Polizza auto Legge Bersani: tutto quello che c’è da sapere

Il risparmio assicurazione in famiglia è essenziale per tagliare le spese che gravano di più sul bilancio e che riguardano l’Rc auto e moto. Nel 2007 è entrata in vigore una normativa che permette di ereditare la classe di merito più favorevole presente nel proprio nucleo, ottenendo economiche assicurazioni moto o polizza auto. Legge Bersani: tutto quello che c’è da sapere è in questa Guida.

Risparmio assicurazione in famiglia. La Guida di SosTariffe.it

Per ottenere il massimo risparmio assicurazione in famiglia, bisogna scoprire come tagliare il costo delle assicurazioni con la polizza moto o polizza auto Legge Bersani. Tutto quello che c’è da sapere lo trovi in questa Guida.

Facciamo una premessa: a prescindere dalla possibilità o meno di sfruttare le agevolazioni previste dalla legge, in modo migliore per pagare meno l’Rca è confrontare le compagnie. Sfruttando la comparazione online, gli italiani hanno risparmiato 8,5 milioni di Euro nel 2015, perché in solo click si ottengono tanti preventivi in ordine di prezzo e scovare l’assicurazione più economica è un gioco da ragazzi.
Confronta preventivi RC auto

Polizza auto Legge Bersani: la Guida

La Legge Bersani (L. n° 40/2007) è stata introdotta in Italia per liberalizzare le assicurazioni e intervenire sugli aspetti più critici delle tariffe Rca. I benefici si rivolgono principalmente ai soggetti che convivono all’interno dello stesso nucleo famigliare e che, per risparmiare sull’assicurazione dei veicoli a motore, intendono ereditare la classe di merito più favorevole attribuita ad un membro contemplato nello stato di famiglia.

L’aspetto positivo delle norme è che possono essere applicate anche tra non consanguinei, alle coppie di fatto ad esempio.

L’accesso alle agevolazioni può essere richiesto alla sottoscrizione di una nuova assicurazione presso compagnia tradizionale o assicurazione online. Dal motore di ricerca preventivi di SosTariffe.it si può personalizzare la polizza e indicare se si intende o meno sfruttare i benefici della normativa.
Confronta assicurazioni auto

Come funziona la Legge Bersani

Con la polizza moto o polizza auto Legge Bersani la compagnia non potrà assegnare una classe di merito universale inferiore a quella ereditata. Poniamo il caso di un neopatentato. Chi assicura un veicolo poco dopo aver conseguito la patente di guida si vede assegnare sempre in automatico la 14° classe di merito, ovvero la più costosa. Con la normativa invece, se un membro del nucleo famigliare è in 1° classe di merito (la più economica), il neopatentato o altro convivente potrà assicurarsi nella stessa posizione assicurativa, che verrà a tutti gli effetti ereditata.

C’è da dire però che non sempre quando la successione riguarda classi meno vantaggiose (come la 7° o l’8° ad esempio) il risparmio assicurazione in famiglia è garantito, perché si tratta pur sempre di classe ereditata. Nella prassi si riscontrano casi in cui i preventivi senza applicazione della Legge Bersani, formulati per la classe reale di appartenenza, sono addirittura più vantaggiosi.

Per visualizzare tutte le offerte utilizza il comparatore Rc auto di SosTariffe.it.

I requisiti: tutto quello che c’è da sapere

Le agevolazioni si applicano solo quando si pone in essere la prima assicurazione su un veicolo (nuovo o usato) di cui si è entrati in possesso. Per ereditare la classe di merito di un altro veicolo di proprietà dell’acquirente (o di un componente del nucleo familiare) già assicurato, i mezzi di trasporto devono essere dello stesso tipo, ovvero auto-auto o moto-moto. A titolo di esempio: il figlio che è appena entrato in possesso di un ciclomotore non potrà ereditare la classe dell’auto del padre, potrà invece  ereditarla se il veicolo è un altro ciclomotore.
polizza auto legge bersani tutto quello che c'è da sapere
In tutti i casi in cui c’è identità fra i veicoli, si potrà succedere nella classe di merito di un genitore, di un fratello o di un coniuge a patto che i due soggetti (chi trasmette la classe e chi la eredita) siano conviventi e presenti nello stesso stato di famiglia. Alla compagnia assicurativa, alla sottoscrizione della nuova Rc moto o Rc auto, andrà consegnato l’attestato di rischio del convivente e copia dello stato di famiglia.

Nella polizza moto o polizza auto Legge Bersani, tutto quello che c’è da sapere riguarda anche l’attestato di rischio. Anche chi è in possesso di un’attestato di rischio personale può richiedere le agevolazioni, sempre che questo sia scaduto (si ricorda che l’attestato è valido fino a tre mesi dopo la scadenza dell’ultimo contratto di assicurazione).

Altri aspetti della polizza moto e polizza auto Legge Bersani

La Legge Bersani non si applica alle imprese (né di piccole né di grandi dimensioni) ma solo alle persone fisiche: per lo stesso motivo è la soluzione giusta per il risparmio assicurazione in famiglia e si ritiene possa essere applicata anche in caso di ditta individuale. Come accennato inoltre, sfruttare la Legge Bersani non significa pagare lo stesso premio assicurativo del soggetto da cui si eredita la classe di merito, perché nel calcolo della tariffa totale rientrano anche diversi fattori, come l’età del richiedente, la residenza e il numero di sinistri pregressi. E’ importante sapere che lo storico dei sinistri non viene ereditato, ma rimane in bianco, pertanto l’utilizzo della Legge Bersani rimane segnalato a vita. Per il resto non esiste un limite di età per accedere ai benefici, né la legge prevede che non si possa usufruire delle agevolazioni più di una volta.

Quando si eredita la classe universale, questa rimane anche in caso di cambio compagnia assicurativa, ma la durata è di 5 anni, nel senso che chi sospende l’assicurazione o non la rinnova avrà tempo cinque anni per sottoscrivere una nuova assicurazione con la classe ottenuta per mezzo della polizza moto o polizza auto Legge Bersani.
Offerte assicurazione auto

Commenti Facebook: