e furto, atti vandalici, tutela legale, kasko e assistenza stradale) sono facoltative.

Ogni preventivo disponibile consultato con il tool di SOStariffe.it è calcolato esclusivamente in base ai dati indicati dall’utente. Non va infine dimenticato che è sufficiente inserire i dati una volta sola per calcolare decine di preventivi differenti con diverse compagnie assicurative e scoprire la migliore offerta.

Calcola un preventivo per la polizza auto»