Prezzi dell’energia al massimo storico: risparmiare si può ancora

Il prezzo dell’energia ha raggiunto il suo massimo storico. A rivelare questa spiacevole notizia è l’Enea (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile) tramite l’Analisi trimestrale del sistema energetico relativa al trimestre luglio-settembre 2018. Con i prezzi alle stelle, il risparmio è però ancora possibile. Ecco, quindi, come fare a ridurre al minimo i costi legati all’utilizzo dell’energia in casa.

Ecco come fare per risparmiare sulla bolletta della luce

L’Enea, attraverso la consueta Analisi trimestrale del sistema energetico relativa al trimestre luglio – settembre 2018, chiarisce che i prezzi dell’energia elettrica per le famiglie italiane hanno raggiunto un massimo storico dell’ultimo decennio. Si tratta, quindi, di una vera e propria stangata, un incremento dei prezzi notevole e, solo in parte, giustificato dalle ultime evoluzioni del mercato.

Da notare, in linea più generale, che l’indice “sicurezza, prezzi e decarbonizzazione” (Ispred), un parametro che misura l’andamento dei prezzi, il grado di sicurezza e della carbonizzazoine del sistema energetico italiano, fa segnare un calo del 5% nel terzo trimestre del 2018 andando così a registrare l’ottavo trimestre consecutivo in negativo.

Francesco Gracceva, coordinatore per Enea di quest’analisi periodica sul sistema energetico, ha dichiarato “la causa, stavolta, è l’incremento dei prezzi finali sulla spinta delle commodity energetiche, con l’impennata del gas naturale (+60%), dei prezzi della borsa elettrica (+33,5%) e del petrolio Brent che a ottobre ha raggiunto gli 85 dollari al barile”

Scopri le migliori offerte luce e risparmia sulla bolletta

Combattere gli aumenti è possibile: ecco come risparmiare

> Come visto, il mercato energetico italiano ha raggiunto un livello di prezzi davvero molto elevato. Nonostante ciò, il risparmio è ancora possibile e, di fatto, è davvero dietro l’angolo. Come confermato dall’ultimo aggiornamento trimestrale di ARERA, l’Autorità per l’energia, risalente a fine dicembre, i prezzi dell’energia elettrica fanno registrare, nel corso dell’anno “scorrevole” (aprile 2018 – marzo 2019), un incremento del +4.7% con una spesa complessiva media per le famiglie italiane in regime di Maggior Tutela pari a 560,2 Euro (25 Euro in più rispetto ai precedenti 12 mesi).

Per poter risparmiare, quindi, la strada migliore è rappresentata dall’opportunità di attivare una delle migliori offerte del Mercato Libero dell’energia. La possibilità di sfruttare queste offerte è concreta. A seconda della tariffa scelta, infatti, le soluzioni disponibili sul mercato di libera concorrenza permettono di ottenere un risparmio annuo davvero significativo.

Con le condizioni fissate attualmente per gli utenti in Regime di Maggior Tutela, infatti, è possibile risparmiare sino ad oltre 150 Euro all’anno sulle bollette dell’energia elettrica scegliendo la miglior tariffa del Mercato Libero. Quest’opportunità di risparmio è riferita ad una famiglia “tipo” (potenza impegnata di 3 KW e un consumo annuo di 2900 kWh, uso Domestico, Residenti e distribuzione dei consumi per fasce pari al 40% in F1 e al 60% in F2/F3).

E’ chiaro che, al variare del consumo annuo o della distribuzione dei consumi per fasce orarie, cambia la possibilità di risparmio. Ad esempio, incrementando i consumi, passando ad esempio a 3900 kWh, si potrà risparmiare circa 210 Euro all’anno scegliendo l’offerta più conveniente del momento.

E’ possibile individuare le tariffe più vantaggiose consultando il comparatore di SosTariffe.it per offerte luce che offre una panoramica completa e costantemente aggiornata sulle offerte che, inoltre, potranno essere attivate online, senza alcun costo di attivazione e senza interruzione della fornitura, in modo molto semplice. Il discorso fatto per l’elettricità vale anche per il gas naturale. Per risparmiare sulla bolletta del gas è possibile consultare il comparatore di SosTariffe.it per offerte gas.

Commenti Facebook: